Maggio 26, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Washington accusa Mosca di utilizzare una sostanza chimica

Washington accusa Mosca di utilizzare una sostanza chimica

Questa è un'accusa particolarmente grave contro Mosca. Gli Stati Uniti considerano effettivamente che la Russia ricorre a un agente chimico, la cloropicrina, contro le forze ucraine, in violazione della Convenzione sull'interdizione delle forze armate (CIAC), sarà un comunicato mercredi du partement d' condizione.

La diplomazia statunitense aggiunge che la Russia utilizzerà anche agenti antisommossa come mezzo di guerra in Ucraina, il che costituisce anche una violazione dell’accordo.

L’utilizzo “non è un incidente isolato”

“L'uso di questi prodotti chimici non è un incidente isolato o un possibile fattore scatenante da parte delle forze che attaccano le forze ucraine in posizioni fortificate e rilevano tattiche avanzate sul campione del battaglione”, si legge nella sezione “Condizioni”.

Washington continua a dire: “Il continuo disprezzo della Russia per i suoi obblighi ai sensi della CIAC è coerente con gli avvelenamenti di Alexei Navalny, Sergei e Yulia Skripal con l’agente nervino Novichok”. Alexei Navalny, ex oppositore di Vladimir Putin, è morto il 16 febbraio, vittima di un grave avvelenamento attribuito al Cremlino. L'ex doppio agente russo Sergei Skripal e sua figlia Yulia Skripal sono stati avvelenati in Inghilterra nel 2018.

La Russia ha affermato di non avere più un arsenale chimico militare, ma il Paese sta subendo pressioni per una maggiore trasparenza sull’uso delle armi tossiche di cui è accusata. Secondo il National Institutes of Health (NIH), la cloropicrina è una sostanza chimica utilizzata come agente bellico e pesticida e, se inalata, rappresenta un rischio per la salute.

Una nuova ondata di sanzioni

Allo stesso tempo, mercoledì Washington ha annunciato una nuova ondata di sanzioni contro aziende o individui russi o stranieri accusati di aver partecipato allo sforzo bellico russo. Oltre alle società di difesa russe, queste sanzioni riguardano anche diverse unità di ricerca e società coinvolte nei programmi di armi chimiche e biologiche della Russia.

READ  la Francia est-elle minacciata ? Peut-on parler de troisième guerre mondiali ? Le risposte alle domande più frequenti

Tra le società straniere prese di mira ci sono 16 società cinesi o di Hong Kong, la maggior parte delle quali sono accusate di aiutare la Russia a fornire componenti normalmente vietati, ma anche, per due di loro, di acquistare materiali necessari per produrre munizioni. Le sanzioni riguardano aziende di altri cinque paesi: Emirati Arabi Uniti, Turchia e Azerbaigian, oltre a due membri dell'Unione Europea, Belgio e Slovacchia.

Infine, le sanzioni riguardano anche le infrastrutture del gas e del petrolio della Russia, mentre Mosca cerca di sviluppare quelle che le consentirebbero di esportare più facilmente idrocarburi, soprattutto verso la Cina.