Maggio 25, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

L’esopianeta Trappist-1b è una Terra 2.0 abitabile?  Il James Webb Telescope ha la risposta

L’esopianeta Trappist-1b è una Terra 2.0 abitabile? Il James Webb Telescope ha la risposta

Appartiene a uno dei sistemi stellari più promettenti per la ricerca di vita extraterrestre: gli esopianeti Trappist-1b esaminati dallo strumento Merry del James Webb Telescope, alla ricerca di atmosfere. Cosa ci dicono i dati raccolti?

situato a 40,5 anni luceanni luce Dalla Terra, trame della stella Trappist-1 Scienziati di astronomiaScienziati di astronomia Dalla sua scoperta nel 1999. Tutto qui moglie stellaremoglie stellare Il rosso ospita almeno sette esopianeti, tutti con caratteristiche simili pianeti rocciosipianeti rocciosi abbiamo sistema solaresistema solare : dimensione, massa o addirittura densità! Tra questi, tre si trovano nella zona abitabile, l’area che consentirebbe l’esistenza dell’acqua nello stato liquidoliquido.

Per questo uno dei primi incarichi telescopiotelescopio James Webb ha dovuto concentrarsi su di esso, dirigendo il suo strumento AllegroAllegro verso questo interessante sistema planetario. Ha puntato gli occhi su Trappist-1b eesopianetaesopianeta più vicino alla stella. I risultati sono stati appena pubblicati in natura. “Queste note sfruttano davvero l’abilità InfrarossiInfrarossi in rete »dettagli di Thomas Green in a Comunicazioni dell’ESAE AstrofisicoAstrofisico presso il Centro Ricerche Ames NASANASA L’autore principale dello studio. “Nessun telescopio precedente aveva la sensibilità per misurare la luce nel medio infrarosso”.

Trappist-1b non ha un’atmosfera significativa

Con un diametro simile a quello terrestre, Trappist-1b è molto più vicino alla sua stella, con una distanza dalla sua stella 10 volte inferiore alla distanza tra loro. MercureMercure e il SulliSulli. Ma a causa della sua stella, è una nana rossa la cui radiazione è molto inferiore a quella del sole, a La donna di GiovanniLa donna di Giovanni, La luce che riceve è molto simile, pari a 4 volte quella della Terra. soprattutto, “Questo pianeta è già stato chiuso MareeMareedove un lato è sempre rivolto verso la stella e l’altro è nella completa oscuritàspiega Pierre-Olivier Lagage di CEA, coautore dell’articolo. Se ce n’è uno atmosfereatmosfere Per far circolare e ridistribuire il calore, il lato giorno sarebbe più fresco che se non ci fosse atmosfera.”

Questo è esattamente ciò che gli scienziati stavano cercando: utilizzando una tecnica chiamata spettroscopiaeclisseeclisse Al liceo, sono stati in grado di misurare il cambiamento luminositàluminosità sistema quando il pianeta passa dietro la stella. Quindi, è possibile tornare alla luminosità del pianeta sottraendo la misura durante un’eclissi da quella senza eclissi. È tutto nell’infrarosso grazie allo strumento James-Webb Miri, che è compatibile con la radiazione termica. Questa luminosità può poi essere collegata alla temperatura della stella, e quindi alla presenza – o meno – di un’atmosfera!

READ  Un'incroyable mêlée de galaxies fotografata da Hubble

I risultati sono alquanto deludenti: non ce ne sono! “Abbiamo confrontato i risultati con modelli computerizzati che mostrano quale dovrebbe essere la temperatura in diversi scenari.spiega Elsa Ducrot, scienziata del CEA e coautrice dello studio. I risultati sono quasi esattamente coerenti con il corpo nerocorpo nero Consiste di nuda roccia senza atmosfera per far circolare il calore. Non abbiamo visto alcun segnoassorbireassorbire una luce Diossido di carbonioDiossido di carbonioche sarà evidente in queste misurazioni.

“Un passo davvero importante nella storia della scoperta di esopianeti”

Se questo risultato non è positivo, consente invece di confermare le capacità di James-Webb, e rimane molto incoraggiante per continuare. Perché, per la prima volta, è stato individuato un esopianeta temperato. “C’era un gol che sognavoP. Bagagli aggiunti. E questo era tutto. Questa è la prima volta che possiamo scoprirloproblemaproblema Per un pianeta roccioso e temperato. Questo è un passo davvero importante nella storia della scoperta di esopianeti”.

Quindi, altri pianeti del sistema Trappist-1, o anche altri sistemi planetari, saranno esaminati allo stesso modo. Soprattutto intorno alle nane rosse, che sono le stelle che hanno maggiori probabilità di rilevare la vita extraterrestre. Ci sono dieci volte più stelle di queste via Latteavia Lattea Che ci sono stelle come il Sole, e che hanno il doppio delle probabilità di avere pianeti rocciosi rispetto a stelle come il SoleConcludendo TP Greene. Ma sono anche molto attivi: sono molto brillanti quando sono giovani ed emettono razzirazzi illuminante e Raggi XRaggi X chi può eliminare l’atmosfera.