Maggio 16, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Omicron: record di inquinamento, variante BA2, più bambini ricoverati che anziani… “Con cosa sta giocando la Danimarca” revocando le sue restrizioni?

La situazione dell’epidemia di Covid-19 è lungi dall’attenuarsi, eppure la Danimarca ha preso la decisione di revocare gran parte delle restrizioni dalla prossima settimana. I paesi vicini sono preoccupati.

Un ponte separa Danimarca e Svezia, tuttavia, in questi giorni, i due paesi scandinavi sembrano divergere notevolmente l’uno dall’altro nella gestione della crisi sanitaria.

La Danimarca ha annunciato in questi giorni la revoca di gran parte delle sue restrizioni (soprattutto la fine dell’uso delle mascherine e la riapertura di bar e ristoranti) a partire da lunedì prossimo. Tuttavia, l’epidemia non è ancora finita. Nella stessa situazione, la Svezia ha appena annunciato la proroga delle sue misure restrittive per altre due settimane. Un’occasione per valutare la situazione danese.

Record di inquinamento e BA2

La Danimarca sta affrontando un continuo aumento dell’inquinamento. Come in Francia, non sei mai stato così in alto. Eppure il paese viveva sotto restrizioni. L’emergere del sottofattore Omicron, BA2, sembra aver accelerato il numero di nuovi casi positivi. Con la pandemia che è diventata incontrollabile, la pandemia ha costretto la Danimarca a riconsiderare la sua strategia e favorire l’immunità di gregge.
Le autorità sanitarie danesi (SSI per Statens Serum Institut) ritengono che tra la vaccinazione forte e la svolta di Omicron in tutte le sue forme, l’immunità della popolazione in Danimarca arriverà nelle prossime settimane. “I tassi di infezione sono destinati a diminuire poiché sarà più difficile per il virus trovare persone da infettare”, ha affermato Tyra Grove-Krause, direttore di SSI.

Ancora sconosciuto, il rischio di reinfezione con altre varianti e l’immunità è limitato nel tempo sia con il vaccino che con il virus. La Danimarca spera che durerà abbastanza per dare un’occhiata al bel tempo senza una forte ripresa della pandemia.

READ  Al processo dei bianchi assassini dei corridori neri negli Stati Uniti, una giuria di 11 bianchi e un afroamericano

Ricoveri in aumento tra i bambini

Questo potrebbe essere il punto nero per le prossime settimane in Danimarca: con la folle circolazione del virus, i tassi di infezione esplodono in tutte le fasce d’età e, inevitabilmente, questo si fa sentire negli ospedali per i pazienti per i quali sono state rilevate forme pericolose.

Un grafico delle SSI alimenta da alcuni giorni i social network e mostra che la fascia di età infantile (0-2 anni) è quella più colpita, in proporzione, con i ricoveri dall’inizio di quest’anno. . La curva 0-2 anni fa saltare tutte le altre, in particolare il +80. Inimmaginabile poche settimane fa!

Bene, questo è preoccupante.

La Danimarca sta assistendo a un aumento *esponenziale* del numero di ricoveri ospedalieri.

I bambini sono ricoverati in ospedale su larga scala.

Il mondo deve urlare. pic.twitter.com/AqRBM1DgXR

– Gabriel Hebert-Mildu2122u24e5 (Gab_H_R) 26 gennaio 2022

Questo potrebbe essere l’effetto occulto della sottovariabile BA2, che non è ancora noto se l’infezione e la gravità sono maggiori di quelle di Omicron.

Ma, come in Francia, la Danimarca sta notando una diminuzione dei ricoveri nelle unità di terapia intensiva mentre tutti gli altri indicatori sono in preda al panico. Sono questi dati che hanno deciso i leader danesi di revocare gran parte delle restrizioni.

“Cosa c’è che non va nei danesi?”

Tuttavia, questa decisione appare rapida agli occhi dei vicini della Danimarca. In un quotidiano tedesco, Bild, ha chiesto: “Qual è il problema con i danesi?” E questo mentre in Germania il Paese mette in discussione il proprio impegno vaccinale in un momento in cui vengono ancora battuti nuovi record di inquinamento.

READ  Le parlement de la Floride vote pour punir Disney, jugé trop progressiste

chiedono i giornali svedesi. E i redattori scandinavi ricordano che la Danimarca, in crisi, è stata “sempre un passo avanti agli altri”.
“Quello che accadrà in Danimarca accadrà altrove tra due settimane”.

In tanti lo sperano anche se, ancora, con il Covid, la certezza di oggi non è il giorno dopo…