Maggio 27, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Come si posiziona Kylian Mbappe rispetto ai migliori marcatori della storia nazionale?

Come si posiziona Kylian Mbappe rispetto ai migliori marcatori della storia nazionale?

Con un tiro arricciato, secco e improvviso, Kylian Mbappé ha segnato il suo 42esimo gol in nazionale contro l’Olanda (2-1). Ma se il faro che trovò garantì la qualificazione della sua squadra, lo collocò soprattutto nella leggenda del Blues.

Appena sei anni dopo il suo primo gol, contro l’Olanda (4-0), ha preso il posto del parigino Michel Platini e si è ritrovato il quarto miglior marcatore nella storia dei Blues. Con i voti di Antoine Griezmann (44 gol), Thierry Henry (51) e soprattutto Olivier Giroud (54) in porta.

Lontano dai leader degli altri paesi

Ma questo numero dove colloca Bondinwa nella classifica internazionale dei migliori marcatori? A parte questo, Cristiano Ronaldo e i suoi 125 gol dominano le discussioni. Altri giocatori sembrano ancora fuori portata per qualche anno come Romelu Lukaku (75), Neymar (79), Lionel Messi (104) o l’iraniano Ali Daei (109), il secondo miglior marcatore della nazionale.

Ma nonostante questo divario, l’ex Monaco ha motivo di stare tranquillo nella sua corsa verso le vette: è in anticipo su tutti i tempi che passano. Alla sua età – 24 anni e 10 mesi – Cristiano Ronaldo ha segnato solo 20 gol con il Portogallo, Lionel Messi 22 gol con l’Albiceleste e Romelu Lukaku 30 gol con il Belgio. Tra i giocatori in attività, solo Neymar è stato un marcatore più prolifico, avendo collezionato 50 presenze con la nazionale prima di compiere 25 anni.

READ  Fabio Quartararo riporta il GP du Portugal, Johann Zarco prend il 2e posto

Avanti in blu

A livello Blues la performance è ancora più impressionante. Se prendiamo solo gol prima dei 25 anni, David Trezeguet è appena dietro a Mbappe ma con quasi la metà dei gol realizzati. Il detentore del record Olivier Giroud non aveva ancora la minima scelta. Dopo diverse stagioni in Seconda Divisione, esordisce tardi al Montpellier e viene convocato per la prima volta solo all’età di 25 anni e un mese.

La spiegazione di questo divario è evidente nell’efficienza del parigino dall’età di 19 anni. Ma se nessuno mette in discussione la sua fame statistica, avrà anche maggiori possibilità di soddisfarla. Con l’aumento del numero di partite, Mbappé ha più possibilità di segnare in termini quantitativi in ​​un periodo più breve.

Ad esempio, i Blues hanno giocato 68 partite tra il 2018 e il 2022. Questo, mentre il Covid ha paralizzato per 10 mesi le selezioni calcistiche. Questo numero resta 16 in più rispetto alla squadra francese di Michel Platini, che ha disputato solo 52 partite tra il 1982 e il 1986. Tuttavia, ha ottenuto buoni risultati nella competizione con due apparizioni in semifinale durante i Mondiali del 1982 e del 1986. E una vittoria nell’Europeo del 1984. Questo basta per competere con il ritmo degli attuali giocatori che hanno espresso il loro malcontento negli ultimi giorni.

READ  Benjamin Mendy accusato di stupro e accusato dalla polizia