Maggio 26, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Cosa cambierà France Travail, che succederà a Pôle emploi, a partire dal 1° gennaio?

Cosa cambierà France Travail, che succederà a Pôle emploi, a partire dal 1° gennaio?

pubblicato


Tempo di lettura: 4 minuti

Il logo France Travail succede al Pôle emploi dal 1° gennaio 2024. (MINISTERE DU LABOR / FRANCE TRAVAIL)

Le persone in cerca di lavoro seguite da questa nuova struttura, nella quale verranno automaticamente iscritti i beneficiari delle RSA, dovranno svolgere almeno 15 ore settimanali di attività di inserimento professionale.

È uno degli strumenti a disposizione del nuovo governo per raggiungere il suo obiettivo Ridurre la disoccupazione al 5% entro la fine del quinquennio. Secondo la legge sulla “piena occupazione”. Approvato a novembre, Pôle emploi diventerà France Travail a partire da lunedì 1 gennaio 2024. Con questo nuovo operatore pubblico, il governo intende Rafforzare il monitoraggio delle persone lontane dal lavoro.

Oltre a cambiare il nome dell'organizzazione, la riforma crea un “contratto di associazione” che imporrà alle persone iscritte a France Travail di svolgere almeno 15 ore di attività di integrazione professionale a settimana. In totale, il costo di questa trasformazione sarà compreso tra Da 2,3 a 2,7 miliardi di euro nel periodo 2024-2026 a seconda Rapporto pubblicato ad aprile. Franceinfo fa il punto sui grandi cambiamenti apportati dalla creazione di France Travail.

L'obiettivo è migliorare il coordinamento del monitoraggio delle persone in cerca di lavoro

France Travail manterrà le funzioni del Pôle emploi e sarà integrato nella “Rete per l’occupazione” con missioni locali a sostegno dei giovani, Cap emploi, collegamento con i lavoratori con disabilità, nonché servizi statali e autorità locali. Il compito di questa rete sarà quello di coordinare meglio questi diversi attori nel monitorare le persone in cerca di lavoro e le persone che incontrano difficoltà di integrazione.

Il progetto governativo inizialmente mirava a creare un sistema per lo scambio di informazioni tra varie organizzazioni in rete. Tuttavia, tale sentenza è stata impugnata dal Consiglio costituzionale, che l'ha esaminata“Nessuna garanzia” Non è stato possibile moderare queste trasmissioni “Dati personali, anche di natura medica”.

I destinatari della RSA dovranno completare ore di attività obbligatoria

La legge prevede di universalizzare la registrazione dei disoccupati presso France Travel entro il 2025. Oltre alle persone in cerca di lavoro precedentemente registrate presso Pôle emploi, questo include giovani e persone con disabilità che cercano sostegno nelle missioni locali o nel Cap emploi. I beneficiari RSA verranno iscritti automaticamente al momento della presentazione della domanda di beneficio. Ad oggi, dei due milioni di beneficiari attivi del reddito di solidarietà, il 40% è iscritto al Pôle emploi. La legge prevede anche la registrazione dei coniugi dei beneficiari, se necessario.

READ  Si prospettano difficili trattative tra distributori e produttori

Tutte le persone in cerca di lavoro sono registrate presso France Travail A. sarà sottoposto “Diagnostica globale” Un testamento firmerà “Contratto di lavoro” Che deve essere specificato a “Un piano d’azione che definisce gli obiettivi dell’integrazione sociale e professionale.”, secondo la legge. Concretamente tale contratto prevederà ore di attività dedicate alla formazione o all'integrazione. “Non è né lavoro libero né volontario”.Lo ha detto il ministro del Lavoro nel corso dei lavori dell'Assemblea.

La legge specifica a Impegnarsi per almeno 15 ore di attività a settimana. Tuttavia, questo periodo minimo può essere ridotto a seconda delle condizioni del sito. Alcuni possono essere esentati completamente, ad esempio se ci sono problemi di salute. “CTale periodo deve essere adeguato alla situazione personale e familiare dell'interessato ed essere limitato al tempo necessario per il sostegno richiesto, senza poter superare il periodo legale di lavoro in caso di attività retribuita.Glielo ricorda Consiglio Costituzionale.

Il governo prevede di rafforzare i controlli

Con l'attuazione di questa nuova sorveglianza, il governo vuole “multiplo” Numero di controlli per la ricerca di lavoro. “Oggi ce ne sono 500.000 all’anno”.stima Olivier Dussopte in Echi. “Possiamo concentrarlo e migliorarlo sulle persone in cerca di lavoro che hanno completato la formazione qualificante e non hanno accettato un lavoro che corrisponda al risultato”.Lo dice il ministro del Lavoro.

“È naturale rafforzare i controlli per garantire che, una volta erogata la formazione, vi sia un efficace processo di ricerca del lavoro”.

Olivier Dussopt, ministro del Lavoro

In “L'Eco”

Oltre al numero dei candidati “Formazione pre-assunzione breve e operativa” Si prevede una crescita del 25% nella prima metà del 2024. Allo stesso tempo, “Aumenteremo del 50% l’obiettivo fissato nel Pôle emploi per il numero di aziende contattate per aiutarle nelle assunzioni”.Olivier Dussopt aggiunge.

READ  Assurance auto : la vignette verte sur le pare-brise bientôt supprimée ?

Verranno create nuove sanzioni per i destinatari

Se il contratto di lavoro non viene rispettato, le persone in cerca di lavoro possono essere allontanate da France Travail. I periodi minimo e massimo per la cancellazione dell'iscrizione e la penalità per la sospensione dell'indennità di disoccupazione saranno determinati con ordinanza, come stabilito dal sito web Vie-publique.fr.

La legge introduce un nuovo sistema di sanzioni progressive per i beneficiari della RSA se rifiutano di firmare il “contratto di assunzione” o se non ne rispettano i termini. Inizialmente il pagamento dell'indennità può essere sospeso. L'importo non riscosso durante il periodo di sospensione verrà corrisposto al beneficiario non appena avrà adempiuto nuovamente ai propri obblighi. Tuttavia, i senatori hanno limitato l’importo che potrebbe essere pagato retroattivamente a tre mesi di RSA.

In caso di inadempimenti più gravi, come il reiterato inadempimento del contratto o il rifiuto di sottoporsi ai controlli, saranno soggetti alla revoca dell'indennità. Verrà dettagliata la quota massima di una RSA che può essere sospesa o revocata con decreto.