Febbraio 25, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Concorso Agar Art: collegare scienza e arte

Concorso Agar Art: collegare scienza e arte

I partecipanti della comunità della BYU hanno utilizzato batteri multicolori per creare capolavori artistici nell’Agar Art Contest del Dipartimento di Microbiologia e Biologia Molecolare (MMBIO) martedì 10 ottobre. Con il tema “Microbiologia nello spazio”, gli artisti hanno indossato guanti e hanno posizionato batteri sui piatti preparati. Con i nutrienti necessari affinché i batteri crescano in diversi colori, inclusa un’opzione che si illumina al buio. Poiché i colori sono visibili solo dopo che i batteri sono stati incubati in laboratorio, i partecipanti hanno disegnato i loro disegni quasi alla cieca, con linee deboli visibili solo a determinati angoli. Quando gli artisti furono soddisfatti dei loro progetti, gli assistenti di laboratorio presero le piastre per consentire ai batteri di crescere durante la notte.

Ogni anno il concorso offre premi in denaro ai vincitori. La vincitrice di quest’anno è Lindy Mangrum (Art 25) per il suo pezzo “A Microcosmic Odyssey”. Il secondo posto è andato a Yaeko Farb (disegno introduttivo) per Star Girl, mentre il terzo posto è andato a Lynette Juarez (geologia) per Amazing Galaxy.

MMBIO ospita l’evento due volte l’anno per favorire il networking tra studenti di scienze e arti. Bob Black, direttore del MMBIO Lab e fondatore dell’evento, ha affermato che il concorso è “un modo per portare la scienza alle persone – e chiunque può farlo. È un approccio interdisciplinare, che fonde scienza e arte in un’unica grande esperienza”.


Fotografia di Nicholas Rix

Emily Firkin (MMBIO ’26) ha detto che l’evento l’ha aiutata a connettersi meglio con il suo lato creativo: “Non direi questo perché sono una persona scientifica e non ho sensibilità artistica. Sto studiando scrittura creativa. Avere qualcosa del genere riunisce tutto ciò che amo fare.” “

READ  Clima futuro: più pioggia del previsto?

“Come specialista in discipline STEM, non sempre ho la sensazione di avere modi per esprimere la mia creatività”, ha affermato Elias Johnson (BIO ’25), un collega laureato in scienze, “Questo progetto mi ha permesso di portare qualcosa con cui interagisco all’interno della mia disciplina e applicarlo in modi artistici.”

Consente inoltre agli studenti d’arte di connettersi con il loro lato scientifico. Mangrum, il vincitore del primo posto, trascorre il tempo sperimentando una varietà di stili per crescere come artista. “Non ho mai realizzato un mezzo artistico in cui non puoi vedere quello che stai facendo”, ha detto. “Non puoi vedere i colori, riesci a malapena a vedere dove sono le tue linee. È davvero difficile in questo modo, ma mi piace davvero.”


Una ragazza bionda con una camicia rosa e guanti neri guarda attraverso una capsula di Petri

Fotografia di Nicholas Rix

Da quando questo evento è stato annunciato all’intera comunità del campus, hanno partecipato molti che non hanno alcun legame con le scienze o le arti. Hannah Cardone (Imprenditorialità e Russia ’25) amava interagire con specializzazioni a lei completamente estranee. “Sono sempre stato interessato alle cose scientifiche e artistiche; Gli studenti di scienze possono fare un sacco di cose divertenti. “Attraverso questa attività, riesco a gestire un po’ di ciò che devono fare”, ha spiegato. “Questo evento soddisfa la mia curiosità nei confronti della scienza.”

Nel complesso, gli studenti hanno sperimentato il meglio della scienza e dell’arte attraverso l’arte dell’agar. Per vedere altri esempi di opere d’arte del concorso, visitare https://mmbio.byu.edu/event-photos.