Luglio 21, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Ihbad: Orpea in rosso cade sotto il controllo della Caisse des Dépôts – 19/12/2023 alle 19:46.

Dopo quasi due anni di scandalo causato dalla sua precedente gestione, Orpea cambia azionariato: il gruppo di case di cura private è ora sotto il controllo di un gruppo guidato dalla Caisse des Dépôts, nell’ambito di una misura che dovrebbe aiutarlo a ritrovare le sue basi finanziarie . bilancia.

Questo gruppo, formato dalla Caisse des Dépôts, il braccio finanziario dello Stato, da Maif, da CNP Assurances e da MASF (mutue sanitarie) possiede ormai il 50,18% del capitale di Orpea, secondo il comunicato stampa di martedì.

Eric Lombard, direttore generale del braccio finanziario dello Stato, ha commentato in un comunicato che il fondo di deposito è “determinato” a svolgere “un ruolo di azionista sostenibile e responsabile, determinato a sviluppare il Gruppo Orpea in tutte le sue azioni”. documento.

Questi nuovi azionisti sono entrati nel capitale di Orpea nel corso di un aumento di capitale di 1,16 miliardi di euro, nell’ambito della ristrutturazione finanziaria del gruppo Ehpad, gravato da debiti per 9 miliardi di euro.

Questa operazione “salva l’azienda e ci darà i mezzi per continuare e accelerare il processo di ricostruzione”, ha affermato Laurent Guillot, direttore generale di Orbea, arrivato dopo l’esplosione causata dal libro investigativo di Victor Castanet “Il becchino”. .

Il lavoro, pubblicato nel gennaio 2022, ha rivelato maltrattamenti nei confronti dei residenti, irregolarità finanziarie e fallimenti nella gestione delle risorse umane sotto la precedente amministrazione. Da allora, il gruppo e gli ex leader sono stati oggetto di azioni legali. All’epoca, il maggiore azionista di Orpea era il Canada Pension Plan Investment Fund (CPPIB), che ne possedeva circa il 15%.

– Azionisti “a lungo termine” –

L’arrivo oggi di nuovi azionisti pubblici e privati ​​”a lungo termine” serve “a garantire la fiducia dei nostri dipendenti, dei nostri prestatori di servizi e delle famiglie dei residenti”, stima Laurent Guillot, il cui gruppo accoglie circa 267.000 residenti e pazienti in tutto il mondo.

Nel dettaglio, la CDC ha acquisito azioni per un valore di 517,9 milioni di euro per possedere il 22,41% del capitale del gruppo, Maif ha investito 342,4 milioni di euro per il 14,81% del capitale e MASF ha investito 171,2 milioni di euro per il 7,41% del capitale. Capitale sociale e garanzie CNP 128,4 milioni di euro, al tasso del 5,56%.

I creditori chirografari detengono il 48,84% del capitale sociale.

Il restante 0,98% del capitale corrisponde al flottante, ovvero alla parte del capitale negoziabile in Borsa.

Questa operazione rientra nel piano di tutela del gruppo. Prevede tre successivi aumenti di capitale per consentire ad Orpea di cancellare parte del suo debito e ritrovare una migliore salute finanziaria.

Pertanto, due di essi si sono svolti e il terzo si terrà nel prossimo futuro. Si prevede che la ristrutturazione finanziaria sarà completata nel primo trimestre del 2024.

A seguito di questa acquisizione, venerdì si terrà l’assemblea generale di Orpea. I nuovi azionisti nomineranno e voteranno i nuovi amministratori del gruppo, tra cui Philippe Grangeon, ex consigliere speciale di Emmanuel Macron.

– Piano di trasformazione –

Orpea, che è presente in una ventina di paesi e dispone di case di cura e cliniche specializzate, si è trovata in grosse difficoltà finanziarie dopo la pubblicazione de Il becchino.

Il gruppo ha sofferto soprattutto l’intensa strategia di acquisto di immobili attuata dalla precedente amministrazione, gli alti tassi di interesse e il crollo delle sue azioni.

Da più di un anno, il gruppo, che conta più di 76.000 dipendenti, di cui 28.000 in Francia, sta attuando un piano di trasformazione, sotto la guida del nuovo management.

“CNP Assurances si assicurerà di sostenere e accelerare i grandi cambiamenti in corso nel Gruppo Orpea, al fine di migliorare il benessere degli anziani e delle loro famiglie, migliorando al tempo stesso le condizioni di lavoro dei dipendenti”, ha sottolineato Stephane Didian, Amministratore Delegato di Orpea. Questa compagnia di assicurazioni, filiale di La Banque Postale.

Orpea ha già adottato misure per trattenere i propri dipendenti (aumento salariale, piano formativo, ecc.) e intende puntare sul lavoro di assistenza agli anziani.

READ  La nascita del primo franchise Starbucks negli Stati Uniti