Febbraio 6, 2023

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

La nazionale francese – Asimmetria difensiva, la nuova scoperta tattica di Didier Deschamps dopo la Danimarca

Se qualcuno immagina ancora Didier Deschamps come un tecnico duro con la tattica, il Ct della nazionale ha trovato un nuovo modo per fargli cambiare idea. Dopo aver aggiustato France-Air a metà tempo a Euro 2016, revisionato il tricolore offensivo con il ritorno di Karim Benzema negli ultimi mesi e provato a difendere con tre uomini, Deschamps sembra aver trovato la sua magia nel 2018. Ma ribaltandola completamente. Durante i Mondiali di Russia, il tecnico della nazionale francese ha puntato su Blaise Matuidi in uno spettacolare ruolo di finta ala sinistra, lontano dalla sua solita posizione, in fase offensiva. Asimmetria nella spinta e ora riconsiderata in Qatar, quando l’avversario prende possesso palla.

Tali fantasie tattiche sono diventate sempre più comuni negli ultimi anni, come il terzino, il ruolo di Joao Cancelo in testa, sotto Pep Guardiola al Manchester City. Ma raramente si verificano recidive senza gonfiore dei piedi. Sabato contro la Danimarca, Didier Deschamps è riuscito a innovare ribaltando i Blues quando ha perso palla. I campioni del mondo stanno mettendo a punto un 4-3-3, con Antoine Griezmann un centrocampista avanzato, ma molto meno del suo ruolo abituale in Nazionale, e un trio d’attacco composto da Mbappé – Giroud – Dembele. La sua prima corsa durante la vittoria sull’Australia è stata soddisfacente, ma comunque perfetta, e ha fatto molto affidamento sul peso delle sue risorse offensive.

Coppa del Mondo

Sei gol e due grandi stelle: grande prestazione di Camerun – Serbia

2 ore fa

Dembele si trasformò e Griezmann divenne più liberato

Di fronte ai danesi che hanno battuto due volte nella Società delle Nazioni nel 2022, il “DD” ha modificato senza cambiare tutto. Tuttavia, ha cambiato tutto. 4-3-3 ancora al suo posto, con l’unico vero sviluppo non legato all’infortunio – Varane al rientro, Theo Hernandez al posto del fratello Lucas che si è ritirato per il resto del Mondiale – Jules Conde al suo posto. Benjamin Pavard è sulla corsia di destra della difesa. Il vero cambiamento è arrivato nel posizionamento dei Blues quando Rød-Hvide ha preso possesso. E ha gli usi di Ousmane Dembele e Antoine Griezmann come strumenti chiave.

Pressing implacabile, il giocatore dell’Atlético Madrid avrebbe potuto essere limitato ai suoi nuovi undici. Il suo posto in mezzo ai tre dovrebbe teoricamente impedirgli di avvicinarsi a chiudere il perno di campo sulla prima linea difensiva a tre colori. Tranne per compensare la sua attività in eccesso con una nuova risorsa dalla tavolozza tattica di Didier Deschamps. Entra Ousmane Dembele. Il Padiglione Tricolore è più famoso per i suoi arabeschi artistici che per la sua bandiera ritirata. Ma Deschamps gli ha affidato un ruolo di primo piano nell’equilibrio difensivo della Francia.

READ  Leonardo annuncia il colore del mercato invernale e il profilo di Xavi Simmons

Sforzandosi più in basso del solito, l’ex Rennes si è avvicinato alla coppia Adrien Rabiot – Aurélien Tchouaméni per rivedere un centrocampo a tre. Invece di incollare la linea laterale, Dembele è stato utilizzato per coprire all’interno del campo sulla fascia destra, limitando l’influenza del centrocampo danese e le scelte degli architetti Christian Eriksen e Pierre-Emile Hojbjerg. Se l’ala è più sottopopolata, la permanenza di Jules Conde come terzino destro, difensore centrale di mestiere, offre maggiori garanzie di copertura.

https://i.eurosport.com/2022/11/28/3498903.png

Nuova modifica necessaria

Questa nuova versione di Les Bleus, preparata frettolosamente dopo il ritiro di Karim Benzema e senza alcuna preparazione prima della Coppa del Mondo, risponde al desiderio di Didier Deschamps di mettere a disposizione le sue risorse nelle migliori condizioni in modo che contribuiscano all’espressione collettiva.

Il tandem Koundé – Dembélé ha mostrato una straordinaria complementarità, rafforzata dai grandi sforzi del Barcellona. Così, la nazionale francese ha subito solo due tiri nel primo tempo contro una delle squadre più glamour degli ultimi mesi, segnando in media più di due gol a partita. Dei dieci danesi al fischio finale, nessuno dei battitori dei danesi è arrivato nel terzo destro. “Dal momento in cui tutti i giocatori si sentono ansiosi senza palla e lavorano insieme, non importa quanti attaccanti abbiamo, facciamo il lavoro e questo crea questa solidità collettiva.Raphael Varane ha accolto domenica in una conferenza stampa.

A differenza del 2018, il pericolo arriva da ogni parte.

Mentre a destra si infila, bloccando, a sinistra Kylian Mbappe, esente da parte delle responsabilità difensive per trovarsi nella posizione ideale per accelerare la ripresa e presentarsi contro di lui. Antoine Griezmann, ha poi fatto una corsa nella stessa area di Olivier Giroud per bloccare il fairway centrale del manto erboso. Dopo l’asimmetria offensiva a sinistra nel 2018, i Blues sembrano aver trovato il loro equilibrio con l’asimmetria difensiva a destra nel 2022.

Questa esperienza danese potrebbe ripetersi contro la Tunisia mercoledì e per il resto della competizione. Kingsley Coman ei suoi pochi incontri come stampa di destra improvvisata non sembrano meno desiderabili di Ousmane Dembele in questo ruolo ibrido. Antoine Griezmann e forse Kylian Mbappe dovrebbero continuare. Stesse cause, stessi effetti… stessa nuova certezza?

Coppa del Mondo

Video- Uno scoop da gigante: lo splendido gol di Abu Bakr

2 ore fa

Coppa del Mondo

Onana espulso per motivi disciplinari: verso una partenza imminente dal Qatar?

5 ore fa