Giugno 14, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Questa è una regola che dà davvero fastidio alle star che l’Arabia Saudita ha contratto

Questa è una regola che dà davvero fastidio alle star che l’Arabia Saudita ha contratto

Il resto seguirà dopo questo annuncio

Quest’estate l’Arabia Saudita ha inferto un duro colpo. Desiderosi di far luce sulla Saudi Professional League, i leader sauditi sono riusciti nella loro missione. Dopo aver ingaggiato Cristiano Ronaldo lo scorso gennaio, sono riusciti ad attrarre altre stelle internazionali come Karim Benzema, Neymar, Riyad Mahrez, N’Golo Kante, Sergej Milinkovic-Savic e Kalidou Koulibaly. Questi giocatori hanno chiaramente accettato di lasciare il calcio europeo per arrendersi agli stipendi sproporzionati offerti in particolare dai quattro grandi club (Al-Hilal, Al-Ittihad, Al-Ahly e Al-Nasr) di proprietà del fondo di investimento sovrano, il Public Investment Finanziare. .

Da allora, i media hanno seguito logicamente i primi passi nel nuovo ambiente, e il minimo che possiamo dire è che ci sono molte sorprese, perché alcune di queste stelle sono deluse (e non per il livello del campionato locale). Da parte della federazione il caso Jota ha fatto molto parlare di sé. L’esterno portoghese è stato ingaggiato per 30 milioni di euro e non è già più nei piani del suo nuovo club, a meno di due mesi dal suo approdo in Arabia Saudita. In un momento in cui i regolamenti della SPL consentono solo otto giornate all’estero, Jota ha già dovuto lasciare il posto al nuovo acquisto Luiz Felipe. Recentemente, questi nuovi livelli sono stati scoperti nella AFC Champions League. Una competizione i cui regolamenti fanno davvero discutere.

Per leggere
La vita privata di Neymar rimane controversa

Non tutte le stelle possono giocare insieme in Asia C1

L’articolo 27.1 infatti lo indica “Ogni club partecipante può selezionare solo un massimo di sei (6) giocatori stranieri partecipanti dall’elenco di selezione dei giocatori.” E “Se più di cinque (5) giocatori stranieri partecipanti vengono selezionati dall’elenco di selezione dei giocatori, almeno uno (1) di tali giocatori stranieri partecipanti deve essere cittadino di una delle associazioni membri (AFC),” Nota dell’editore ». In altre parole, i club sauditi possono tesserare tanti giocatori stranieri quanti vogliono per partecipare alla Premier League asiatica (AFC), ma possono selezionarne solo cinque per le partite (e quindi sei, se uno di loro della seconda nazionalità fa parte del Stati membri dell’AFC). È qui che le cose si mettono male.

Nella squadra dell’Al-Nasr, l’ex Lensois Sekou Fofana è stato escluso dalla partita del Persepolis (2-0). Ad Al Hilal, Jorge Jesus ha dovuto prendere una decisione. Nella partita contro l’uzbeko Navbahor Namangan (1-1), i cinque stranieri scelti dal tecnico portoghese sono stati Neymar (che ha avuto una serata negativa), Malcom, Michael, Aleksandar Mitrovic e Ruben Neves. Il risultato: diversi giocatori chiave come Yassine Bounou, Kalidou Koulibaly e Sergej Milinković-Savic sono rimasti indietro. Questa è una decisione che non è stata accettata da molte di queste star, secondo lui Piace. Come gestirà Jorge Jesus questa situazione da qui alla fine della competizione? La domanda merita di essere posta (e non solo ad Al Hilal). Lui segue.

pub. IL
Potresti ridere