Aprile 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Indian Wells – Daniil Medvedev: “Sono orgoglioso di essere arrivato in finale, perché è molto difficile”

Indian Wells – Daniil Medvedev: “Sono orgoglioso di essere arrivato in finale, perché è molto difficile”

Fino alla fine avrà condotto un doppio combattimento al Masters 1000 di Indian Wells. Il primo contro gli avversari e un altro contro le condizioni di gioco che lo fanno piagnucolare con proporzioni che a volte flirtano con la comicità, ne ha parlato con Mohamed Lahyani, arbitro del suo terzo turno. Ma la verità è che ce l’ha quasi fatta fino alla fine. Sfortunatamente per Daniil Medvedev, è stato un gradino troppo alto nella finale di domenica contro un Carlos Alcaraz molto dominante. Il russo non è mai riuscito a esprimere tutto il suo potenziale nel tennis come ha saputo fare, soprattutto nella partita contro Francis Tiafoe.

E lui stesso non conosceva le ragioni per certo. “Non ho giocato al mio massimo livello, lui sì e purtroppo succede nel tennis. Durante la mia partita contro Novak (alle semifinali di Dubai, ndr), Stavo pensando la stessa cosa. Ho giocato bene, ma lui non ha dato il massimo nel tennis. Perché non l’ho fatto? Non lo so. Forse è perché la sua palla è difficile da controllare per me, forse è il vento ed è più facile giocare nel vento per luiHa notato in una conferenza stampa.

ATP Indian Wells

Per Medvedev non ci sono argomenti: Alcaraz “il 100% merita di essere il numero 1 al mondo”

4 ore fa

Ho guadagnato molta fiducia da questa serie, perché non ce l’ho fatta l’anno scorso

Il divario è stato così grande domenica che Medvedev non ha avuto rimpianti. Quindi ha preferito concentrarsi sulla sua capacità di superare l’alto rimbalzo e la lentezza della superficie della California negli ultimi 10 giorni. “Sono deluso dal risultato, ma è stata una settimana fantastica. Arrivare in finale a Indian Wells mi rende molto felice e orgoglioso, perché è duralascio cadere un po ‘di caustico. È un buon risultato per me. Ho vinto tanti punti, e ne ho già più dell’anno scorso allo stesso tempo, quindi vedo solo i lati positivi e non vedo l’ora di giocare a Miami. Mi sento abbastanza bene: ho vinto 3 tornei e ho ottenuto il mio miglior risultato a Indian Wells, dove non ho potuto giocare i quarti di finale. ”

READ  "Il ne faut jamais dire jamais", Zidane ne ferme pas la porte au PSG

Prima di andare nel deserto della California, il russo non ha nascosto le sue paure. Potrebbe essere stato incoronato con 14 vittorie consecutive dopo il suo titolo a Dubai, temeva di perdere tutti i benefici di fiducia maturati con un’eliminazione anticipata nel primo Masters 1000 dell’anno. Quindi, anche se a volte gli sembrava di erigere barriere psicologiche da solo, in qualche modo riusciva ad abbatterle. La sua serie si è fermata a 19 vittorie, certo, ma non riparte da zero, soprattutto rispetto allo scorso anno.

Stare a una vittoria nel mio record è deludente. Sono davvero frustrato perché sono riuscito a vincere 20 partite di fila contemporaneamente (Nelle stagioni 2020 e 2021, ndr.) Sarebbe una buona idea superare questo segno e continuare la cosa il più a lungo possibile. Ma ho guadagnato molta fiducia da questo, perché l’anno scorso non potevo farlo. Sono riuscito a vincere 19 partite di fila e ne sono orgoglioso. È ora di iniziare una nuova serie. Non c’è altro modo nel tennis“Risoluzione rilasciato.

Alcaraz è in vantaggio, Medvedev ha sbagliato: la finale è finita

Grande spinta per la primavera sull’ocra?

A Miami, dove il rimbalzo è meno alto e la superficie è meno lenta, non c’è motivo per cui Medvedev non debba prosperare di nuovo. Ha ambizione e dice la verità, può anche vedere oltre. E se il blocco psicologico che ha parzialmente rotto a Indian Wells può ispirarlo per la prossima primavera sull’ocra? Se vuole stare attento, Medvedev non esclude l’ipotesi, tutt’altro.

Nonostante tutto quello che ho detto su questo tribunale, almeno non devi scivolare qui. Tuttavia, scivolare sulla terra battuta non è facile per me. Ma ho fatto davvero bene in passato nei grandi tornei sul campo (La semifinale di Montecarlo, la finale di Barcellona e i quarti di finale del Roland Garros, ndr). Mi sento benissimo ora, mentalmente e fisicamente e onestamente nel tennis. Quindi non vedo l’ora di vedere cosa hai da offrire durante la stagione sul campoCon questo stato d’animo, lo siamo.

ATP Indian Wells

Le certezze abnormi di mister Alcaraz

6 ore fa

ATP Indian Wells

L’audacia di Tiafoe, le strepitose difese di Medvedev e Alcaraz: Top 5 punti

6 ore fa