Giugno 20, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Recensione Razer Leviathan V2 Pro: la nostra recensione completa – Soundbar

Recensione Razer Leviathan V2 Pro: la nostra recensione completa – Soundbar

barra audio i giochi Accompagnato dall’enorme subwoofer, Razer Leviathan V2 Pro intende offrire un’esperienza audio surround ai giocatori PC. Questa nuova iterazione certificata THX include una telecamera a infrarossi che mira ad adattare la riproduzione del suono in base alla posizione delle orecchie.

La promessa è semplice: simula l’uso delle cuffie e migliora l’immersione offrendo un suono surround virtuale dinamico che si adatta ai movimenti dell’utente. Proposto al prezzo consigliato di 400 euro, il Leviathan V2 Pro non dimentica il suo DNA i giochi Include anche l’illuminazione RGB.

scheda tecnica

Questo test è stato eseguito utilizzando un prodotto offerto dal marchio.

Design ed ergonomia

Non ci sono rivoluzioni in vista quando si tratta del design dell’altoparlante Razer Leviathan V2 Pro. Utilizza infatti una struttura simile alla versione standard, decorata con alcuni pulsanti ed elementi aggiuntivi per essa monitoraggio dalla faccia. Soprattutto, è più imponente della sorella maggiore.

Beneficiamo quindi di una soundbar relativamente imponente, anche se abbastanza bassa da scivolare facilmente sotto lo schermo, a condizione che i piedi non interferiscano. Il bar, concettualmente, ha una larghezza equivalente a quella di uno schermo da 27 pollici.

Fonte: Edouard Patout per Frandroid

Nel nostro caso, la barra è stata installata sotto uno schermo da 35 pollici, montato su un comodo braccio. Se il tuo monitor ha un piedino “normale” dovrai assicurarti che riesca a scorrere sotto la barra, altrimenti dovrà essere spostato in avanti. Infatti, la barra è quasi sempre installata abbastanza alta due piedi per far passare i cavi o sotto uno schermo come il Razer Raptor.

La parte anteriore presenta una bellissima griglia interamente in metallo con il logo Razer al centro, abbinato al marchio THX all’estrema destra. Stando un po’ più in alto grazie al piedino di cui sopra, il Leviathan V2 Pro diffonde una sottile luce RGB alla sua base dandogli l’impressione di fluttuare.

Razer Leviatano V2 Pro
Fonte: Edouard Patout per Frandroid

In alto troviamo la telecamera ad infrarossi accompagnata da proiettori puntati sull’utente. Questo stesso gruppo è circondato da otto LED verdi che fungono da feedback visivo quando si interagisce con la barra. Possiamo, ad esempio, conoscere la dimensione dell’output o la modalità di riproduzione di un file monitoraggio.

L’ergonomia generale è semplificata dalla presenza di cinque pulsanti nella parte superiore della barra. C’è una rotella di controllo del volume, che viene utilizzata anche per la riproduzione. Il primo pulsante consente di scorrere diversi profili EQ mentre il pulsante 3D consente di passare da una modalità audio associata all’altra monitoraggio dalla testa.

READ  Ecco come sarebbe un volo di successo dell'astronave, il razzo più grande del mondo
Razer Leviatano V2 Pro
Fonte: Edouard Patout per Frandroid

Infine, gli ultimi due pulsanti sono dedicati all’illuminazione RGB e alla selezione della sorgente. La connettività è relativamente limitata sul Leviathan V2 Pro. Guardando sul retro del dispositivo, c’è un connettore di alimentazione, una porta USB C per il collegamento a un computer, una porta jack per il collegamento a un subwoofer e un’uscita per le cuffie. Quindi, l’unica altra opzione di connettività è il Bluetooth.

Razer Leviatano V2 Pro
Fonte: Edouard Patout per Frandroid

Non dimentichiamo l’enorme subwoofer, che è parte integrante degli altoparlanti Leviathan V2 Pro. Con cinque chilogrammi e un tweeter da 25 cm, dovrai trovargli un posto, idealmente sul pavimento per sfruttarlo appieno. Tuttavia, non è wireless e quindi deve essere collegato alla barra oltre al suo alimentatore.

Nel complesso, la barra del Leviathan V2 Pro convince per il suo design, anche se forse è un po’ più grande per i nostri gusti. Se proprio dovessimo trovare un difetto, potremmo desiderare che i pulsanti in alto seguano l’illuminazione RGB e non si limitino al verde Razer.

Caratteristiche

La suite software Razer Synapse è logicamente compatibile con la nuova iterazione di Leviathan. Oltre alle opzioni di potenza ed equalizzazione comuni ad altri prodotti audio del marchio, l’app offre varie impostazioni personalizzate per questa versione pro. Le diverse funzioni di scorrimento ripetono le funzioni dei diversi pulsanti visualizzati sopra.

Razer Leviathan V2 Pro - morsetto

Prima di tutto, è possibile personalizzare il modo in cui funziona il face tracking. Per impostazione predefinita, il nastro funziona in modalità stereo classica. E’ possibile configurarlo anche in modalità “riempimento”, in caso di ascolto di gruppo durante la serata oa pasto.

Invece, le due opzioni principali sono ciò che ci interessa qui. Il primo obiettivo è simulare un casco adattando la riproduzione del suono ai movimenti della testa. Il secondo è per THX Spatial e sarà quindi più adatto per sorgenti 5.1 o superiori.

READ  Google Deepmind fa un balzo in avanti di 800 anni nella fisica dei materiali!

Razer Leviathan V2 Pro - morsetto

Come spesso accade, Razer è molto istruttivo nel descrivere le varie impostazioni presenti nell’app. Questa è una buona cosa e ti permette di capire rapidamente l’azione del nastro e le sue modalità sonore. Anche il volume del subwoofer è adattivo, il che non è un male, perché è potente.

offerte

a parte

Prima di procedere con questo test, dobbiamo definire i termini di quest’ultimo. I più attenti avranno notato: il nostro test è stato pubblicato in ritardo in relazione al rilascio di Leviathan V2 Pro. Tuttavia, il prodotto è nelle nostre mani da dicembre 2022. Questo ritardo si spiega con il fatto che la prima copia che abbiamo ricevuto presenta un difetto significativo nella gestione delle basse frequenze.

Razer Leviatano V2 Pro
Fonte: Edouard Patout per Frandroid

Abbiamo ricevuto una seconda copia, della stessa serie, anch’essa affetta dallo stesso problema. Infine, a febbraio è arrivato un ultimo nastro, da un’altra serie, e questo non presenta problemi. Dopo alcuni test e indagini, sembra che il subwoofer stesse causando il problema e che almeno una redazione francese abbia dovuto affrontare il problema. Nessuno da segnalare in altri paesi, secondo Razer.

Razer non ci ha dato una risposta ufficiale a questo problema, ma sembra che ci stiamo dirigendo verso una pre-produzione imperfetta. Dato che siamo stati tra i primi al mondo ad avere il timone in mano e i modelli ora disponibili (secondo Pacchetto) non sono più interessati. Non vi è, a nostro avviso, alcun rischio nell’assegnare questo titolo.

esperienza sonora

Dopo questi pochi problemi durante le prime settimane, è difficile non apprezzare le prestazioni audio del Leviathan V2 Pro. La barra offre un suono molto potente e potente. Ad esempio, sapendo che controlla il volume del sistema, non siamo mai andati oltre il 10% del livello di volume generale per un ascolto confortevole. Oltre a ciò, i vicini non lo apprezzeranno, soprattutto a causa del subwoofer.

READ  Recensione Bose Frames Soprano: occhiali acustici per un maggiore ascolto

Infatti, oltre al grande volume che può offrire la barra, anche il petto è un po’ eccessivo. Sebbene sia possibile ridurne il volume all’interno di Synapse, anche al livello più basso, ci sembra comunque molto presente. Apprezziamo però la sua presenza in gioco, che assume fin da subito più importanza rispetto alla classica installazione audio.

Razer Leviatano V2 Pro
Fonte: Edouard Patout per Frandroid

La barra si difende perfettamente in stereo e abbiamo apprezzato sia l’ascolto di musica che la riproduzione di un titolo di videogioco. Attiva le modalità monitoraggio Il volto viene ascoltato rapidamente e, per una volta, sentiamo davvero la differenza e la potenza di questa tecnologia.

Normalmente, quando si utilizza la modalità cuffia, la transizione da sinistra a destra non ha quasi alcun effetto sulla nostra percezione del suono. Il nastro si adatta costantemente alla sua larghezza e riesce a far dimenticare alle persone che sta emettendo un suono. Questa è la modalità che abbiamo preferito utilizzare perché è la più comoda soprattutto per l’ascolto della musica. In modalità spaziale THX, la vista è meno convincente. Sebbene il suono sia più oscuro, l’effetto è meno seducente e rimane simile a quello che riescono a ottenere i bar da salotto.

Razer Leviatano V2 Pro
Fonte: Edouard Patout per Frandroid

Il vantaggio principale resta soprattutto la costanza nella distribuzione, che permette di dimenticare da dove proviene il suono e permette infatti alla barra di simulare la presenza di più diffusori disposti in una stanza. Insomma, l’esperienza è ottima, ma non rivoluziona il nostro utilizzo del dispositivo.

Prezzo e disponibilità

Il Razer Leviathan V2 Pro è disponibile al prezzo consigliato di 400€.

Dove comprare

Razer Leviathan V2 Pro al miglior prezzo?