Maggio 26, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

L’Italia e le elezioni europee: domande e trattative…

L’Italia e le elezioni europee: domande e trattative…

Come si avvicina l’Italia alle elezioni europee? Daniel Zappala, giornalista associato a Parigi del quotidiano “Avvenier”, discute l'ipotesi di un dialogo tra, da un lato, il gruppo europeo “Conservatori e Riformisti europei” e il partito Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni. Per il gruppo “Identità e Democrazia”, invece, il Raggruppamento Nazionale.

Articolo scritto

Informazioni sulla Francia – José Manuel Lamarck

Radio Francia

Pubblicato

Aggiornamento


Tempo di lettura: 5 minuti

A dieci settimane dalle elezioni europee, carico e trattative per l'Italia con il giornalista franco-italiano Daniel Zappala.  (Descrizione) (FHM / MOMENT RF / GETTY IMAGES)

Focus sull'Italia con Daniele Zappala, giornalista corrispondente del quotidiano Avvenire, sulle prossime elezioni europee. Il primo ministro Giorgia Melloni, presidente del consiglio del partito nazionalista Fratelli d'Italia, sa che questo partito è membro del Parlamento europeo del gruppo “Conservatori e Riformisti europei”, quindi come si avvicinano i nostri vicini italiani a queste elezioni? Con “Vox” per la Spagna, “Restaurazione” per la Francia, “Diritto e Giustizia” per la Polonia…

franceinfo: Daniele Zappala, quali sono le ipotesi, le trattative, le speculazioni in Italia a dieci settimane dalle elezioni europee?

Daniele Chappalà: In effetti, c'è la sensazione generale che questo sia un test cruciale per la coalizione di governo guidata dal leader più potente ma altamente controverso del Consiglio, Georgia Meloni. I sondaggi danno Melloni attorno al 26,27%, con i due “compagni di viaggio” Salvini e Forza Italia entrambi intorno all'8%. Quindi possiamo vedere chiaramente che ha questo ruolo dominante.

Si vocifera che Georgia Meloni “avvierà” un dialogo con il gruppo “Identità e Democrazia” del Parlamento Europeo, che comprende Raggruppamento Nazionale, l'AFD tedesca o la Lega per l'Italia di Matteo Salvini?

READ  Con l'integrazione di ITA, SkyTeam ha finalmente perso il suo punto d'appoggio in Italia

È vero che Melloni punta a diventare la figura di riferimento, ma le alleanze con obiettivi potenziali spaventano oggi i centristi della coalizione del partito del presidente Macron. Oggi in Italia si specula molto sull'ipotesi di un dialogo tra due partiti di riferimento: da un lato il partito Fratelli d'Italia di Giorgia Meloni per il gruppo europeo “Conservatori e Riformisti Europei”, e dall'altro il gruppo “Identità e Democrazia”, il Raggruppamento Nazionale.

In Italia si parla dei primi segnali di un possibile dialogo tra queste due forze. Anche se alcuni analisti ritengono che ci sia un vero divario in diversi punti del piano, soprattutto nelle posizioni legate all'Europa. Ma si può dire che il recente approccio di Giorgia Melloni, in particolare la sua posizione sull'Oceano Atlantico e la sua accettazione delle regole europee, abbiano abbassato il livello di allarme di diversi punti.

Ma dov'è oggi la vecchia democrazia cristiana italiana, Forza Italia, il partito di Silvio Berlusconi, deputato del PP al Parlamento europeo?

Quindi attualmente Forza Italia è guidata da Antonio Tajani, l'ex presidente del Parlamento europeo, che oggi è un po' il successore politico di Silvio Berlusconi, ma è una forza molto debole. Secondo vari studi pesa tra il 7 e l’8%.

Che dire della sinistra italiana alle elezioni europee in Italia?

E così la sinistra italiana continua il suo processo di ristrutturazione, e oggi il Partito Democratico è effettivamente sul punto di aumentare il consenso con un nuovo leader del partito, una giovane Ellie Schlein di origine americana. Lui abbraccia il rinnovamento nel Pd, ma molte animosità gli impediscono di allargare il campo delle alleanze.

READ  Il sentiment delle imprese continuerà a migliorare a gennaio

Quindi, attorno al Partito Democratico, abbiamo un panorama relativamente frammentato con molti partiti più piccoli, ma al centro e a sinistra dello spettro ci sono molte negoziazioni in corso. Ad esempio, Matteo Renzi, ex presidente del Consiglio, ha lanciato una coalizione federale, che ha chiamato “Alleanza europea delle Nazioni Unite”, implicando una nuova Quindi potrebbero esserci altre sorprese.