Febbraio 28, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

CMA CGM, le aziende super redditizie del re di Francia davanti a TotalEnergies e LVMH (ma la festa è finita)

CMA CGM, le aziende super redditizie del re di Francia davanti a TotalEnergies e LVMH (ma la festa è finita)

Più potente di TotalEnergies, LVMH o persino Stellantis. Meno di quindici anni dopo aver evitato il fallimento, CMA CGM ha l’ultimo utile netto di $ 24,8 miliardi (23 miliardi di euro), in aumento di quasi il 7% rispetto al 2021. Il tutto per una sola cifra di $ 74,5 miliardi (circa 70,1 miliardi di euro), in crescita del 33,1% in un anno.

TotalEnergies, EBITDA re

Tali super profitti non sono stati raggiunti nella storia del gruppo, tuttavia, hanno spinto l’armatore della nave marsigliese al primo gradino sulla piattaforma delle società francesi in termini di utile netto realizzato, davanti a LVMH ($ 22,4 miliardi), TotalEnergies ($ 20,5 miliardi) o anche Stellantis (quasi $ 18 miliardi). Tuttavia, considerando invece l’Ebitda (utili prima delle imposte, interessi, ammortamenti e ammortamenti), che è uno degli indicatori chiave della redditività, CMA CGM è molto indietro rispetto a TotalEnergies. L’Ebitda del gruppo energetico è valutato a oltre 70 miliardi di dollari, più del doppio di quello della compagnia di navigazione (33 miliardi di dollari).

Margine operativo 44,7%!

Il terzo più grande armatore al mondo è stato guidato da tariffe di nolo marittimo storicamente elevate dall’inizio della pandemia. Tuttavia, CMA-CGM non ha sempre conosciuto questa ebbrezza: prima di vedere i suoi profitti esplodere nel 2021 a 17,9 miliardi di dollari, il gruppo aveva perso 229 milioni di dollari nel 2019, dopo aver evitato il fallimento nel 2009. Rodolphe Saadé ha raggiunto un livello di redditività enorme. Margine operativo nel 2022 al 44,7% (+3,4 punti in un anno).

Raddoppiare gli investimenti

Nel presentare questi risultati storici, la direzione del gruppo ha insistito sul fatto che rimangono “eccezionali” e non dureranno. CMA-CGM, come i suoi concorrenti dell’UE, è soggetta a una “tassa sul tonnellaggio”, che si riferisce alle capacità della sua flotta piuttosto che ai suoi profitti, ea un’imposta sulle società sul porto e sulla logistica. L’aliquota fiscale effettiva era del 2% nel 2021, secondo la missione dell’Assemblea nazionale sui profitti inaspettati. CMA-CGM ha confermato di aver reinvestito “quasi il 90% dei profitti” realizzati nel 2022, compresi due miliardi di euro, in Francia. L’armatore raddoppia così i suoi investimenti in navi e terminal portuali (a New York e in India in particolare), e sta negoziando l’acquisizione di La Méridionale, che collega Marsiglia con la Corsica e il Marocco.

READ  Bouygues, Orange e SFR: i piani mobile e Internet aumenteranno presto di prezzo, ecco quanto dovrai pagare

Si sta inoltre preparando a nuove interruzioni nel trasporto marittimo diversificando: ha investito nella logistica terrestre, aerea e spaziale e nei media. L’armatore è entrato nel capitale di Air France-KLM ed Eutelsat nel 2022 e ha acquisito il vettore di veicoli Gefco e società di logistica e-commerce. Ha acquistato il pilastro della stampa locale La Provence, ha acquisito una quota di minoranza nel gruppo M6 e quest’estate diventerà lo sponsor principale dell’Olympique de Marseille. Il gruppo investirà inoltre 1,5 miliardi di euro in 5 anni per creare un fondo responsabile dell’accelerazione della transizione energetica in tutte le attività di trasporto. Inoltre, nel 2022 sono stati ridistribuiti 726 milioni di euro ai 155.000 dipendenti del gruppo.

La festa è finita

Tuttavia, la festa è finita. CMA-CGM UN Venerdì ha dichiarato che si aspetta che il rallentamento della sua attività continui nel quarto trimestre del 2022 per l’anno in corso, citando le pressioni inflazionistiche che gravano sui consumatori. Il gruppo, con sede a Marsiglia e controllato dalla famiglia Saad, prevede nel 2023 un aumento della capacità sia nel trasporto marittimo che aereo e prospettive incerte della domanda, a causa del calo delle scorte negli Stati Uniti e delle pressioni sul potere d’acquisto.

Il gruppo ha affermato che le condizioni di mercato nel settore dei trasporti e della logistica hanno continuato a deteriorarsi nella seconda metà del 2022, citando tensioni geopolitiche, incertezza macroeconomica e un forte calo delle tariffe di trasporto.

Ha aggiunto: “L’anno 2023 si è aperto come continuazione della seconda metà del 2022 in un contesto di mercato in deterioramento per il settore dei trasporti e della logistica”. CM cgm nella dichiarazione dei risultati.

Il gruppo ha registrato un calo del fatturato annuo del 3,6% nel quarto trimestre, a 16,89 miliardi di dollari (15,91 miliardi di euro). L’Ebitda è sceso del 30,9% a 5,69 miliardi di dollari.

READ  Valori medi: Portzamparc ha significativamente rinnovato il suo massimo di febbraio - 02/02/2023 alle 09:10