Maggio 22, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Scoperta di potenti proprietà antietà nelle piante invasive

Scoperta di potenti proprietà antietà nelle piante invasive

i contadini la considerano una “erbaccia”,Xantium stromarium L.) è usato nella medicina tradizionale cinese per alleviare molti disturbi. Recentemente, i ricercatori hanno scoperto potenti proprietà antietà legate ai suoi effetti antiossidanti e antinfiammatori. Tuttavia, la pianta è altamente tossica e invasiva. Quindi il suo uso nei prodotti farmaceutici solleva molte domande.

Originario dell’Europa meridionale, dell’America, del Nord Africa e dell’Asia centrale, il kokelpur è una pianta erbacea che è stata introdotta in molte parti del mondo. Predilige particolarmente i terreni umidi e sabbiosi, e cresce generalmente lungo i bordi dei fossi e degli argini dei fiumi. I suoi frutti rotondi sono ricoperti da una buccia dura e spinosa, oltre che da una linfa appiccicosa che secerne ancora di più se sbucciata o tagliata. Per secoli, i guaritori tradizionali cinesi hanno usato questo frutto per curare mal di testa, sinusite, ulcere gastriche, disturbi della pigmentazione della pelle, sintomi legati alla tubercolosi e artrite reumatoide, tra gli altri.

IL ricerca Modern ha isolato più di 170 composti attivi dalla pianta e sta ora esplorando i loro effetti antitumorali, antibatterici, antidiabetici, antilipidemici, ecc. Il nuovo studio, condotto dalla Myeongji University in Corea del Sud, è il primo a trovare effetti sia terapeutici che preventivi per la pelle, compreso un aumento della produzione di collagene. ” A questo proposito, può essere un ingrediente attraente per creme o altri cosmetici. », Lei suggerisce Eunsu Song, studente di dottorato presso la Myongji University e coautore dello studio. ” È probabile che mostri un effetto antietà sinergico se miscelato con altri composti, come l’acido ialuronico o l’acido retinoico. Aggiunge.

:: La maglia che sostiene la bandiera! ::

Proteggi la pelle e previeni le rughe

Presentato a Discover BMB 2023, l’incontro annuale dell’American Society for Biochemistry and Molecular Biology a Seattle (USA), il nuovo studio ha identificato molecole attive estratte dal frutto di Cocklebur con proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Sono stati quindi testati su cellule della pelle coltivate in laboratorio per valutare il loro effetto sulla produzione di collagene (che dona alla pelle la sua elasticità e previene le rughe), sulla guarigione e sui danni associati all’esposizione ai raggi UV (una delle principali cause dell’invecchiamento cutaneo). .

READ  Quali benefici per la salute ci si può aspettare da una campagna di vaccinazione universale al college?

Risultati: gli estratti di frutta migliorano significativamente la produzione di collagene, accelerano la guarigione delle ferite e proteggono efficacemente dai raggi UV. Dopo aver analizzato gli estratti dei frutti coltivati ​​in diverse regioni, i ricercatori hanno anche scoperto che quelli della Corea del Sud avevano proprietà bioattive leggermente superiori rispetto a quelli delle varietà coltivate in Cina.

Tuttavia, è importante notare che il Cocklebur è altamente tossico. La sua linfa in particolare contiene carbossitractilloside, un composto che può danneggiare le cellule del fegato. Questo composto può essere fatale per l’uomo e gli animali se ingerito in grandi quantità.

Anche dosi molto elevate di estratti di frutta sono potenzialmente dannose per la pelle. I ricercatori hanno in programma di fare ulteriori ricerche per valutare correttamente la loro sicurezza e il dosaggio per l’uso nei cosmetici. Per fare questo, i meccanismi biomolecolari coinvolti negli effetti benefici per la pelle saranno studiati in modo più approfondito, attraverso test in laboratorio et al Lui vive.

Sfruttamento che può danneggiare la biodiversità

Vuoi rimuovere gli annunci dal sito
Pur continuando a sostenerci ?

È semplice, basta registrarsi!

Al momento, 20% di sconto Sull’abbonamento annuale!

Va inoltre tenuto presente che si tratta di una pianta esotica considerata invasiva in molti paesi. Possedendo un forte potere coloniale, compete facilmente con colture da reddito come soia, mais e cotone e ne riduce notevolmente la resa.

L’introduzione di specie aliene invasive è una delle 5 principali minacce alla biodiversità. © Terra.org

Inoltre, i suoi frutti si attaccano facilmente ai vestiti, al pelo degli animali e alle piume, permettendo loro di disperdersi facilmente per chilometri. Adattabile a molti ambienti, la pianta cresce sulle sponde rocciose dei corsi d’acqua e tollera l’elevata salinità crescendo sulle spiagge.

Per quanto riguarda il controllo delle specie, sarebbe particolarmente necessario Più di 3 anni di soppressione dei semi per sradicarlo completamente dalla zona. Lo sfruttamento della pianta – compresa la sua coltivazione su larga scala – può danneggiare non solo l’agricoltura, ma anche la biodiversità. L’introduzione di specie aliene invasive è già una delle cinque principali minacce alla biodiversità.

fonte : Scopri BMB 2023