Maggio 30, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

In che modo Iron Dome ha contribuito a contrastare i missili?

In che modo Iron Dome ha contribuito a contrastare i missili?

Si tratta di un attacco diretto senza precedenti contro l’Iran. Più di 300 droni e missili sono stati lanciati contro Israele, il suo acerrimo nemico. Lo Stato ebraico ne fu felice “Frustrato” Attacco e intercettazione “99% degli scatti” . Al centro del suo arsenale difensivo: “Iron Dome”. Come funziona questo ombrello, che Israele usa anche contro i razzi di Hamas? Facciamo l'inventario.

Segui la nostra diretta dedicata al conflitto in Medio Oriente domenica 14 aprile 2024

Sistema efficiente

Il sistema di difesa aerea israeliano Iron Dome ha intercettato migliaia di missili da quando è diventato operativo nel 2011, fornendo una protezione essenziale in tempi di conflitto, ricordaAgenzia di stampa francese.

È stato ampiamente utilizzato per proteggere siti militari e civili dai ripetuti lanci di razzi da Gaza e dal Libano nella guerra in corso tra Israele e il gruppo islamico palestinese Hamas.

Israele ha sviluppato per la prima volta l’Iron Dome da solo dopo la guerra del Libano del 2006, prima di essere affiancato dagli Stati Uniti, che gli hanno fornito know-how in materia di difesa e miliardi di dollari di sostegno finanziario.

Il tasso di intercettazione del sistema è di circa il 90%, secondo la compagnia militare israeliana Rafael, che ha partecipato alla sua progettazione. Ma alcuni specialisti mettono in dubbio i numeri forniti da Raffaello.

Sistema in tre parti

Iron Dome è uno degli elementi del sistema di difesa missilistico multistrato israeliano. È progettato per abbattere missili con una portata fino a 70 chilometriAgenzia di stampa francese.

Ogni batteria in questo “Iron Dome” è composta da tre parti principali: un sistema di rilevamento radar, un computer che calcola il percorso del missile in arrivo e un lanciatore che spara missili intercettori se il missile rischia di colpire un centro abitato o strategico. la zona. .

READ  Guerra in Ucraina: si sono rifiutati di combattere, 66.000 russi sono arrivati ​​in Europa questa settimana

È accompagnato da altri sistemi di difesa antimissile, come il sistema Arrow, destinato a contrastare i missili balistici, e il sistema David's Sling, destinato a contrastare attacchi missilistici o missilistici a medio raggio.

Scatti costosi

Il disegno di legge Iron Dome, al quale gli Stati Uniti contribuiscono in larga misura, è costoso. Secondo il Center for Strategic and International Studies di Washington, il costo di produzione di ciascun missile intercettore Iron Dome è compreso tra 40.000 e 50.000 dollari (da 37.500 a 46.900 euro). La produzione del sistema completo, che comprende radar, computer e tre o quattro lanciatori, ciascuno contenente fino a 20 missili intercettori, costa circa 100 milioni di dollari.

Israele possiede 10 sistemi di questo tipo, secondo il gruppo americano di aviazione e difesa RTX (ex Raytheon), che partecipa alla costruzione di “Iron Dome”.

Secondo altre stime, questa cifra è leggermente più alta.

Un regime al centro dell’alleanza americano-israeliana

Iron Dome è uno dei pilastri strategici dell’alleanza americano-israeliana seguita dalle successive amministrazioni democratiche e repubblicane.

Nell'agosto 2019, l'esercito americano ha firmato un contratto per l'acquisto di due batterie Iron Dome per migliorare le proprie capacità di difesa missilistica a corto raggio.