Maggio 30, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Più di 4.000 persone sono state evacuate dalla regione degli Urali

Più di 4.000 persone sono state evacuate dalla regione degli Urali

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >

Il governatore della regione russa di Orenburg ha annunciato che la rottura della diga di Orsk sugli Urali ha provocato l'allagamento di 2.500 case.

Più di 4.000 persone sono state evacuate da un'area allagata dopo che una diga è crollata venerdì nella regione russa di Orenburg, negli Urali, hanno detto sabato le autorità regionali, e l'incidente è avvenuto anche durante lo scioglimento della neve. “Sono state evacuate 4.208 persone, compresi 1.019 bambini”.ha annunciato su Telegram il servizio stampa del governatore regionale Denis Basler.

In totale c'erano poco più di 2.500 case “allagato” In questa regione di confine del Kazakistan, lo hanno precisato in un comunicato stampa.

Gli sfollati vengono reindirizzati “Verso rifugi temporanei”Dennis Bassler ha sottolineato in una lettera separata in cui ha annunciato un'assistenza finanziaria eccezionale.

Queste grandi inondazioni si verificano il giorno dopo il crollo di una diga venerdì nella città di Orsk, situata al confine con il vicino Kazakistan, secondo l'ufficio del procuratore regionale, che sta seguendo il caso.

Secondo questa fonte, “avvertimento” Nel municipio di Orsk a marzo riguardo ad A “Violazione della normativa relativa alla tutela delle popolazioni e dei territori dalle emergenze naturali e provocate dall’uomo”..

Secondo le autorità regionali, la diga, parzialmente crollata, è prevista ufficialmente per il livello del fiume Ural, il fiume più grande della regione, che sarà di 5,5 metri, rispetto agli attuali 9,6 metri.

Scioglimento dei ghiacci

Anche le autorità regionali hanno sottolineato che la causa è stata lo scioglimento della neve “Imbarco” Fiumi della regione – compresi gli Urali – come “la ragione” aggiuntivi per le inondazioni.

READ  Un residente di Gaza descrive la situazione a Rafah

Il Ministero russo per le situazioni di emergenza ha pubblicato un video delle operazioni di evacuazione, che mostra l'acqua che entra nelle case e i civili evacuati dai soccorritori con i piedi nell'acqua.

Secondo queste foto, molti soccorritori hanno aiutato alcuni anziani a lasciare le loro case inondate dall'acqua.

Queste inondazioni causate dallo scioglimento delle nevi stanno colpendo anche il Kazakistan, un paese confinante con la Russia, spingendo il presidente Kassym-Jomart Tokayev a parlare in un discorso televisivo.

Il leader ha parlato sabato “Disastro naturale”, “Forse il più grande in termini di dimensioni e conseguenze degli ultimi 80 anni”..

“La situazione è difficile, ma non bisogna disperare (…). L’importante è evitare perdite umane”.Lo ha confermato pubblicamente“A causa delle inondazioni, in dieci regioni del Paese è stato dichiarato lo stato di emergenza locale”..

” data-script=”https://static.lefigaro.fr/widget-video/short-ttl/video/index.js” >