Aprile 21, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Jean-Yves Le Drian vuole che la Francia riconosca lo Stato palestinese per esercitare pressioni su Israele

Jean-Yves Le Drian vuole che la Francia riconosca lo Stato palestinese per esercitare pressioni su Israele

Piscina tramite Getty Images Jean-Yves Le Drian (qui nel 2020) vorrebbe che la Francia adottasse “questa misura senza precedenti” per esercitare pressioni su Israele.

Piscina tramite Getty Images

Jean-Yves Le Drian (qui nel 2020) vorrebbe che la Francia adottasse “questa misura senza precedenti” per esercitare pressioni su Israele.

Politica – ” Non possiamo continuare così. » L'ex ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian ha stimato, giovedì 4 aprile, che la Francia dovrebbe riconoscere lo Stato palestinese, come mezzo per fare pressione su Israele affinché ponga fine allo stallo a Gaza.

“Personalmente penso che dovrebbe essere fatto.”L'ex capo della diplomazia francese, ora inviato speciale di Emmanuel Macron in Libano, ha spiegato a Radio Sud di ritenere necessario “Implementare azioni di questo tipo per far avanzare Israele”. L'auto è accesa “Non può continuare così”.

La comunità internazionale chiede il riconoscimento reciproco da parte di israeliani e palestinesi di due Stati che vivono in pace fianco a fianco. Circa 140 paesi hanno riconosciuto unilateralmente lo Stato palestinese, ma nessun membro del G7 lo ha fatto. Quindi, il riconoscimento francese avrà un grande peso diplomatico.

Esempio spagnolo?

La discussione sembra essere ripresa soprattutto dalla posizione della Spagna. All’inizio di questa settimana, il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez ha dichiarato di essere determinato a far sì che Madrid riconosca uno Stato palestinese prima dell’estate.

READ  La Russia propone di costruire una stazione spaziale in collaborazione con l'Algeria

Il 22 marzo, a margine del vertice europeo di Bruxelles, Pedro Sanchez e i suoi omologhi irlandese, maltese e sloveno hanno pubblicato una dichiarazione congiunta in cui affermano che “Siamo pronti a riconoscere la Palestina” Quando “Questo può dare un contributo positivo.” Per risolvere il conflitto israelo-palestinese “Le condizioni ci sono”.

A febbraio il presidente francese Emmanuel Macron aveva già confermato che il riconoscimento dello Stato palestinese non sarebbe avvenuto “Non è un tabù”.

La guerra è scoppiata nella Striscia di Gaza dopo un attacco senza precedenti da parte del movimento islamico palestinese Hamas in territorio israeliano il 7 ottobre, che ha causato la morte di circa 1.170 persone, la maggior parte civili, secondo un conteggio condotto dall'Agence France-Presse. sulla base dei dati ufficiali israeliani. In risposta, Israele ha lanciato un’operazione militare nella Striscia di Gaza che ha provocato la morte di quasi 33.000 persone, la maggior parte dei quali civili, secondo il Ministero della Salute di Hamas. La comunità internazionale chiede un cessate il fuoco immediato per porre fine alla catastrofica situazione umanitaria a Gaza.

“Gli israeliani devono ora uscire dal loro isolamento perché si allontaneranno dall'intera comunità internazionale, e questo non è l'obiettivo desiderato”.Come ha commentato Jean-Yves Le Drian, che fa il punto della situazione sul posto: Trasformazione ».

Vedi anche su L'Huff Post: