Maggio 20, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

La Federazione americana di atletica leggera risponde alle critiche rivolte all'abbigliamento femminile

La Federazione americana di atletica leggera risponde alle critiche rivolte all'abbigliamento femminile

La Federcalcio statunitense cerca di spegnere l'incendio che segue le polemiche legate all'abbigliamento degli atleti americani in vista delle Olimpiadi di Parigi della prossima estate (26 luglio-11 agosto).

USA Track & Field ha dichiarato domenica che gli atleti americani avranno più opzioni di abbigliamento alle Olimpiadi di Parigi (26 luglio-11 agosto), dopo le polemiche rivolte a un'opzione che molti atleti consideravano sessista. “Gli USA Apparel presentati giovedì sono solo due delle tante opzioni offerte agli atleti, 50 pezzi unici, per i Giochi Olimpici.”“, scrive l'USATF in un comunicato stampa inviato all'AFP.

Le divise da atletica leggera degli Stati Uniti, realizzate dall'azienda manifatturiera Nike, sono state svelate con grande clamore giovedì a Parigi. I collant da donna con tessuto particolarmente stretto all'altezza del cavallo hanno suscitato polemiche negli ultimi giorni, con molte atlete o ex atlete che li considerano sessisti o poco pratici. “Gli atleti professionisti dovrebbero essere in grado di competere senza pensare costantemente a rimuovere i peli pubici o a esporre i propri genitali”.Lauren Fleischman, ex campionessa americana dei 5.000 metri, ha scritto sui social media. Questa non è una tuta da ginnastica d’élite, ma piuttosto un’uniforme progettata da forze patriarcali che non sono più le benvenute negli sport femminili.

Quando attacchi i top corti o i leggings definendoli sessisti, stai attaccando la nostra decisione come donne di indossarli.

Katie Luna

La campionessa olimpica statunitense di salto con l'asta Katie Moon ha detto di essere una fan di questo tipo di calzini “aggrovigliato” Attraverso la maglietta fornita, ma ha indicato che gli atleti l'avevano “Almeno 20 collezioni diverse con molti top e pantaloni disponibili. Disponiamo anche di abbigliamento da uomo. Quando attacchi i top corti o i leggings come sessisti, stai attaccando la nostra decisione come donne di indossarli. Se pensi che la nostra priorità sia scegliere i nostri vestiti in modo che gli uomini se ne accorgano… Contando la comodità con la concorrenza, questo è molto offensivo.

La stella dello sprint Shakari Richardson, campione del mondo dei 100 metri, ha indossato una versione dell'uniforme americana con pantaloncini durante lo spettacolo di giovedì. “L'USATF può affermare che Nike si è consultata con gli atleti durante il processo di progettazione dell'abbigliamento per garantire che fossero comodi e adatti agli eventi.Aggiunge l’USATF. Nike non è stata immediatamente in grado di rispondere alla richiesta dell'AFP.

READ  Kazu è stato eliminato agli ottavi di finale da Hurkacz