Maggio 22, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

“Ho iniziato a sanguinare”: all'uomo sono stati rimossi 150 insetti dal naso e non sa cosa gli sciama vicino al cervello

“Ho iniziato a sanguinare”: all'uomo sono stati rimossi 150 insetti dal naso e non sa cosa gli sciama vicino al cervello

Dopo aver sofferto di sangue dal naso per diversi mesi, il 9 febbraio 2024 un americano ha rimosso 150 insetti dalla sua cavità nasale. Potrebbe essere stato infettato da questi minuscoli parassiti durante la caccia.

Non sapeva nemmeno che gli insetti fossero lì. Un americano che vive in Florida è stato sottoposto a un intervento chirurgico per rimuovere 150 insetti dal naso dopo esserne stato infettato Dolore, gonfiore e sanguinamento Per diversi mesi, ha detto huffpost.

Viso gonfio e dolorante

Quando è arrivato in ospedale all'inizio del mese, questo americano lamentava sangue dal naso quasi continuo, gonfiore delle narici e delle labbra e forti dolori. Sebbene abbia avvertito i primi sintomi in ottobre, ha aspettato diversi mesi prima di consultare.

Quel giorno la situazione precipitò rapidamente: “Nel giro di poche ore, il mio viso ha iniziato a gonfiarsi, le mie labbra erano gonfie e riuscivo a malapena a parlare.” “Non potevo nemmeno alzarmi per andare in bagno senza che mi sanguinasse il naso.”lui ricorda.

Rimossi 150 insetti

Lo ha indicato il medico che lo ha consultato “un movimento” All'interno della sua cavità nasale. Si trattava di piccole pulci o cimici dei letti, in particolare delle loro larve. L’operatore sanitario ha prima iniziato ad aspirare gli insetti, prima di decidere di utilizzare una pinzetta per estrarli uno per uno.

Le sue condizioni avrebbero potuto peggiorare “Sapevo che era in grossi guai. C'era un'erosione in corso vicino alla base del suo cranio, vicino ai suoi occhi e al suo cervello. Erano vicino alla base del suo cranio, proprio sotto il suo cervello, e avrebbe potuto ucciderlo.”.

La sua pratica di pesca potrebbe essere alla base del suo caso. Ha indicato che presterà maggiore attenzione alle precauzioni prese nei confronti della fauna selvatica per evitare i parassiti: “Mi lavavo le mani nel fiume, ora uso il detersivo per fare un lavoro migliore e non mi tocco più il naso né le mani.”