Luglio 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

La Torre dei Giudici, costruita per le Olimpiadi del 2024, sta suscitando polemiche a Teahupoo

La Torre dei Giudici, costruita per le Olimpiadi del 2024, sta suscitando polemiche a Teahupoo

Quando, poco più di quattro anni fa, lo Stato francese ispirò a COJO l’idea di organizzare l’evento di surf per i Giochi Olimpici di Parigi del 2024 da qualche parte all’estero, fu una scelta politica intelligente e una scelta sportiva che aveva più senso della Francia continentale. Generale – Nessuno dubitava che un pugno di indigeni dell’estremità della penisola di Tahiti, situata a 15.000 chilometri dall’epicentro del terremoto di Parigi, avrebbe opposto una tale resistenza alla potenza dei Giochi, da non avrebbero mai voluto fare all’inizio e cosa che non cessarono mai di vederla con occhi preoccupati.

Perché la Torre dei Giudici è ora al centro della discussione?

All’inizio i tahitiani non credevano in questa candidatura olimpica. Mentre la domanda è stata presentata in modalità espressa e poco prima della scadenza, gli abitanti di Teahupoo hanno dovuto affrontare un’evidente mancanza di comunicazione da parte delle autorità polinesiane, che avrebbero dovuto rassicurarli, e da tempo immaginavano il peggio sul gigantesco gestore IT. Immaginavano che il loro angolo di paradiso si sarebbe presto trasformato in una località balneare di cattivo gusto con hotel ad ogni angolo. A Teahupoo bisogna ricordare che ci sono solo pensioni. E ancora, non molto.

Questo flottement è stressante a causa del gran numero di persone, all’interno della stanza, di informazioni sui conti e sugli ultimi tempi… Non aspettare lunghi periodi di tempo, quando viene da te, il tema del tour non dura. programma di lavoro. La primavera scorsa è scoppiata una prima ondata di proteste. Sono iniziati i lavori al porticciolo (piccolo porto di pescatori) e lungo la strada con l’installazione di palificazioni in sostituzione del mitico, ma non più a norma, ponte pedonale che scavalca il fiume Fuoro. Le forti piogge hanno seppellito Teahupoo sott’acqua e molti (in modo imbarazzante secondo gli esperti) hanno collegato l’inondazione ai lavori sulla passerella…

READ  Ligue 1 - Lille - Reims: Lusk è uscito dalla sua miseria con una vittoria (2-1)

Onda Teahupoo. (F. Seguin/L’Equipe)

Intanto in un’officina non lontana si stava costruendo una nuova torre dei giudici. silenziosamente. Ma all’inizio dell’anno scolastico a settembre, e con l’avvicinarsi della data della sua installazione sul lago, la questione è venuta alla ribalta, con un immediato e totale rifiuto, legato al suo impatto ambientale e, in misura minore, al suo costo. All’inizio di ottobre nel villaggio si è tenuta una manifestazione molto pubblicizzata sotto forma di marcia per la pace per protestare contro la nuova torre che da allora continua ad alimentare questa serie.

Perché la nuova torre è un problema?

Mentre Parigi 2024 ha “ La responsabilità ambientale è un obiettivo fondamentale della sua nomina e organizzazione », Gli abitanti di Teahupoo sono molto turbati dal presunto impatto di questa torre che, a loro avviso, è dannosa per la biodiversità dei fondali marini. Alcuni sostengono addirittura che la distruzione di parte del corallo potrebbe avere conseguenze sulla corretta formazione dell’onda.

Quando l’onda si infrange al largo, questa torre ha il grosso svantaggio di dover essere installata in laguna, rompendo così pezzi di barriera corallina, e facendo passare sotto la laguna grossi cavi (per lo scarico dei WC e delle fibre) per una distanza di oltre 750 metri. metri… Notiamo che questa nuova torre è Il suo prezzo è alto agli occhi della gente del posto: 4,4 milioni di euro. Che alla fine ha scatenato polemiche.

Perché la vecchia torre sembra fuori posto?

Ogni anno, da vent’anni, la World Surf League ha impresso nel calendario del circuito pro il proprio evento (per poi smantellarlo una volta completato) la ITS Tower, situata nel lago a poche decine di metri di fronte all’onda. È realizzato in legno e consente ai giudici di avere una buona visione dello spettacolo e di riprodurre la trasmissione in diretta su Internet. Tuttavia, non soddisfa le specifiche richieste dal Comitato Olimpico Internazionale. Infatti, come può attestare il presidente della Polinesia, non soddisfa gli standard di sicurezza dal… 2008. Inoltre, non potrà accogliere il numero desiderato da Parigi 2024 (giudici e funzionari), né avrà un’aria condizionata. -sala condizionata per i server…

La torre di legno della World Surfing Association.  (Dr. Michel/L'Equipe)

La torre di legno della World Surfing Association. (Dr. Michel/L’Equipe)

READ  Diversi giovani nel girone parigino contro OL

Per renderli compatibili sarà necessario rinforzarne le strutture in legno, ammettere meno persone all’interno e dividere e adattare una sala per i server. Questa antica torre, anche se finalmente approvata a costo di grandi sacrifici, non risolve il problema della necessità di far passare i cavi sotto il lago. Perché se è possibile bypassare lo scarico del WC (di solito le acque reflue vengono scaricate in un lago), allora la fibra è necessaria per le trasmissioni televisive…

E adesso?

Di fronte alla rivolta dei residenti locali, COJO ha prima rinviato qualche giorno fa l’installazione della nuova torre e ha iniziato a pensare intensamente alla vecchia torre per vedere se fosse effettivamente possibile apportarvi delle modifiche. Sulla carta questo non sembra scontato, altrimenti la nuova torre non sarebbe stata costruita appositamente. A meno che il CIO e Parigi 2024 non siano disposti a fare importanti concessioni. Lo sapremo mai? La sentenza è attesa entro la fine di novembre.

Tuttavia, nonostante l’insistenza del capo territoriale Moetai Brotherson, un sito di riserva – Taharuu è stato menzionato a Papara – è fuori discussione per COJO, il che rimane una solida motivazione per Teahupoo. Nel frattempo, Tony Estanguette, che ha visitato il sito per la prima volta nell’agosto 2022, ha intenzione di tornare molto presto a Teahupoo, proprio come il ministro dello Sport Amelie O’Dea Castera, che era lì lo scorso agosto.