Aprile 21, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Ne è affetto il 14% degli adulti, ma non esiste ancora un trattamento

Ne è affetto il 14% degli adulti, ma non esiste ancora un trattamento

Secondo vari studi, circa il 14% degli adulti di tutte le età nel mondo soffre di acufene. Sebbene non sia grave, è considerata molto invalidante nell'1-2% dei casi. “È molto inquietante, rende difficile la comprensione e può disturbare il sonno”, afferma Roslyne Nicolas, 77 anni, vicepresidente dell'associazione francese Acoffin. Nel suo caso l'acufene si è sviluppato 20 anni fa a causa di un tumore benigno al nervo uditivo che gli ha causato la perdita dell'udito.

Voci fantasma

Nella maggior parte dei casi sono causati da malattie dell'orecchio (timpano perforato, infezioni, ecc.) o da un'esposizione prolungata a rumori intensi. Perché di fronte alla perdita dell'udito, la corteccia uditiva predispone meccanismi di compensazione: suoni che non esistono – suoni illusori – ma vengono percepiti come tali dal sistema nervoso centrale, senza stimolazione sonora esterna. L'impatto dell'acufene varia molto da individuo a individuo: da un piccolo fastidio, può sconvolgere la vita quotidiana causando stress, irritazione, ansia, ecc.

“Ci battiamo affinché venga riconosciuta questa malattia, che non è una malattia in sé ma provoca sintomi che potenzialmente causano vere e proprie malattie come la depressione”, spiega Roslyn Nicola. Uno studio pubblicato dalla Thursday National Hearing Association (JNA) e dall'Associazione francese Acouphène ha dimostrato che la prima consultazione da parte di un operatore sanitario avviene in media tardi, 6-7 anni dopo la comparsa dei primi sintomi. Sebbene molte persone chiedano consigli per l’acufene, non esiste ancora un trattamento curativo.

“Doppia punizione”

Il trattamento consiste spesso nell'applicazione di un apparecchio acustico, un dispositivo che consente di tollerare meglio l'acufene. Indossare protesi che emettono un rumore di fondo lieve ma persistente, chiamato rumore bianco, può aiutare a mascherare l'acufene e alleviare il disagio quotidiano. Secondo lo studio pubblicato giovedì, 1.563 persone affette da acufene che hanno risposto a un questionario tra ottobre 2023 e febbraio 2024 stimano il loro costo vivo medio a 1.079,85 euro all'anno.

READ  Covid-19 - Ammissione in terapia intensiva: sempre più persone sono completamente vaccinate ma i non vaccinati sono ancora la maggioranza

Le associazioni puntano quindi ad una “doppia punizione”: sofferenza fisica e morale ma anche economica. Tra i partecipanti, l'11,4% ha dovuto cambiare anche lavoro o postazione di lavoro. La ricerca medica continua a migliorare la comprensione e quindi la gestione del problema. Il progetto “Audicog”, guidato dalla professoressa Séverine Samson (Università di Lille), dal dottor Alain Londereau e dal loro team dell'AP-HP (Ospedale europeo Georges Pompidou e Pity Salpetriere) e del Brain Institute, con il sostegno della Hearing Foundation , ha appena fornito i suoi primi risultati.

“Disturbi dell'attenzione”

Lo studio è stato condotto su 300 persone, di età compresa tra 18 e 60 anni, uomini e donne, di cui 150 persone con acufene (gli altri fungevano da gruppo di controllo). “Abbiamo eseguito test completi su attenzione, memoria e cognizione, nonché ulteriori studi di imaging del cervello”, spiega il dottor Sampson. Questi test hanno rivelato “disturbi dell’attenzione” nelle persone con acufene, cioè una ridotta attenzione ai segnali di allarme, come riassume Alan Londero.