Marzo 2, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Vaccinazione delle anatre: Stati Uniti, Canada e Giappone limitano le importazioni francesi – 10/06/2023 alle 08:36

La vaccinazione obbligatoria contro l’aviaria per le anatre francesi fa temere ai paesi partner una ripresa dell’epidemia.

Di fronte ai ricorrenti attacchi di influenza aviaria, nota come influenza aviaria, la Francia ha deciso di rendere obbligatoria la vaccinazione preventiva negli allevamenti con più di 250 anatre (escluse le anatre riproduttrici). Dal 1° ottobre la Francia ha iniziato a vaccinare gli anatroccoli contro l’influenza aviaria nella speranza di evitare una nuova “ondata di marea” di questa malattia virale che negli ultimi anni ha portato all’eutanasia di decine di milioni di volatili.

Ma questa decisione isola la Francia, l’unico Paese in Europa che vaccina le anatre

. “Dal momento in cui vacciniamo, questi paesi hanno il diritto di considerare che la Francia non è più una zona indenne dall’influenza aviaria”, ha detto all’AFP Yann Nedelec, direttore dell’Associazione francese dei professionisti del pollame.

Pertanto, molti paesi hanno deciso di limitare le proprie importazioni.

Questa campagna di prevenzione è di particolare preoccupazione per il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA).

La vaccinazione “può mascherare l’infezione da virus dell’influenza aviaria (…) e quindi consentire l’esportazione di animali vivi infetti o di prodotti contaminati dal virus negli Stati Uniti”.

Lo spiega il ministero in un messaggio all’Agence France-Presse.

Pertanto, il Paese ha vietato l’importazione dalla Francia di pollame vivo e uova da cova – destinate alla produzione di futuri pulcini o anatroccoli – nonché di carne di pollame non trasformata.

L’USDA ha affermato che i prodotti a base di pollame che sono stati cotti o cotti fino alla distruzione del virus possono ancora essere importati con la documentazione adeguata.

Incapaci di garantire che le anatre vaccinate, e quindi vettori sani della malattia, non si diffondano liberamente all’interno degli stati membri europei dell’ECOS, gli Stati Uniti hanno anche imposto restrizioni sulle importazioni di anatre vive e prodotti crudi di volatili da questa regione. .

Da parte sua, il Canada ha sospeso “temporaneamente” l’importazione di pollame vivo, uova da cova e prodotti a base di pollame freschi, congelati o crudi dalla Francia.

Lo ha affermato in una nota la Canadian Food Inspection Agency, pur continuando a consentire i prodotti “trattati termicamente, cotti o in scatola”. “Non sappiamo se sia possibile esportare la carne di anatre vaccinate verso altri paesi, né come la Francia identificherà, rintraccerà e monitorerà gli animali vaccinati”, giustifica.

Come previsto, anche il Giappone ha imposto restrizioni.

Quali sono le conseguenze?

I volumi coinvolti in tutto il settore “non sono enormi”, osserva Jan Nedelek. Secondo la dogana francese, nella categoria “pollame vivo e uova”, le esportazioni verso gli Stati Uniti, ad esempio, rappresentavano solo l’1% del totale delle esportazioni francesi.

Ma sono colpiti i prodotti ad altissimo valore aggiunto, come il pollame proveniente dal Bryce verso il Giappone, osserva un rappresentante dell’Anvol.

I vincoli rappresentano un problema anche per il settore della genetica

che comprende uova da cova e pollame di un giorno che vengono inviati ad altri allevamenti per la produzione di uova da tavola o pollame da carne, spiega il direttore, sottolineando che la Francia è nota per la sua esperienza nelle razze rurali o nelle etichette biologiche.

Sh

n Dispositivo di monitoraggio dei virus

Questo per rassicurare i paesi che temono che il virus si diffonda silenziosamente negli allevamenti di bestiame.

È stato preparato

“, sottolinea Jan Nedelc.

Ha sottolineato: “Quando avremo tutti i documenti necessari che confermano che la strategia di vaccinazione, sorveglianza e controllo dei movimenti non aumenterà il rischio di influenza aviaria (…), saremo in grado di eliminare o ridurre le restrizioni legate all’influenza aviaria”. Ministero degli Stati Uniti.

Per quanto riguarda il foie gras, prodotto emblematico della gastronomia francese, la situazione è particolarmente problematica in Giappone

I flussi verso gli Stati Uniti sono quasi nulli e le restrizioni in Canada riguardano solo il crudo, ha osservato la direttrice del Comitato professionale misto del foie gras (Cifog), Marie-Pierre Bie.

Ha aggiunto che la decisione di Tokyo era attesa e “abbiamo preso in anticipo le precauzioni necessarie per poter servire i giapponesi durante le vacanze di fine anno”.

READ  Nel suo primo libro, Anthony Bellio ha pubblicato un fantastico romanzo di fantascienza