Febbraio 24, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Sconti popolari e caccia all’affare… Come gli europei si adattano all’inflazione

Sconti popolari e caccia all’affare… Come gli europei si adattano all’inflazione

Inserito domenica 20 novembre 2022 alle 07:00

Di fronte all’inflazione, gli europei puntano sui marchi discount e danno la priorità alla loro spesa.

L’inflazione non scoraggia nessuno. I prezzi sono in aumento da mesi in tutto il mondo, in particolare in Europa, che è stata colpita dall’impennata dei prezzi dell’energia.

Uno dei risultati più importanti è l’aumento dei prezzi dei generi alimentari, che non si vedeva da più di quarant’anni. Per mantenere il proprio potere d’acquisto, i consumatori europei cercano di adattare le proprie abitudini, Soprattutto al supermercato.

popolari riduttori

È abbastanza codice: Nel Regno Unito, il tedesco Aldi è diventato il quarto supermercato più grande del paese all’inizio dell’anno scolastico, Morrisons ha più di 100 anni, dietro Tesco, Sainsbury’s e Asda. Questo movimento è comune in tutta Europa: i negozi meno costosi, o percepiti come tali, stanno conquistando molti nuovi clienti.

“In Francia, acquisiamo 500.000 clienti per periodo”, spiega Michel Pierrot, direttore esecutivo degli acquisti di Lidl, analizzato dal docente Kantar. “I marchi che funzionano meglio sono Leclerc, Aldi, Lidl, Hyper U e oggi sono i più economici”, come stimato da Michel Edouard Leclerc, Presidente del Comitato Strategico di E.Leclerc Stores. Per far fronte alla questione, Carrefour, considerata più costosa dai professionisti del settore, ha insistito all’inizio di novembre per offrire lo “sconto” in occasione della presentazione del suo programma di viaggio per i prossimi anni.

In Spagna Mercadona, che si colloca a metà strada tra un discount e un supermercato (con grandi superfici di vendita ma un assortimento piuttosto ridotto), detiene più di un quarto del mercato, molto davanti a Carrefour (9,6%) e Lidl (5,8%). ). Ma la competizione con quest’ultimo e con Aldi si è intensificata negli ultimi mesi, secondo Kuntar.

READ  L'Europe Boursière termine en hausse, soulagement sur la Fed - 15/07/2022 alle 18:10

Determina le priorità di spesa

Un altro riflesso del consumatore: una gerarchia di spese, consapevoli o meno. “Tutto ciò che non è essenziale, ad esempio vino o champagne, tesoro, bellezza”, sottolinea Stefan Roger, del membro del panel Kantar, “abbassato abbastanza bruscamente”. Meno dolci, meno regalini… Gli sconti sono evidenti anche tra i clienti in questo tipo di acquisto. “Le nostre vendite non alimentari sono nettamente in calo”, conferma Michel Piero.

Con meno priorità trattenuta, l’abbigliamento per bambini in crescita continua a essere venduto, ma l’abbigliamento per adulti ha meno successo. L’euforia del fai-da-te e dello sviluppo è svanita a passi da gigante durante la pandemia di Covid-19 quando, confinati nelle proprie case, tutti si prendevano cura della propria casa.

“In tutti i paesi europei i volumi di vendita diminuiscono con l’inflazione”afferma Emily Meyer, esperta di prodotti di consumo per IRI Specialty. Tuttavia, ricorda che “non tutto dovrebbe essere collegato all’inflazione” e questo rimbalzo può essere spiegato anche dall’aumento delle vendite nei supermercati nel 2021, quando il Covid stava ancora interrompendo i pasti fuori casa.

E la ristorazione? “I consumatori pianificano di spendere meglio, piuttosto che non spendere affatto, come hanno fatto nel 2008”, ha affermato Maria Bertoch della società di ricerca NPD Group. Durante questa precedente crisi inflazionistica, in Germania, Gran Bretagna, Francia, Italia e Spagna, le vendite in quest’area sono state piuttosto sostenute, fino a diminuire solo del 2,3% nel 2009.

Controllo bollette giornaliere

Bolletta telefonica, assicurazione auto, abbonamento palestra… Invece di “tagliare la spesa”, dicono i 60 milioni di consumatori, che hanno un numero speciale dedicato alle ricette per “ripristinare il potere d’acquisto”. Molti consumatori hanno risolto le loro spese ricorrenti. “Ho chiamato la SFR per farmi innervosire e ho ottenuto uno sconto di 5 euro al mese”, racconta Mathilde Guillerme, una madre di Lille.

READ  Lunedì la SNCF metterà in circolazione 10.000 tessere Young Advantage a 1 €

Rinegoziare mutui, assicurazioni casa… Per 60 milioni di consumatori, i guadagni possono arrivare a centinaia di euro al mese per le famiglie.

Se la spesa viene esaminata e stabilita per priorità, lo stesso vale per i flussi di cassa: il calo del potere d’acquisto sulla scia dell’accelerazione dell’inflazione sta alimentando la domanda di salari in tutta Europa, con scioperi nazionali recentemente in Belgio e in Grecia, dove “l’alto costo della vita è insopportabile”, secondo la più grande federazione nazionale.