Ottobre 25, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

La morte di Abdelaziz Bouteflika: imbarazzante l’autorità algerina

Giaceva in Piazza dei Martiri, Cimitero Alia, Algeri. Abdelaziz Bouteflika sarà sepolto domenica 19 settembre, insieme agli eroi della Guerra d’Indipendenza.

L’ex presidente algerino, estromesso dal potere nel 2019 dopo vent’anni alla guida dell’Algeria, è morto venerdì, all’età di 84 anni, in una casa di cura a Zeralda (a ovest di Algeri) dove viveva in isolamento da due e un anno e mezzo. Il suo funerale avrà luogo dopo la preghiera di mezzogiorno (dopo le 13:00 ora locale), secondo la televisione di stato.

Questo articolo è riservato ai nostri abbonati Leggi anche La vita da mille e uno per l’ex presidente algerino Abdelaziz Bouteflika, morto a 84 anni

Le sue spoglie saranno esposte in anticipo al Palazzo del Popolo, un edificio cerimoniale nel centro di Algeri, per consentire a dignitari e cittadini di onorarlo finalmente, prima di prendere la strada per il cimitero di Alia, a dieci chilometri di distanza, secondo diversi media locali. .

Nella Piazza dei Martiri di questo cimitero riposano tutti i suoi predecessori, insieme alle personalità e ai martiri della Guerra d’Indipendenza (1954-1962).

Dall’annuncio della sua morte, che ha suscitato reazioni imbarazzanti da parte delle autorità algerine, c’è stata incertezza su dove sarebbe stato sepolto il sig. Bouteflika e sull’organizzazione del suo funerale. Indebolito e incapace di parlare dopo aver subito un ictus nel 2013, Bouteflika è stato costretto a dimettersi il 2 aprile 2019, dopo quasi due mesi di manifestazioni di massa organizzate dal movimento per la democrazia contro la sua intenzione di candidarsi per il quinto mandato consecutivo.

Leggi anche Dopo la sua stigmatizzazione, l’isolamento protetto di Abdelaziz Bouteflika ad Algeri

Dopo diverse ore di esitazione senza una reazione ufficiale, il presidente Abdelmadjid Tebboune, che era primo ministro sotto Bouteflika, ha emesso un decreto, sabato a mezzogiorno, in una dichiarazione, con metà della bandiera nazionale. “Entro tre giorni”, per onore “L’ex presidente Mujahid [combattant de l’indépendance] Abdelaziz Bouteflika ».

Sabato (18 settembre), il giorno dopo la morte dell'ex presidente Abdelaziz Bouteflika, sono state issate le bandiere algerine.

Gli ex capi di stato che sono morti in precedenza sono sepolti con il più grande onore, come il primo presidente dell’Algeria indipendente, Ahmed Ben Bella (1963-1965) che ha meritato un funerale di stato dopo la sua morte nell’aprile 2012.

READ  Sparatoria in Norvegia - Narbonnese, studentessa a Kongsberg testimonia: 'Quello che è successo è incredibile'

Il signor Bouteflika, che ha emanato un decreto di lutto nazionale per otto giorni, ha accompagnato personalmente la bara del Palazzo del Popolo, dove sono state rivelate le spoglie, al cimitero di Alia, alla presenza di tutta la classe politica e degli alti dirigenti della repubblica . Maghreb arabo.

Anche il terzo presidente dell’Algeria (dal 1979 al 1992), Chadli Bendjedid, fonte di democratizzazione delle istituzioni, è stato sepolto con tutti gli onori nell’ottobre 2012 e dopo la sua morte sono stati emessi otto giorni di lutto nazionale.

Segno dell’imbarazzo delle autorità, la morte del presidente deposto è stata brevemente riportata dai media ufficiali, senza dedicargli programmi speciali, a differenza dei suoi predecessori.

La televisione di Stato non ha raccontato, nemmeno brevemente, nel suo telegiornale fino a sabato sera, le tappe principali dei quasi 60 anni di carriera politica dell’ex presidente.

Inoltre, il ritardo nell’organizzazione dei funerali illustra, secondo gli osservatori, i timori di manifestazioni ostili contro un presidente che ha distorto la sua immagine. Il fratello di Bouteflika, Said, che è attualmente in carcere con l’accusa di corruzione, ha avuto il permesso di partecipare al funerale, secondo il suo avvocato, I’m Salem Hajjouti.

  • Il re del Marocco porge le sue condoglianze al presidente algerino

Sabato 18 settembre, il re del Marocco, Mohammed VI, ha inviato un messaggio Condoglianze e misericordia Al presidente algerino Abdelmadjid Tebboune dopo la morte dell’ex capo di Stato Abdelaziz Bouteflika.

“In questa dolorosa circostanza, Sua Maestà il Re porge al presidente algerino e attraverso di lui alla famiglia del defunto e al fraterno popolo algerino, le sue più sentite condoglianze e le più sincere condoglianze”., conferma questo messaggio diffuso dall’agenzia di stampa MAP, in un momento in cui i due Paesi vicini del Maghreb stanno attraversando una grave crisi diplomatica.

READ  Ubriaco, partecipa al processo di ricerca organizzato per trovarlo

monarca marocchino “Ricordiamo i legami speciali che legavano il defunto al Marocco, sia durante l’infanzia e lo studio nella città di Oujda sia durante la lotta per l’indipendenza della sorella Algeria”, ha detto, aggiungendo: “Ricordiamo la storia che il defunto Bouteflika è stato un segno di una tappa importante nella storia moderna dell’Algeria.”.

Il signor Bouteflika è nato il 2 marzo 1937 a Oujda, in Marocco, vicino al confine con l’Algeria, in una famiglia della regione di Tlemcen (nordovest dell’Algeria).

Gli annuncia il re del Marocco “Profonda tristezza e sentimenti profondi” Dopo aver appreso la notizia della morte dell’ex presidente algerino, avvenuta nel mezzo di un congelamento diplomatico tra Algeria e Rabat.

Il 24 agosto l’Algeria si separò le sue relazioni diplomatiche con il Marocco, accusandolo “ostilità” Dopo mesi di crescenti tensioni tra questi due paesi rivali del Maghreb. Dal canto suo, il Marocco ha espresso rammarico per questa decisione “Assolutamente non giustificato” ho rifiutato “Le false, anche assurde, pretese che ci sono dietro”.

Questo articolo è riservato ai nostri abbonati Leggi anche Tagliando le sue relazioni diplomatiche con il Marocco, l’Algeria “vuole dimostrare di essere tornata sulla scena internazionale”.

Relazioni tra i due paesi vicini tradizionalmente difficile In particolare, a causa della spinosa questione del Sahara occidentale.

Alla fine di luglio, il re marocchino ha espresso rammarico per «Tensioni» Con l’Algeria, l’invito del presidente algerino Abdelmadjid Tebboune “Perché prevalga la saggezza” e Lavorare in armonia per sviluppare relazioni Tra i due paesi.

Le relazioni diplomatiche furono interrotte per la prima volta tra i due paesi quando Rabat terminò le sue relazioni con l’Algeria il 7 marzo 1976, che riconobbe la Repubblica Araba Saharawi Democratica, proclamata dai separatisti del Fronte Polisario. Il confine tra Algeria e Marocco è stato ufficialmente chiuso dal 16 agosto 1994.

READ  I socialdemocratici, i liberali e i verdi annunciano un accordo preliminare per formare un governo
Questo articolo è riservato ai nostri abbonati Leggi anche “L’Algeria non vede più il Marocco come un avversario, ma come un potenziale nemico”

Il mondo con AFP