Ottobre 6, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Peugeot e-308 dietro la Renault Megane elettrica?

Peugeot lancerà la versione 100% elettrica della 308 nel 2023, un anno dopo l’arrivo dei concessionari alla Mégane E-Tech elettrica. La Renault dovrebbe temere questo nuovo concorrente? I primi elementi della risposta.

308 aggiunge un altro accordo al suo arco. già offerto con Due blocchi ibridi elettriciSarà disponibile nel 2023 in una versione 100% elettrica. Un tale meccanismo, si occuperà del nuovo MeganChe questa estate ha dominato il mercato francese in termini di auto elettriche.

Peugeot e Renault Questi modelli hanno preso strade opposte. Mentre Losange introduce un nuovo veicolo basato su una custom elettrica, la CMF-EV, Lion ha deciso di elettrificare l’esistente 308, con la piattaforma EMP2. Non ci sono ancora dubbi su una delle nuove regole STLA.

Dovremmo quindi aver paura dei vantaggi ridotti per e-308? Prima di confrontare questi modelli nella realtà il prossimo anno, vi proponiamo un primo confronto delle loro caratteristiche tecniche.


Leggi anche
Peugeot ha presentato l’auto elettrica 308, con un’indipendenza deludente

308 si rivolge al medio raggio

Dal suo lancio, Mégane ha offerto due livelli di potenza: 96 kW, o 130 CV, e 160 kW, o 220 CV. Ci sono anche due capacità della batteria: 40 e 60 kWh (capacità utilizzabile). Il primo funziona a bassa potenza e il secondo ad alta potenza, fatta eccezione per la versione migliorata Evolution ER con 130 cavalli e una batteria da 60 kWh.

Peugeot è attualmente soddisfatta di un tipo, con nuovi articoli. Dimentichiamo il motore da 100 kWh e la batteria da 50 kWh degli altri modelli elettrici in gamma. La potenza qui è di 115 kW o 156 CV. Pertanto, il marchio gioca dal lato mediocre e non cerca di correre per il potere. Nessun problema, non sono davvero utili per il cliente. Tuttavia, il produttore non ha ancora riportato valori di prestazione.

READ  passe d'armes tra Jeff Bezos e la Maison Blanche sur les prix de l'essence

Per quanto riguarda la batteria, l’e-308 annuncia una capacità totale di 54 kWh e 51 kWh di capacità utile. E così questa versione si colloca tra i due spettacoli di Mégane. Non sorprende che quest’ultimo manterrà il vantaggio della massima autonomia. Se la sua versione base pubblicizza 300 km, la versione EV60 promette 450 km, o addirittura 470 km nell’Evolution ER. Dal lato Peugeot contiamo poco più di 400 km.

Non è male considerando le dimensioni della batteria, ma potrebbe sembrare giusto con un’auto compatta abbastanza orientata alla famiglia. Più che solo autonomia, Peugeot mette in evidenza i consumi dell’e-308. Grazie ai miglioramenti aerodinamici (per l’avantreno e alla parte inferiore della carrozzeria) e all’utilizzo di pneumatici che riducono le perdite per attrito, Peugeot ha annunciato un consumo record di 12,7 kWh per 100 km. Il meglio di Megan è 15,5 kWh!

Carica più forte in Renault

La Mégane potrebbe riguadagnare il vantaggio sul lato di ricarica, dove è in ritardo il 308. Ad AC, quest’ultimo pubblicizza a 11 kW. In corrente continua fino a 100 kW massimo. Per Renault, la versione più economica si accontenta della ricarica AC da 7,4 kW (ricarica standard). È di 22 kW con le versioni “batch” e “optimal”. Lato corrente continua è di 85 kW nella versione “boost” e di 130 kW nella versione “ultra” e “optimal”.

Se la piattaforma EMP2 sembra limitare le caratteristiche tecniche dell’e-308, può dare un vantaggio a bordo. Per questa versione elettrica, però, Peugeot non ha fornito le dimensioni del bagagliaio, dimensioni che potrebbero risentire della batteria, come invece accade sull’ibrida. Fatta eccezione per la brutta sorpresa, l’abitabilità non dovrebbe cambiare. Pertanto, il 308 potrebbe essere più accogliente del Mégane, poiché puoi sentirti confinato in panchina.

READ  scomparsa. Quando Bernard Tapie voleva assumere la direzione di Manufrance a Saint-Etienne

Tecnologia elettronica Renault Megane

Dal lato guida, mentre la Renault soffre da tempo il confronto con Peugeot, la Mégane ha messo le cose in chiaro ed è quindi al passo con i tempi, con OpenR, due schermi da 12 pollici per hardware e infotainment, e quest’ultimo sfruttando la connettività di Google Servizi. L’atmosfera è piuttosto techno. È anche nella 308, ma con la confezione che ci sembra più sportiva. Non mancano ovviamente gli elementi i-Cockpit, tra cui un piccolo volante e strumenti in altezza. Il display centrale da 10 pollici è completato da una striscia di tasti touch personalizzabili.


Leggi anche
Test della tecnologia elettronica Renault Megane: consumi, autonomia e prestazioni misurate del nostro test superiore

Quindi, sei più tisico o sedentario?

Ovviamente, quando si gioca con la versione di fascia media, l’e-308 non mostra i migliori dati contro il Mégane, il che lascia una scelta tecnica. Inoltre, Peugeot potrebbe rischiare di scommettere prima sui consumi. L’e-308 farebbe bene a mantenere quella promessa.

Se il modello non è altrettanto efficiente, l’autonomia svanisce. Tuttavia, il criterio di acquisto è ancora quello dominante per la maggior parte dei clienti, soprattutto perché raggiungiamo più categorie di famiglie, che Mégane introdurrà. Per chi fa lunghi viaggi, Renault ha anche il vantaggio di una ricarica rapida che richiede meno tempo. Quindi sembra più vario.

Peugeot dovrà prestare attenzione anche ai prezzi, che si temono alti mentre i servizi sono nella media. Vediamo che l’e-2008 parte già da 38.750 euro. Per 1.500 euro in più abbiamo la Megane EV60 sovralimentata. Tuttavia, la 308 ha un bel asso nella manica: una versione station wagon più spaziosa.

READ  le vaccin Nuvaxovid livré dès lundi en France, Novavax espère "convaincre certes à recevoir leur première dose"