Maggio 30, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Sognare ad occhi aperti è più vantaggioso di quanto pensiamo, e lo dice la scienza

Sognare ad occhi aperti è più vantaggioso di quanto pensiamo, e lo dice la scienza

I momenti in cui guardiamo il vuoto sono spesso visti male in ambito professionale, non sono inutili! Studio dalla rivista natura Si suggerisce che sognare ad occhi aperti stimoli la formazione di nuove reti neurali, che migliorano l’assorbimento e l’elaborazione delle informazioni. Questa ricerca è stata effettuata attraverso Esperimenti sui topi hanno rivelato l’importanza di queste fasi di rilassamento cerebrale per la memoria e la plasticità cerebrale, aprendo nuove prospettive sui benefici del sognare ad occhi aperti, anche sul lavoro.

Questo interesserà anche te

[EN VIDÉO] Le lingue straniere fanno bene alla memoria Parlare più lingue ha molti benefici per il cervello e mantiene lo stato psicologico del…

In un contesto professionale, un individuo che fissa il vuoto durante una riunione è spesso visto come distaccato o annoiato. Tuttavia, un recente lavoro svolto da scienziati americani e pubblicato su una prestigiosa rivista natura Lei suggerisce che questi momenti di assenza potrebbero effettivamente fare bene al nostro cervello. Lo studio suggerisce che perdersi nei pensieri può stimolare la creazione di nuove reti neurali, migliorando la nostra capacità di assorbire ed elaborare le informazioni.

I ricercatori hanno condotto una serie di esperimenti sui topi. Ciò ha comportato il monitoraggio dell'attività cerebrale dei roditori mentre erano esposti a due immagini separate di una scacchiera, che venivano visualizzate su uno schermo seguite da un periodo di schermo grigio di un minuto. Hanno scoperto che anche se i topi erano fisicamente inattivi, i loro neuroni continuavano a emettere segnali elettrici specifici dell’immagine, anche durante i momenti di visione assente. Ciò che è ancora più sorprendente è che quando i topi fissavano lo schermo grigio, la loro attività neurale non si fermava; Imitava ciò che veniva osservato durante la visualizzazione delle immagini, suggerendo che i roditori stessero “sognando” immagini viste in precedenza.

READ  La tazza spaziale di fantascienza della NASA contiene una bevanda a gravità zero

Fasi fondamentali del sogno ad occhi aperti

Questa attività neurale si verificava principalmente quando i topi erano rilassati, soprattutto all'inizio della giornata dopo essere stati esposti ripetutamente alle stesse immagini. I ricercatori hanno notato che queste fasi del sogno ad occhi aperti sembrano necessarie per distinguere e memorizzare le due diverse immagini.

Le implicazioni di questa scoperta sono significative. Periodi di apparente inattività contribuiscono alla plasticità cerebrale, cioè alla capacità del cervello di cambiare e adattarsi. Sebbene siano necessarie ulteriori ricerche per stabilire una relazione causale specifica tra il sogno ad occhi aperti e la plasticità cerebrale, i risultati attuali sono promettenti.