Aprile 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

La prima mappa della distribuzione dell’acqua sulla luna

La prima mappa della distribuzione dell’acqua sulla luna

Se tutto va come previsto, l’anno 2025 vedrà il ritorno degli astronauti sulla Luna, tra cui una donna e la prima persona di colore, come parte della missione Artemis III. La NASA ha selezionato tredici potenziali aree per questo allunaggio, tutte situate vicino al polo sud lunare. Un’area scelta principalmente per la presenza di acqua in forma ghiacciata o particolata che potrebbe essere utilizzata per irrigare gli astronauti e produrre carburante per missili.

In questa prospettiva, uno studio condotto dalla Nasa e dall’Agenzia degli Stati Uniti (Associazione per la ricerca spaziale delle università) ha appena tracciato la prima mappa della distribuzione dell’acqua sulla Luna secondo la topografia. È stato realizzato utilizzando i dati dello Stratospheric Observatory for Infrared Astronomy (L’Osservatorio stratosferico per l’astronomia a infrarossiSophia), un telescopio installato a bordo di un Boeing 747SP che ha operato tra il 2014 e settembre 2022.

La mappa copre circa un quarto della superficie lunare della Terra al di sotto dei 60 gradi di latitudine e si estende fino al polo sud della luna. Con il suo dispositivo, Sophia è stata in grado di rilevare la firma ottica dell’acqua a una lunghezza d’onda di sei micron, rendendo possibile il raggiungimento del livello molecolare. Nel 2020, questo telescopio a infrarossi è stato il primo a confermare inequivocabilmente la presenza di acqua al polo sud lunare. È stato determinato che ci sono circa 340 grammi di acqua per metro cubo di suolo lunare.

Questa vista mostra i dati di Sofia di una “firma luminosa” dell’acqua sovrapposta a una visualizzazione della Luna come appariva al momento delle osservazioni nel febbraio 2022. Il colore blu indica l’aumento della concentrazione dell’acqua. © NASA Goddard Space Flight Center’s Science Visualization Studio/Ernie Wright

Il rover Viper seguirà il ghiaccio d’acqua al polo sud della luna

Per questo nuovo studio, presentato alla recente Lunar and Planetary Science Conference, gli astronomi si sono proposti di determinare come l’acqua è distribuita in base al rilievo. Per fare ciò, hanno confrontato i dati del polo sud con un’area di riferimento relativamente asciutta vicino all’equatore della luna. ” L’acqua si trova in massima concentrazione sui versanti ombrosi dei crateri e delle montagne, così come gli sciatori di discesa sanno che le piste meno soleggiate trattengono la neve più a lungo. Ciò indica che la geografia locale della Luna gioca un ruolo importante nella quantità di acqua presente. », Guardando Ricercatori. Queste informazioni saranno necessarie per decidere i siti di atterraggio per Artemis e per stabilire una base lunare.

READ  Come nasce l'alimentazione nel ciclismo: dietro le quinte della scienza nello sport

Da dove provenga l’acqua sulla luna rimane una questione aperta. È dovuto al vento solare, all’evaporazione dell’atmosfera terrestre e/o all’impatto di asteroidi? Una cosa è certa, La nostra conoscenza comune dal tempo di Apollo era che la luna era secca perché l’osso era difettoso afferma Paul Losey, professore all’Università delle Hawaii a Manoa e coautore dello studio. ” Sappiamo già che questo è sbagliato, ma la domanda è fino a che punto. »

Torneremo in futuro Rover Vipera (I volatili indagati nell’esplorazione itinerante del polo) dalla NASA per fornire alcune risposte. compilato da Inizia Dovrebbe atterrare al polo sud della luna alla fine del 2024 per una missione di 100 giorni. Dotato di tre spettrofotometri e di una trivella da un metro, la sua missione sarà la ricerca del ghiaccio e di altre risorse potenzialmente sfruttabili.