Dicembre 3, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Test ripetitore TP-Link RE650: wifi 5 non ha detto la sua ultima parola

TP-Link RE650 è un ottimo ripetitore. © Digitale

Il TP-Link RE650 ha quattro antenne che possono essere piegate in un blocco rettangolare molto grande con un’altezza di 16,5 cm. Una volta dispiegate, queste antenne sono alte circa 8 pollici e larghe 14 centimetri. Puoi anche liberare spazio per alloggiarlo, perché una volta collegato alla sua presa elettrica, occupa una profondità di 5,5 cm.

Con un peso di 400 grammi, il suo peso è al livello delle sue misure. Fortunatamente, TP-Link ha dotato il RE650 di una presa di tipo E (fase, neutro e terra) per mantenerlo correttamente in rete. Nota che ha due spine di terra per collegare il ripetitore su e giù.

C'è una presa gigabit per collegare un computer o creare un punto di accesso.  © Digitale

C’è una presa gigabit per collegare un computer o creare un punto di accesso. © Digitale

Il RE650 è dotato di un jack RJ45 Gigabit sul bordo sinistro per collegare un computer o collegarlo direttamente alla scatola per fungere da punto di accesso. Un grande pulsante rotondo circondato da un LED blu attiva la funzione WPS. Di seguito, rileviamo anche tre LED blu per indicare la qualità della connessione delle bande da 2,4 GHz e 5 GHz, nonché l’avvio.
Infine, sulla destra sotto l’antenna inferiore, sono presenti tre pulsanti: reset, LED (acceso/spento) e start.

È possibile spegnere il ripetitore senza scollegarlo o spegnere le sue luci a LED.  © Digitale

È possibile spegnere il ripetitore senza scollegarlo o spegnere le sue luci a LED. © Digitale

In termini di funzionalità wifi, TP-Link gestisce il WiFi 5 (802.11ac) con la banda a 2,4 GHz che fornisce una velocità teorica di 800 Mbit/s, mentre la banda a 5 GHz fornisce 1733 Mbit/s.

Il ripetitore TP-Link RE650 può essere installato in due modi, tramite l’app per smartphone Tether o tramite l’indirizzo tplinkrepeater.net tramite l’interfaccia web. Innanzitutto, è necessario collegare RE650 a una presa relativamente vicina alla scatola o al router e connettersi ad esso tramite Wi-Fi: prima conterrà l’SSID TP-Link_Extender. L’app offre quindi una procedura di decine di passaggi molto brevi. La configurazione richiederà 5 minuti per la persona che utilizza questo tipo di installazione.

L'installazione viene eseguita passo dopo passo.  © Digitale

L’installazione viene eseguita passo dopo passo. © Digitale

Una volta completata la configurazione, l’app Tether consente di configurare un intero ripetitore. Non è necessario passare attraverso l’interfaccia web per impostare i più piccoli dettagli come la modalità operativa, l’assegnazione dell’indirizzo IP (DHCP) o l’attivazione della banda di frequenza. Tuttavia, alcune funzionalità sono presenti solo nell’interfaccia web, come l’aggiornamento del software interno.

© Digitale

Troverai le stesse impostazioni nell’interfaccia web, senza causare alcuna difficoltà per gli utenti ordinari. Non c’è controllo parentale nel programma, ma semplici impostazioni. In questo modo è possibile consentire l’accesso ad alcune periferiche, oltre che a fasce orarie.

© Digitale

Per valutare le prestazioni del ripetitore TP-Link, abbiamo replicato i segnali a 2,4 GHz e 5 GHz da un router Netgear RAX200 che abbiamo collegato a un laptop tramite un adattatore da 2,5 Gb/jack. Per misurare la velocità, abbiamo trasferito un file da 4,73 GB (immagine disco) dal primo laptop a un secondo laptop con un chip wifi Intel AX200 6, ma anche a un computer desktop fisso al piano di sopra collegato a una scheda PCIe Gigabyte GC-WBAX200 anch’essa con un chip Intel AX200 ma con un’antenna esterna.

Il router è posizionato in un angolo della struttura, e il ripetitore è collegato ad una presa a 15 cm dal pavimento circa al centro di quest’ultima. Effettuiamo una misura a 1 m dandoci portate ottimali (punto 2), un’altra in un locale a circa 5 m dal ripetitore con parete portante opposta al router (punto 4), una terza misura sul PC fissato al piano di sopra tramite un pavimento in cemento (Punto 3), e anche l’ultima misurazione al piano di sopra, ma al di sopra della prima stanza dove le portate del router sono al minimo (Punto 5).

WiFi 5 velocità sulla banda 5GHz (più grande è, meglio è).  © Digitale

WiFi 5 velocità sulla banda 5GHz (più grande è, meglio è). © Digitale

Sulla banda di frequenza 5GHz, il RE650 offre tutto il suo potenziale con una registrazione massima di 372 Mbit/s grazie alla nostra scheda wifi e all’antenna dedicata, o circa 47 Mbit/s in media durante il trasferimento. Anche nel punto più lontano da casa nostra, le velocità non scendono mai sotto i 160 Mbit/s, o 20 Mbit/s in trasmissione.

TP-Link è semplicemente il ripetitore più veloce che abbiamo testato sulla banda 5GHz e VARIAZIONE NETTA EAX15 Limitato a 310 MB/s e TP-Link RE605x Ad una velocità di 315 MB/s. Ricordiamo che questi due modelli forniscono 1200MB/s in wifi 6 sulla banda 5GHz.

Velocità WiFi 5 sulla banda di frequenza a 2,4 GHz (più alta è, meglio è).  © Digitale

Velocità WiFi 5 sulla banda di frequenza a 2,4 GHz (più alta è, meglio è). © Digitale

Nella banda a 2,4 GHz, il RE650 è il meno aggiornato. La velocità massima dei dati registrati è di 70 MB/s, o appena 9 MB/s, a 1 m dal ripetitore. L’unica buona notizia è che questo flusso viene mantenuto in quasi tutti i nostri punti di misurazione. Tuttavia, abbiamo identificato l’instabilità della ricezione con i trasferimenti che si interrompevano e poi riprendevano senza una ragione apparente. Pertanto, nella banda a 2,4 GHz, RE650 si riferisce al ripetitore Netgear EX3110, che ha una larghezza di banda di soli 300 MB/s mentre RE650 dovrebbe fornire 800 MB/s.

READ  Sam: Il governo annuncia di essere "in contatto" con le aziende per "creare opportunità di lavoro"