Dicembre 9, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Misteri sul pianeta rosso: il relitto solleva interrogativi

Un’immagine scattata dal Creativity Helicopter del luogo dell’incidente (ombrello e proiettile posteriore) sulla superficie di Marte. Foto: NASA/JPL-Caltech.

La persistenza del rover su Marte Dalla NASA et al Versatilità dell’elicottero Cerca sul pianeta rosso segni di vita antica. Ma ciò che incontrano più spesso sono i detriti del loro atterraggio.

Immagini a colori dettagliate riprese dall’elicottero Ingenuity mostrano paracadute e scafo di poppa situati a 1 km dal sito di atterraggio di Perseverance. Queste parti fanno parte dell’attrezzatura di ingresso, discesa e atterraggio (EDL) che è emersa sulla superficie del pianeta quando Perseverance è atterrato su Marte il 18 febbraio 2021. Biglietto per il blog della NASA Indica che la scoperta dei detriti non si ferma qui. Dopo aver identificato il tettuccio e il coperchio posteriore, altri piccoli pezzi di equipaggiamento EDL sono stati avvistati sul pianeta.

Il 16 aprile 2022, la NASA ha individuato una sostanza insolitamente luminosa in un’immagine della fotocamera Mastcam-Z. Questa “sostanza lucida” non è stata riconosciuta. Non è stato possibile identificarlo fino a quando il Perseverance Wagon non è entrato nelle Hogwallow Flats, a circa due chilometri dall’incidente, e ha restituito il panorama Mastcam-Z ad alta risoluzione a 360 gradi.

Coperte termiche su Marte

A quel tempo, il team EDL è stato in grado di identificare il materiale lucido come un isolante multistrato (MLI), probabilmente appartenente al carroponte. Il materiale corrispondeva al modello delle coperte termiche del veicolo spaziale, realizzate in Kapton o Mylar perforato con alluminio, molto probabilmente quello che nelle foto sembrava essere un materiale lucido.

Man mano che venivano prodotte più immagini degli Hogwallow Flats, venivano scoperti più detriti EDL, come un pezzo di rete di Dacron, comunemente usato nelle coperte termiche.

READ  Selezione dei migliori giochi Xbox 2022 secondo Metacritic

Dracon su Marte

L’immagine Mastcam-Z mostra materiale Dracon trovato su Marte. Foto: NASA/JPL-Caltech/ASU.

Sebbene il mistero della natura di questi oggetti sembri essere risolto, la domanda su come siano riusciti a sottrarsi alla collisione finora rimane senza risposta. Secondo la NASA, ciò potrebbe essere dovuto all’energia d’impatto che ha rilasciato materiale nell’aria, piccoli pezzi lanciati fuori dalla collisione balistica o semplicemente venti che hanno spazzato via i pezzi.

Fai attenzione ai detriti per le missioni future

Per ora il relitto non desta preoccupazione. Tuttavia, il team continuerà a salvare gli oggetti man mano che vengono trovati. I relitti dell’EDL sono comuni a queste spedizioni, poiché sono stati trovati anche nel sito del rover Curiosity.

A parte il fatto che non sono molto organizzati, cosa significa per la persistenza e le future missioni?

La NASA spiega che con una migliore tecnologia della fotocamera, le future missioni saranno in grado di identificare più facilmente questo tipo di detriti. “Gli ingegneri che progettano strumenti EDL per missioni future dovranno considerare (letteralmente) l’impatto del loro progetto su Marte e i requisiti della missione”, ha affermato l’agenzia spaziale.

“Nel frattempo, mentre continuano a raccogliere campioni per un possibile ritorno sulla Terra, i team di imaging persistenti continueranno a rivedere le immagini dal terreno alla ricerca di potenziali fonti di relitti di EDL. I team di campionamento continueranno anche a monitorare potenziali fonti di contaminazione per garantire l’integrità della cache di esempio restituita. . »

fonte : ZDNet.com