Maggio 20, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Venerdì scorso la Francia ha battuto il record delle sue esportazioni di elettricità

Venerdì scorso la Francia ha battuto il record delle sue esportazioni di elettricità

Loic Finanza/AFP Le buone condizioni meteorologiche di questa stagione, i venti favorevoli e la migliore disponibilità della flotta nucleare hanno permesso di raggiungere questo record.

Loic Finanza/AFP

Le buone condizioni meteorologiche di questa stagione, i venti favorevoli e la migliore disponibilità della flotta nucleare hanno permesso di raggiungere questo record.

Energia – Il record è stato battuto in Francia. Il gestore della rete elettrica francese, RTE, ha annunciato martedì 26 dicembre che il paese ha esportato una quantità record di elettricità verso i suoi vicini venerdì 22 dicembre.

per colpa di ? Riduzione del fabbisogno nazionale e migliore disponibilità della flotta nucleare, che consentirà alla Francia di fornire 18.680 MW oltre i suoi confini. Questo picco è stato raggiunto venerdì alle 16:00. Per fare un confronto, il record precedente per le esportazioni francesi era di 17.415 MW, registrato il 22 febbraio 2019.

RTE identifica i beneficiari di queste esportazioni di energia elettrica come Germania e Benelux (5,4 GW), Italia (4,4 GW), Svizzera (3,2 GW), Regno Unito (3 GW) e Spagna (2,6 GW).

Condizioni favorevoli

“In questo momento in Francia c’è bisogno di consumare un po’ meno, perché siamo in periodo di vacanze”.RTE ha confermato di spiegare questo picco record delle esportazioni.

Meteo France aggiunge all'Agence France-Presse che le temperature della scorsa settimana, in particolare giovedì, “Probabilmente c'erano dai 4 ai 6 gradi sopra le medie stagionali.” Basta spiegare i bisogni meno importanti della Francia.

Da venerdì, Echi ha annunciato il nuovo record, affermando inoltre che “ Vento forte RTE aggiunge che l'energia eolica copriva quasi il 20% della produzione elettrica nazionale.

READ  Tesla taglia di nuovo i prezzi in Francia

Il gestore della rete elettrica evidenzia anche i costi di produzione “competitivo”COME “Disponibilità di tutti i nostri mezzi di produzione, in particolare dell’energia nucleare”.Un incremento rispetto allo scorso anno.

Ed esattamente il contrario per il 2022

Per RTE il rischio di vedere ripetersi lo stesso scenario verificatosi durante l’inverno 2022 è remoto. Va detto che l’anno 2022 ha posto la Francia in una situazione senza precedenti a causa dei problemi di corrosione scoperti in molti reattori nucleari.

A causa della loro indisponibilità, questi reattori hanno fatto scendere la produzione nucleare al livello più basso degli ultimi 30 anni. Ciò ha poi costretto la Francia a importare elettricità per la prima volta in 42 anni.

“Una parte significativa della flotta nucleare è stata ispezionata e riparata durante l’anno”.Lo ha riferito RTE all'inizio di novembre, nel corso della tradizionale conferenza stampa sul passaggio dell'inverno.

Vedi anche su L'Huff Post: