Giugno 20, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

L’aumento del prezzo della pasta spinge la riunione di crisi del governo

L’aumento del prezzo della pasta spinge la riunione di crisi del governo

fatti. In Italia, l’aumento dei prezzi della pasta legato all’inflazione ha spinto il governo, e in particolare il ministro dell’Industria Adolfo Urso, a convocare questo giovedì una riunione di crisi. Secondo diversi media locali, i prezzi della pasta sono aumentati del 17,5% in un anno. L’inflazione dei prezzi al consumo in Italia è salita all’8,1% a marzo, secondo la Banca centrale europea. La pasta, a circa 1,80 euro a cartone, è ancora relativamente economica. Ma poiché il prodotto è intrinsecamente legato all’identità nazionale, il loro prezzo attira l’attenzione.

Cosa c’è dopo questo annuncio?

Accusa di speculazione. Con il calo dei prezzi del grano, alcune associazioni di consumatori italiane hanno presentato denunce ufficiali, accusando i produttori di speculazione. A seguito della denuncia, Adolfo Urso ha affermato che i consumatori trarrebbero vantaggio da una maggiore attenzione al tema, il che ha già spinto molte aziende a dichiarare che l’aumento del prezzo della pasta è temporaneo. Tra le associazioni arrabbiate c’era Assoutenti, un gruppo per i diritti dei consumatori che ad aprile ha pubblicato un sondaggio sui prezzi regionali della pasta Il WashingtonPost. L’associazione ha attribuito l’aumento dei prezzi ai produttori.

Il loro rapporto mostra che i prezzi della pasta sono aumentati in media del 25% rispetto allo scorso anno. Alcune città, come Modena, registrano un aumento di quasi il 50%, e solo 12 delle 110 province italiane possono acquistare un chilogrammo di pasta a meno di 2 euro. “Non c’è alcuna giustificazione per questi aumenti, a parte la speculazione che i grandi gruppi alimentari vogliano integrare i loro budget con profitti extra”, Lo ha detto in una mail Furio Truzzi, presidente del gruppo.

READ  Italia : une entente qui chamboule la carte énergétique

I produttori lottano. I produttori attribuiscono l’aumento a molti altri fattori oltre al prezzo del grano, in particolare ai costi di produzione. Lo ha detto Ivana Gallo, portavoce di Unione Italiana Dieta Il WashingtonPost, tale aumento è legato ai maggiori costi dell’energia, degli imballaggi e della logistica. Tuttavia, lei ci crede “L’impatto dell’inflazione della pasta sui bilanci delle famiglie italiane sarà minimo perché costano pochi euro”.

Perché è importante? Con una crescita che dovrebbe raggiungere solo lo 0,9% nel 2023, l’inflazione e il potere d’acquisto in Italia rimangono fonte di preoccupazione. Viceversa, da un punto di vista politico, controllare l’aumento del prezzo della pasta potrebbe servire al governo di Georgia Meloni sei mesi dopo. Tanto più che quest’ultimo è stato accusato di “dare la caccia ai poveri” dopo aver sostituito il reddito di cittadinanza con un assegno addizionale, che colpirà meno italiani. Benvenuta una riunione di crisi sui prezzi della pasta, motivo di preoccupazione per i consumatori italiani. Il governo ha formulato politiche incentrate sulla qualità, la disponibilità e l’approvvigionamento degli alimenti e recentemente ha rinominato il Ministero dell’Agricoltura in Ministero dell’agricoltura, della sovranità alimentare e delle foreste. È in questo senso che il governo ha adottato il decreto del 28 marzo che vieta la commercializzazione e l’importazione di alimenti prodotti in laboratorio per rispettare le tradizioni culinarie. “Crediamo che i prodotti di laboratorio non garantiscano qualità e benessere, e lo diciamo con orgoglio: non garantiscono la conservazione della nostra cultura e del nostro patrimonio”, disse allora il ministro italiano delle Politiche agricole e della sovranità alimentare.

Cosa devi sapere sull’Italia:

popolazione. 59 milioni di persone (25° nel mondo). In confronto, la Francia ha 68 milioni di persone.

economia. È al nono posto nel mondo in termini di PIL nominale. La Francia è al 7° posto.

Capitale. Roma

Dominio politico. “Democrazia incompleta” Secondo il codice democratico Economista. Il Paese è governato dal settembre 2022 da una coalizione di destra guidata da Giorgia Meloni del partito di estrema destra Fratelli d’Italia. Sergio Mattarella è Presidente della Repubblica Italiana dal 2015.

READ  Elezioni in Sardegna per il governo di Giorgia Meloni

Libertà di stampa. Si colloca al 41° posto su 180 secondo una classifica stilata da RSF, che descrive le minacce delle organizzazioni mafiose, in particolare nel sud del Paese, a vari gruppi estremisti che praticano la violenza. La Francia è al 24° posto.