Settembre 24, 2021

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Il DNA di uno scheletro trovato in Indonesia rivela un lignaggio umano precedentemente non riconosciuto

Lo scheletro di 7.200 anni è uno scheletro di caccia del college di 17-18 anni. Il DNA contenuto in questo corpo sfida le ipotesi esistenti sulla migrazione umana nelle isole Wallace.

Articolo di

TV francesi

cultura della scrittura

pubblicato

momento della lettura : 1 minuto.

Gli archeologi hanno portato alla luce uno scheletro di 7.200 anni di un’università di caccia in Indonesia che proviene da una popolazione umana che non è stata identificata da nessun’altra parte, per esempio. articolo Pubblicato sul giornale temperamento natura.

Lo scheletro relativamente ben conservato apparteneva a una giovane donna di età compresa tra 17 e 18 anni, sepolta in posizione fetale nella grotta di Liang Banning, a sud dell’isola di Celebes. È stato trovato tra manufatti identificati come Toaleani, un gruppo di cacciatori e raccoglitori di questa regione del periodo quaternario. Questa è la prima scoperta di uno scheletro di questo gruppo.

L’analisi della caccia e della raccolta del DNA ha rivelato che faceva parte di un gruppo di popolazione imparentato con i papuani e gli aborigeni australiani. Ma il suo genoma è anche legato a una linea umana sconosciuta in altre parti del mondo.

Il DNA di questa giovane donna sfida le ipotesi esistenti sulla migrazione umana nelle isole dell'Asia.     (Università Hassan Al-Din/Cover-I/SIPA/Università Hassan Al-Din-Dincouver-I)

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista temperamento natura Il 25 agosto è una collaborazione tra ricercatori internazionali e indonesiani, dopo gli scavi iniziati nel 2015. “Questa è la prima volta che l’antico DNA umano è stato segnalato nella vasta area di isole che si estende dal continente asiatico all’Australia”.Adam Broome, un archeologo della Griffith University in Australia, che ha co-diretto la ricerca, ha detto venerdì.

Gli scienziati chiamano questa zona Wallacea fossili, comprendente le isole indonesiane ad est del Borneo a nord di Nuova Guinea. I ricercatori considerano questa scoperta unica perché gli antichi scheletri si degradano rapidamente nell’umido clima tropicale. “È molto raro trovare resti di antico DNA umano ai tropici, motivo per cui è una scoperta particolarmente felice”.Note di Adam Broome.

Questo studio sfida le teorie precedenti sull’insediamento umano nella regione. “Mostra quanto poco sappiamo ancora della storia dei primi esseri umani nelle isole di Wallacea”.L’archeologo ha confermato.

READ  Confermata la condanna a morte dello scrittore americano nella strage di Charleston