Aprile 17, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Un secondo funzionario di Hezbollah è stato ucciso dall'esercito israeliano e le trattative di tregua sono state interrotte… Cosa ricordare del conflitto tra Hamas e Israele di domenica 31 marzo – Liberazione

Un secondo funzionario di Hezbollah è stato ucciso dall'esercito israeliano e le trattative di tregua sono state interrotte… Cosa ricordare del conflitto tra Hamas e Israele di domenica 31 marzo – Liberazione

La guerra tra Hamas e Israelefile

Le informazioni più importanti diffuse domenica 31 marzo riguardano la guerra tra Hamas e Israele.

A quasi sei mesi dall’inizio della guerra, scoppiata il 7 ottobre a seguito del sanguinoso attacco sferrato dal movimento islamista Hamas contro Israele, che ha provocato la morte di almeno 1.160 persone, l’offensiva di ritorsione israeliana non conosce tregua. La Striscia di Gaza assediata. Secondo Hamas, il bilancio delle vittime è salito domenica 31 marzo a oltre 32.700 persone, il che rappresenta una catastrofe umanitaria e una distruzione di massa. Ecco le informazioni da ricordare da domenica 31 marzo.

L'esercito israeliano ha annunciato di aver ucciso un leader di Hezbollah in un raid in Libano. L'esercito israeliano afferma questa domenica di averlo fatto “Escluso” Leader libanese degli Hezbollah in un attacco aereo nel sud del Libano. Due giorni dopo un altro leader del potente movimento armato libanese è stato ucciso in un raid nella stessa zona. “Un aereo dell'aeronautica militare ha colpito un'auto nella regione di Kunine in Libano su cui viaggiava Ismail Al-Zein. Dettagli in un comunicato stampa: È stato l'uomo “capo […] “Un'unità è responsabile di una decina di attacchi.” Contro Israele.

Il Ministero della Salute di Hamas fissa un nuovo bilancio di 32.782 morti. Questo pomeriggio il Movimento islamico ha annunciato un nuovo bilancio: circa 32.780 persone sono state uccise e altre 75.300 ferite nella Striscia di Gaza dall'inizio della guerra, il 7 ottobre. Nelle ultime 24 ore sono stati registrati altri 77 morti palestinesi. Secondo l'esercito, i soldati israeliani lavorano soprattutto attorno agli ospedali dove si nascondono i combattenti di Hamas. All'ospedale Al-Shifa, il più grande dei territori palestinesi, l'esercito ha affermato di aver ucciso circa 200 persone “Terroristi” Dal 18 marzo è sottoposto a un intervento chirurgico presso il complesso ospedaliero. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità nel complesso si trovano ancora 100 pazienti e 50 operatori sanitari.

READ  Maura Healey, la prima governatrice lesbica eletta negli Stati Uniti

I negoziati vacillano, così come la speranza di raggiungere una tregua. Un funzionario di Hamas ha detto domenica che le posizioni tra il suo movimento e Israele nella guerra nella Striscia di Gaza sono ancora “molto distanti” e non lasciano speranza di “progresso” nei negoziati di tregua, che dovrebbero riprendere domenica in Il Cairo, secondo un funzionario.Ad Hamas. Il media egiziano filo-governativo Cairo News Channel. Tuttavia, venerdì il primo ministro israeliano ha dato il via libera ai colloqui: un fronte, secondo il funzionario di Hamas, che Benjamin Netanyahu considera un “fronte”.“Non è serio né interessato, e l’amministrazione americana non sta esercitando una reale pressione”. Egli ha aggiunto che il movimento non ha ancora deciso se inviare una delegazione ai colloqui di Doha o del Cairo con l'obiettivo di raggiungere una tregua.

Benjamin Netanyahu viene operato di ernia, mentre fervono i preparativi per una manifestazione a Gerusalemme. Il 74enne primo ministro israeliano sarà sottoposto a un intervento chirurgico domenica sera per curare un'ernia, ha annunciato il suo ufficio in un comunicato stampa. Si precisa che l'intervento verrà attuato “In anestesia generale”. Il vice primo ministro e ministro della Giustizia Yariv Levin assumerà il periodo ad interim e determinerà la posizione di primo ministro. Nella stessa serata è prevista una manifestazione che riunirà i critici del governo Netanyahu e le famiglie degli ostaggi israeliani detenuti a Gaza davanti al Parlamento di Gerusalemme, mentre si profilano trattative per raggiungere un accordo che consenta la liberazione degli ostaggi. essere giunto ad un vicolo cieco.