Maggio 21, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

La nuova battaglia per Zhang Yongzhen, il ricercatore cinese che ha decifrato il Covid-19

La nuova battaglia per Zhang Yongzhen, il ricercatore cinese che ha decifrato il Covid-19

Messaggio da Shangai

Alla fine riprende il suo laboratorio, a costo di serate fuori e di una rissa molto pubblica. Zhang Yongzhen, il primo ricercatore a pubblicare la sequenza del genoma della SARS-CoV-2 più di quattro anni fa, è in aperto conflitto con l’istituzione che ospita il lavoro del suo team. Il caso venne alla luce il 28 aprile. Quella mattina, il signor Zhang e i suoi colleghi sono arrivati ​​al lavoro, ma hanno trovato la porta del Centro sanitario pubblico di Shanghai chiuso, all’estremità meridionale della città più popolosa della Cina. Il contenzioso si è intensificato con l’amministrazione per la scadenza del suo contratto.

Da uomo risoluto, Zhang Yongzhen ha deciso di organizzare un sit-in finché le guardie del centro non avessero aperto le porte. Le foto pubblicate dagli studenti ricercatori su Weibo, il sito Twitter cinese, lo mostrano stanco e scarmigliato, seduto su una sedia davanti alle guardie di sicurezza di coloro che sono riusciti a restare al suo fianco. Viene poi mostrato sdraiato su un materasso, sotto una trapunta, mentre dorme all’aperto, con un thermos, bottiglie d’acqua, sacchetti di cibo e sempre le guardie accanto a lui. Le scatole a terra erano bagnate dalla forte pioggia. “Non me ne andrò, non mi arrenderò, lo farò per la scienza e la verità”., ha scritto in un post che presto verrà cancellato sul social network. Lo scienziato resta fuori per tre notti.

Il signor Zhang ha iniziato a lavorare in questo laboratorio cinque anni fa. Dopo quasi due decenni presso il Centro per il controllo e la prevenzione delle malattie, un’istituzione più vicina al governo centrale, ha avuto la tentazione di contattare la direzione dell’istituzione associata alla prestigiosa Università Fudan. Il manager dell’epoca, Zhou Tongyu, gli aveva promesso un finanziamento annuo di 3,5 milioni di yuan (450mila euro) affinché non perdesse tempo in cerca di soldi e potesse concentrarsi sui suoi affari. “Ricerca scientifica di prima classe” Sui virus. Gli ha anche prestato la macchina. Zhang sarà orgoglioso di vedere il nome del centro comparire sei volte su riviste scientifiche natura et al cellula Tra il 2018 e il 2020. Inizialmente lavoratore temporaneo, era prevista la sua costituzione entro due anni.

READ  Il Bundestag ha eletto cancelliere Olaf Schulz

Progressi decisivi nei test e nei vaccini

Arrivano i primi giorni del 2020, il 3 gennaio, il suo laboratorio riceve campioni da un paziente affetto da questo nuovo tipo di polmonite che sta colpendo la città di Wuhan. Nella rivista tempoHa raccontato come il suo team ha lavorato per due giorni e due notti senza sosta, utilizzando le ultime tecnologie per sequenziare per la prima volta il genoma della SARS-CoV-2 il 5 gennaio. Ha contattato il primario di medicina respiratoria dell’ospedale centrale di Wuhan, nonché il Ministero della Salute, e si recherà nella capitale dell’Hubei l’8 gennaio per spiegare ai funzionari sanitari locali la sua comprensione del virus e suggerire misure di protezione pubblica.

Ti resta il 56,69% ​​di questo articolo da leggere. Il resto è riservato agli abbonati.