Luglio 19, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Il capo dell’IPCC difende Al Jaber dalla tempesta scientifica

Il capo dell’IPCC difende Al Jaber dalla tempesta scientifica

sottoscrizione Ricevi la nostra newsletter settimanale direttamente nella tua casella di posta, oltre alle ultime notizie, indagini e bollettini extra dagli eventi chiave.

“La scienza ha guidato la mia vita”, ha risposto Sultan Al Jaber. Dopo essere stato accusato Negare il consenso scientifico secondo cui il consumo di combustibili fossili deve essere ridotto in modo significativo per prevenire impatti climatici devastanti.

Con un tono fermo, a volte arrabbiato, il dirigente petrolifero diventato presidente della COP28 ha criticato le notizie della stampa definendole “false dichiarazioni”, il risultato di “dichiarazioni prese fuori contesto”.

Al Jaber ha insistito di aver affermato “ripetutamente che la graduale riduzione ed eliminazione dei combustibili fossili è inevitabile”. Ma: “Come mai questa cosa non viene mai ripresa [by the media]?” chiese, sembrando prendere la critica sul personale.

Per rafforzare le sue credenziali a favore della scienza, Al Jaber è venuto alla conferenza stampa con Jim Skia, capo del Gruppo intergovernativo sui cambiamenti climatici.

Con un cenno del capo della Cop28, Skia ha affermato che negli scenari di 1,5°C “entro il 2050, l’uso dei combustibili fossili diminuirà in modo significativo e l’uso del carbone sarà gradualmente eliminato inesorabilmente”. Ha aggiunto che entro il 2050 l’uso del petrolio diminuirà del 60% e quello del gas del 45%. Skia ha detto che Al-Jaber era “interessato alla scienza” e “la capiva completamente”.


Ultime notizie


Evento: Lettura di politica

Alle 18:00 ora di Dubai di oggi, martedì 5 dicembre, Climate Home News ripercorrerà la prima settimana della Cop28 con ospiti speciali Vanessa Nakati, Bernice Lee e Harjit Singh.

Registrati Guardare in diretta su Zoom e inviare domande scritte alla commissione.

READ  Pourquoi Certaines personnes meurent-elles du Covid-19 ?

“La madre di tutte le decisioni di copertura”

Quando la Cop28 entrò nella fase di negoziazione approfondita, l’ansia cominciò a crescere. Il lavoro sul testo critico di valutazione globale procede a rilento. Si prevede che questo sarà il risultato principale del vertice, o come lo ha descritto il capo negoziatore dell’UE Jacob Virkman, “la madre di tutte le decisioni coperte”.

Ci sono voluti tre giorni per completare la prima lettura di un documento pieno di molteplici opzioni e segnaposti su ogni questione controversa.

“Siamo in ritardo nel processo negoziale”, ha affermato Madeleine Diouf Sarr, presidente del Gruppo dei paesi meno sviluppati.

I negoziatori hanno trascorso gran parte della giornata di lunedì in colloqui informali cercando di tracciare una via da seguire. L’obiettivo è consegnare ai ministri, che tra due giorni sbarcheranno a Dubai, qualcosa di più facile da gestire di una lunga lista di domande a risposta aperta. Nel momento in cui scriviamo, un nuovo testo sarebbe dovuto uscire entro martedì mattina.

I negoziati informali sono proseguiti lunedì. Immagine: IISD/ENB | Mike Mouzourakis

Tre osservatori hanno detto a Climate Home che l’atmosfera è “positiva”, ma permangono divisioni su questioni chiave: il pacchetto energetico, i finanziamenti per il clima e le linee guida per il prossimo ciclo di piani nazionali sul clima (NDC).

In una certa misura, i negoziatori si sono ritenuti responsabili delle lunghe notti a venire. Lo scorso giugno, un esteso conflitto sull’agenda a Bonn ha ostacolato i progressi, lasciando tutto il duro lavoro a Dubai.

“La sfida principale è che siamo arrivati ​​alla conferenza Cop28 senza un testo negoziale formale”, ha detto a Climate Home Kavih Jilanpour, ex capo negoziatore per l’UE e il Regno Unito. “Dopo Bonn, tutto ciò che avevamo erano indirizzi non concordati e non ci sono state discussioni sostanziali”.

READ  scienza. Conosci questa disciplina tra matematica e informatica che sta rivoluzionando la nostra vita quotidiana?

Banga respinge la paura della Banca Mondiale

Una delle maggiori concessioni fatte dai paesi in via di sviluppo per rendere operativo il Fondo per le perdite e i danni è stata quella di consentire inizialmente alla Banca Mondiale di ospitarlo.

I paesi in via di sviluppo hanno espresso forti preoccupazioni riguardo al predominio statunitense sulla cultura della Banca e alle restrizioni imposte all’indipendenza del nuovo fondo.

Quando Climate Home News ha incontrato il presidente Ajay Banga per una breve intervista dopo un evento collaterale, ha liquidato quelle preoccupazioni come un “malinteso”.

“Questa posizione si basa sull’idea che la Banca Mondiale controllerà in qualche modo come verranno utilizzati questi fondi. Non è così, ecco perché hanno accettato. Noi siamo solo dei custodi”, ha detto Banga.

Ha aggiunto: “Non so da dove sia venuto il malinteso secondo cui in qualche modo avremmo deciso come utilizzare i soldi”.

Leanne Schalatek, direttrice associata della Fondazione Heinrich Böll, ha affermato che, sebbene la Banca Mondiale non detterà le decisioni di finanziamento, il personale del fondo sarà costituito da dipendenti bancari, il che potrebbe avere un impatto sulla cultura del lavoro. È anche possibile prestare personale della Banca Mondiale al Fondo Perdite e Danni.

Michael Robertson, negoziatore sui finanziamenti per il clima per i piccoli stati insulari, è rimasto cauto. In una conferenza stampa ha affermato che il “più grande ostacolo” per il consiglio, che non è ancora stato eletto, sarà negoziare contro le politiche della Banca Mondiale.

“Questa istituzione dovrà cambiare e il suo presidente ha sottolineato la sua volontà di riformare”, ha detto Robertson.

READ  Des conventions sociales emergenti chez les babouins

Brevemente

Cose più importanti – Mentre decine di leader mondiali hanno parlato alla conferenza Cop28, altri sono rimasti lontani. La Cina Xi Jinping Stava ispezionando la Guardia Costiera canadese Era Justin Trudeau A mangiare cibo cinese e a fare campagna in Ontario era l’australiano Anthony Albanese chiamando Parlare in un programma radiofonico a Melbourne e non sappiamo cosa stesse facendo il presidente degli Stati Uniti Joe Biden.

57 miliardi di dollari “mobilitati” – Presidenza della Cop28 Affermazioni Finora ha mobilitato più di 57 miliardi di dollari “in nuove promesse e impegni”. Ciò include il Fondo Altera da 30 miliardi di dollari e l’impegno di 3 miliardi di dollari da parte degli Stati Uniti al Fondo Verde per il Clima. Stiamo lavorando per una rottura completa.

Da eroe a fossile – L’anno scorso, il presidente brasiliano Lula ha ricevuto una meravigliosa accoglienza da parte della società civile alla conferenza Cop27. Oggi, il suo governo brasiliano è stato insignito del premio Fossile del Giorno dagli attivisti Avvicinati Gruppo OPEC+ di produttori di petrolio.

Le emissioni sono in aumento – Si prevede che le emissioni globali di anidride carbonica derivanti dai combustibili fossili aumenteranno dell’1,1% nel 2023, ha rilevato una nuova ricerca di Cicero. Negli ultimi dieci anni le emissioni sono aumentate ad un tasso dello 0,5% annuo. Ricerca separata Secondo lui il 2023 sarà probabilmente il picco.