Giugno 14, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Magseed, “chicco di riso” nella diagnosi del cancro al seno presso la Clinica Clementville di Montpellier

Magseed, “chicco di riso” nella diagnosi del cancro al seno presso la Clinica Clementville di Montpellier

OC Santé, un gruppo di cura privato, ha investito in un nuovo dispositivo per determinare la posizione di un tumore al seno. Si colloca a livello dell’anomalia non evidente, consentendo un’identificazione accurata, un migliore comfort e un percorso di cura semplificato. Il primo paziente ne ha beneficiato lunedì presso la clinica di Clementville.

OC Santé, un gruppo ospedaliero privato, ha investito in un nuovo dispositivo per “identificare” un tumore al seno. “Esiste da circa dieci anni in Francia, ma è unico a Montpellier.”“, conferma il dottor Jean-Louis Hubeau, chirurgo del seno presso la Clinica Clementville. IL MagSeed®che è un pezzettino di magnete di pochi millimetri ed è più costoso del procedimento classico, comunemente chiamato “gancio” O “Baionetta” “È stato accolto all’unanimità dai quattro chirurghi presenti nella clinica.”. Tieni presente che l’uso di Magseed è completamente rimborsato.

Magseed contro “The Runaways”

Quando la lesione al seno è molto piccola, visibile solo con la mammografia o l’ecografia, e i noduli non vengono rilevati con la palpazione, è necessario determinarne la posizione utilizzando un filo metallico inserito nel seno. “Dei 650 pazienti affetti da cancro al seno visitati nel corso di un anno a Clementville, uno su tre ha richiesto l’identificazione preoperatoria.”

La clip che permette di “marcare” il tumore viene posizionata nel reparto di radiologia prima dell’intervento.

La fissazione viene eseguita il giorno prima o la stessa mattina dell’intervento. L’operazione classica, poco dolorosa, fa comunque rabbrividire. Questo “arpione” posizionato dal radiologo poco prima dell’intervento di escissione – l’operazione che consiste poi nell’asportazione di una piccola porzione del seno per stabilire la diagnosi – consente al chirurgo di individuare facilmente la lesione quando “interviene”.

“La porzione esterna del filo metallico passa attraverso la pelle, dove viene fissata con una benda per garantirne la completa sterilità”. Pertanto l’intervento potrà essere attuato solo il giorno prima o il giorno stesso. “Ciò rimane molto scomodo per il paziente. Il Magseed è una clip molto più piccola, lunga 5 millimetri e con un diametro di 1 pollice, più piccola di un chicco di riso e senza fili esterni.”

Benessere psicologico e fisico per il paziente

Questa determinazione può essere presa diversi giorni o anche diversi mesi prima dell’intervento. “Questo è molto interessante per i pazienti trattati con chemioterapia. Semplifica il circuito multi-processo, lenisce e fornisce comfort psicologico e fisico.”

Il giorno dell’intervento, il chirurgo utilizza una sonda rilevatore di sezioni che emette un segnale audio man mano che si avvicina “Altamente focalizzato”, “Tolgo la zona di marcatura dove è centrata la sezione magnetica, per l’analisi. Dal montaggio della sezione al trasporto della sezione operatoria in laboratorio, è più flessibile per me come per il radiologo e più comfort per il paziente .

È stato segnalato il primo paziente che indossa questa clip “con soddisfazione”. “Questa etichetta non rappresenta alcun pericolo, è inerte e può essere indossata per diversi mesi senza incidere sulla lesione.”Il chirurgo conferma. “Ovviamente questo non fa suonare i cancelli di sicurezza.”Si conclude con umorismo.

Con questa clip dovresti agire prima che il tumore diventi evidente. Pink October sarà l’occasione per sensibilizzare l’opinione pubblica sullo screening del cancro al seno, molto prima che un nodulo sia visibile al tatto. Col tempo ci riprendiamo.

READ  Cibles de carboneutralité: des failles majeures