Giugno 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

I francesi preferiscono l’auto al treno e questo li sorprende!

I francesi preferiscono l’auto al treno e questo li sorprende!

“Sta a noi farvi preferire il treno!” »: Il logo SNCF risale al 1995 ma suscita ancora il ridicolo da parte di utenti e non utenti! Sono proprio questi i motivi della riluttanza dei francesi a prendere il treno che ha voluto sapere la Federazione nazionale delle associazioni degli utenti dei trasporti (FNAUT), che ha pubblicato venerdì 7 giugno Uno studio condotto dall’IFOP sulla percezione francese del treno. Jean-Marie Bouvet, economista dei trasporti e membro della FNAUT, si fida capitale Possiede “Sono rimasto sorpreso dai risultati”. In che mondo vive?

Il primo motivo del loro stupore riguarda, naturalmente, l’enorme preferenza dei francesi per l’automobile, il che è ovvio: di conseguenza, solo un francese su due, negli ultimi dodici mesi, ha preso il treno almeno una volta, di cui tutti i tipi combinati. (TGV, TER o Intercités). Per la frequenza settimanale la percentuale scende all’11%. Al contrario, 9 francesi su 10 utilizzano regolarmente l’auto. Pertanto, né la consapevolezza ambientale né i prezzi del carburante sono riusciti a rafforzare la tendenza nelle pratiche dei francesi. Quindi forse il problema è…il treno, e tra l’altro la SNCF!

L’indagine non menziona altro, sottolineando ciò che tutti notano quando acquistano un biglietto: il suo prezzo elevato. Così, il 70% degli utenti dei treni (e l’84% di chi non li ha mai presi) ritiene che i prezzi siano troppo alti. A fine febbraio anche le Ferrovie dello Stato hanno annunciato un nuovo aumento del prezzo del biglietto del 2,6% nel 2024. Il sondaggio mostra chiaramente che gli oppositori delle ferrovie sono già contrari alla questione dei prezzi: il 75% di loro ha scelto un altro mezzo di trasporto quando sarebbe possibile utilizzare il treno Il 74% di coloro che evitano i treni ad alta velocità afferma che sarebbe disposto a cambiare le proprie abitudini se i prezzi fossero più bassi. Se a questo aggiungiamo il prezzo delle tessere e la complessità degli sconti, la scelta è rapida, soprattutto in un momento in cui l’uso delle auto condivise ha iniziato a ridurre i costi degli spostamenti in auto.

READ  In quale criptovaluta investire a settembre?

Ma il prezzo non è l’unica ragione della riluttanza dei francesi. La pedonalizzazione dei centri urbani ha reso l’accesso alle stazioni e ai parcheggi diventato caro (e caro!): afferma il 77% dei francesi “È difficile parcheggiare l’auto alla stazione”Il 66% sostiene questa opinione riguardo alla bicicletta e il 62% trova scomodo camminare fino alla stazione. Domanda: Strade o cattiva folla?

Infine, la FNAUT non può evitare il tema degli scioperi e dei disordini: lo riconosce “Probabilmente ha avuto un impatto molto maggiore sulla percezione francese del treno.”Soprattutto chi non lo usa rispetto alla realtà. Pertanto, dovrebbero essere organizzate campagne di sensibilizzazione. Sarà solo questione di sentimento!

L’indagine sottolinea con discrezione anche un altro fattore che appare alla fine delle sue raccomandazioni: “Gli utenti non ferroviari possono essere incentivati ​​da tariffe basse/prevedibili, interruzioni ridotte (compresi gli scioperi) e insicurezza”. Insicurezza: la voce è sparsa. In realtà non c’è nulla di nuovo, ma tutto è da rivedere. Considerando il ritmo della consapevolezza in alta quota, il treno farà fatica a recuperare… e poi, come diceva Pompidou, “Cosa vuoi, i francesi adorano le macchine!” In cinquant’anni le cose non sono cambiate molto.