Giugno 20, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Pap Ndiaye autorizza la correzione delle copie della scienza scritte in bretone

Pap Ndiaye autorizza la correzione delle copie della scienza scritte in bretone

Questo lunedì, più di 860.000 candidati in Francia e all’estero hanno svolto test di lingua francese e matematica, prima di tuffarsi martedì in test di storia, geografia e scienze. Se questo test è di particolare importanza, è perché, come indica il suo nome ufficiale – Diploma National Patent (DNB) – è il primo test nazionale per l’approvazione dell’istruzione francese, con test completamente identici. , nella lingua nazionale, per tutti dalla Francia – per quanto riguarda la Francia. tutti ? appena.

Undici studenti della Breton Preparatory School hanno avvertito la scorsa settimana che hanno deciso di scrivere il loro test di scienze in lingua bretone, nonostante il divieto, ha rivelato il direttore della fondazione immersiva Diwan de Fanes (Morbihan) Nei poli della Francia occidentale. E non importa se le loro trascrizioni non sono state corrette, l’amore per la loro lingua, classificata come “in pericolo critico” secondo l’UNESCO, ne è valsa la pena.

Un’eccezione è stata ottenuta a marzo per i baschi

Come promemoria, le istituzioni Diwan fanno parte di una rete di scuole sindacali in cui tutte le lezioni sono impartite in lingua bretone. Il primo corso è stato aperto nel 1977. Oggi, più di 4.000 studenti seguono questo corso in Bretagna. La maggior parte di queste scuole private è soggetta a un contratto di partenariato con lo Stato. È gestito da un’associazione senza scopo di lucro composta dai genitori degli studenti.

Leggi anche: Basco, alsaziano, bretone… La Francia è ricca di lingue regionali

Il colpo di scena: questo fine settimana, il Ministero della Pubblica Istruzione ha dato ragione alle affermazioni delle Diwan Schools annunciando che le trascrizioni degli studenti universitari interessati sarebbero state corrette in bretone, senza conseguenze negative. Tuttavia, il francese è la lingua di riferimento per l’insegnamento, gli esami ei concorsi, ai sensi dell’articolo L121-3 del codice dell’istruzione.

READ  Non è consigliabile mangiare verdure crude la sera?

I sostenitori dell’apprendimento delle lingue regionali a scuola stanno spingendo da diversi anni per allineare il test di scienze con i test di storia, geografia e matematica. Quest’ultimo è stato un’eccezione dal 1994, ufficializzato dal 2017 e ha raccolto revisori bilingue. Se il test scientifico, che include fisica, chimica, scienze della vita, Terra e tecnologia, è servito finora come eccezione, è perché esiste in questo formato solo dal 2018.

“Abbiamo ricevuto informazioni dalla direzione dell’Accademia di Rennes che hanno ottenuto la stessa esenzione dell’Accademia di Bordeaux a marzo.Sabato, il capo della rete Diwan, Yann Auguen, ha accolto un collega della Francia occidentale. Vale a dire, il permesso di correggere copie di test scientifici scritti in bretone su base provvisoria, fino allo sviluppo di metodi per regolare il brevetto. La breccia è stata aperta il 17 marzo dal ministro dell’Istruzione, Pape Ndiaye, che aveva già concesso ufficialmente ai ragazzi delle scuole basche di scrivere un test di scienze nella loro lingua.

Lo spot che ha deliziato i parlamentari e gli eletti locali dei Paesi Baschi. In prima linea su questo tema, la rete Seaska di educazione associativa per immersione nella lingua basca – che comprende 4.200 studenti in 38 scuole della Purdue Academy – abituata ad atti di disobbedienza civile, come nel 2021, con davanti una catena umana dell’amministrazione della Purdue University of Defence Sul diritto degli studenti a sostenere gli esami nei Paesi Baschi. Nel giugno 2022 decine di professori si sono addirittura rifiutati di correggere le copie del brevetto, in segno di protesta.

La pedagogia è considerata incostituzionale

“Questo diritto lo hanno solo gli studenti delle scuole medie delle scuole di immersione, ed è un diritto richiesto anche per quelli della sezione bilingue del pubblico e del privato. Chiediamo anche che questo sia riconosciuto nei testi affinché non resti al bando capriccio del ministro”.affidato lancio Peio Joraguria, presidente della Federazione Seaska, che non intende fermarsi qui.

READ  Queste quattro cattive abitudini influenzano la memoria man mano che invecchiamo

Leggi anche: Lingue regionali: il Consiglio costituzionale controlla l’insegnamento universale

La questione del diploma di maturità fa parte delle richieste da molto tempo. Dalla sua riforma nel 2018, gli studenti non possono più sostenere determinati esami in lingua basca, come era stato autorizzato in passato. Per praticare la lingua basca per l’esame, devi scegliere la specializzazione nella lingua regionale. A partire da Jean-Michel Blanquer, c’è chiaramente il desiderio di impedire lo sviluppo delle lingue regionali. Ma è un diritto fondamentale per garantire la sopravvivenza delle nostre lingue che non le studiamo di nascosto! »E Poi aggiunse Peio Joraguria.

Nel 2021, il Consiglio costituzionale ha dichiarato incostituzionale l’educazione immersiva. L’articolo 4 della legge Mollack – il deputato Paul Mollack, attivista per la difesa della cultura bretone – voleva garantire legalmente “La cosiddetta educazione bilingue immersiva nella lingua regionale, in conformità con gli obiettivi di conoscenza della lingua francese stabiliti dal Codice dell’istruzione”. Ma gli Anziani hanno poi considerato l’educazione immersiva della lingua regionale “Che non si limita all’insegnamento di questa lingua, ma si rappresenta nell’usarla come lingua principale dell’educazione e come lingua di comunicazione all’interno dell’istituzione”. È in contrasto con l’articolo 2 della Costituzione che recita: La lingua della Repubblica è il francese.