Giugno 17, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

La più alta inflazione del produttore cinese in 12 anni evidenzia le pressioni sui prezzi globali

Un lavoratore mascherato lavora in una linea di prodotti su un bordo in acciaio per biciclette in una fabbrica, poiché il paese è colpito dal nuovo focolaio del virus Corona a Hangzhou, Cina, 2 marzo 2020. China Daily via REUTERS / File

I prezzi delle porte industriali cinesi sono aumentati a maggio al ritmo annuale più rapido degli ultimi 12 anni, trainati dall’aumento dei prezzi delle materie prime, evidenziando le pressioni inflazionistiche globali in un momento in cui i responsabili politici stanno cercando di rilanciare la crescita colpita dal COVID.

Gli investitori sono sempre più preoccupati che le misure di stimolo causate dall’epidemia possano esacerbare l’inflazione globale e costringere le banche centrali a inasprire la politica.

L’indice dei prezzi alla produzione cinese (PPI) è aumentato del 9,0%, secondo un rapporto del National Bureau of Statistics (NPS).

NPS riferisce che l’aumento del PPI – il più rapido aumento mensile da settembre 2008 – è stato determinato da aumenti significativi dei prezzi del petrolio greggio, del minerale di ferro e dei metalli non ferrosi.

Secondo un sondaggio Reuters, gli analisti prevedono che il PPI aumenterà dell’8,5% dopo un aumento del 6,8% ad aprile.

L’aumento del PPI non ha ancora alimentato l’inflazione al consumo cinese, il che significa che la Banca popolare cinese non è più probabile che si preoccupi.

Ma ci sono alcune indicazioni che le fabbriche cinesi, con margini di profitto già ristretti, stiano inviando materie prime e costi dei componenti più elevati a clienti stranieri, il che potrebbe rafforzare il ciclo dell’inflazione globale. leggi di più

“La preoccupazione è che il PPI possa salire a lungo, creando un mal di testa economico se le aziende di medio o basso livello non riescono ad assorbire costi più elevati”, ha affermato Nee Wen, capo economista della Hawabao Foundation.

READ  I router WiFi mesh Euro 6 sono più economici di prima per i membri Prime

I prezzi al consumo hanno visto il più grande aumento su base annua in otto mesi, ma sono stati inferiori alle aspettative e all’obiettivo ufficiale del governo di meno del 3%.

“L’inflazione dei prezzi alla produzione si sta probabilmente avvicinando a un picco… Non ci aspettiamo che l’inflazione dei prezzi al consumo superi il 2% nei prossimi trimestri. -Ha detto Britzard.

Il rilascio arriva mentre gli investitori stanno prestando molta attenzione ai dati sull’inflazione negli Stati Uniti giovedì, sollevando preoccupazioni sul fatto che un’altra lettura elevata potrebbe spingere la Federal Reserve a iniziare a pensare a un allentamento del suo stimolo.

Le scorte di carbone e risorse cinesi sono aumentate dopo che i dati sull’inflazione dei prezzi alla produzione di NPS hanno dato impulso al mercato azionario più ampio. (.SSEC), (.CSI300). L2N2NR08S

Prezzi vantaggiosi

Su base mensile, il PPI è aumentato dell’1,6%, in aumento dello 0,9% ad aprile.

Le centrali elettriche a carbone hanno anche accumulato carbone caldo per soddisfare la crescente domanda di elettricità al picco estivo, con un aumento mensile del 10,6% nel settore dell’estrazione del carbone e della lavanderia, rispetto al 2,8% del mese precedente, ha affermato Dong Lijuan, esperto di statistica della NBS. .

I prezzi delle materie prime che influenzano il PPI, tra cui carbone, acciaio, minerale di ferro e rame, sono aumentati quest’anno, trainati dalla ripresa post-domanda e dai grandi flussi di cassa globali.

La banca centrale cinese ha affermato che i prezzi più alti delle materie prime e i livelli più bassi lo scorso anno potrebbero spingere l’inflazione dei prezzi alla produzione cinese più in alto nel secondo e nel terzo trimestre.

READ  Il duo statunitense si è dichiarato colpevole di aver aiutato l'ex leader Nissan Goshen a lasciare il Giappone

I politici cinesi si sono impegnati ad agire per raffreddare i prezzi dei beni roventi e impedire che vengano consegnati ai consumatori, mentre il pianificatore statale ha affermato che la Cina rafforzerà i controlli sui prezzi su minerale di ferro, rame, mais e altre materie prime. leggi di più

L’indice dei prezzi al consumo (CPI) cinese è aumentato dell’1,3% a maggio, in rialzo dello 0,9% ad aprile, ma è stato inferiore all’1,6% previsto in un sondaggio Reuters.

L’inflazione alimentare è salita allo 0,3% a maggio rispetto all’anno precedente a causa dell’aumento dei prezzi del pesce d’acqua dolce e delle uova, nonostante il calo dei prezzi della carne di maiale. Ciò si confronta con un calo dello 0,7% dei prezzi alimentari ad aprile.

I prezzi dei prodotti non alimentari, inclusi aria, benzina e diesel, sono aumentati del 5,5% all’inizio di maggio, dopo la festa del lavoro in Cina. leggi di più

Su base mensile, l’aumento dei costi di produzione in fabbrica sulle vendite di frigoriferi, televisori, laptop, materiali da costruzione e abbigliamento estivo ha iniziato a inviare ai consumatori, ma i loro aumenti di prezzo sono stati modesti, ha affermato Dong.

L’economia cinese ha visto una forte ripresa da un collasso indotto dal virus corona all’inizio dello scorso anno, rispetto al record del 18,3% nel primo trimestre.

I nostri standard: Principi della Fondazione Thomson Reuters.