Aprile 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Giro d’Italia – Tappa 19: Santiago Buitrago vincitore in manzo, Geraint Thomas sfida Primos Roglik

Giro d’Italia – Tappa 19: Santiago Buitrago vincitore in manzo, Geraint Thomas sfida Primos Roglik

Ci aspettavamo uno spettacolo degno di questo 19° palcoscenico opus queen, ma Tre Sime de Lavaredo ha finalmente partorito un topolino. Dopo un lungo periodo di neutralità, i favoriti si sono spostati nell’ultimo chilometro e Primos Roglic (Jumbo-Vizma) ha sfruttato il suo ritmo per raccogliere secondi da Geraint Thomas (INEOS Grenadiers) e Joao Almeida (Team UAE). Emirati). In vista della cronometro del Monte Lussari, il britannico ha 26″ di vantaggio sullo sloveno e 57″ sul portoghese. Con la vittoria di Santiago Buitraco (Bahrain-Victorious), l’arena si è nuovamente divisa.

Jirò

Roglik converte la finale

2 ore fa

Roglik ha cercato di… resistere

Spesso in questo giro d’Italia, i defunti hanno avuto l’onore di suonare sul palco. Sebbene non abbia mai avuto la possibilità di aumentare il divario, non era forte con molti alpinisti. Ha beneficiato della morbidezza del gruppo e non era interessata a competere per la vittoria. Davanti, Santiago Butraco si è comportato come il favorito e il colombiano è stato all’altezza del suo status sulla salita finale. Spaventato da un attacco di Derek Key, lo scalatore del Bahrain-Victorious ha gestito perfettamente la sua salita ed è tornato imperterrito dal canadese per vincere la finale e andare in solitaria per la quarta vittoria della sua carriera. Lavarone l’anno scorso.

Il vincitore della 19a tappa Santiago Buitrago (Bahrain-Victorious). / Giro 2023

Crediti: Getty Images

Dietro, in vista della cronometro sulle terrificanti piste del Monte Luzari, i favoriti non volevano proprio lottare. Almeno non ancora. Non c’era niente sul Passo Giau, non più sul Passo Tre Croci, e abbiamo dovuto aspettare l’ultimo ettometro delle Tre Cime de Lavaredo e le sue pendenze del 18% per vederci provare Primos Roglik, che aveva cambiato bici ad alta percentuale. La sua opportunità. L’accelerazione della Slovenia è stata particolarmente evidenziata dalla forma impressionante di Geraint Thomas, che è tornato con facilità al secondo posto.

READ  Tour d'Italie - Le 105e Giro sera varius su Eurosport in integrazione

Verso il Pinot, la maglia azzurra e le prime 5 squadre?

Joao Almeida, già in difficoltà in attacco, è stato ripreso quando ha attaccato con la maglia rosa negli ultimi 500 metri. Non ha vinto Roglik che in finale ha superato Thomas portandosi a 3″ in maglia rosa ea 23″ in quello portoghese. Quindi Geraint Thomas si avvicinerà al tempo finale con 26″ di vantaggio su Roglik e 59″ su Almeida prima dei 18,6 km del Monte Luzzari. Minuti di pausa all’alba per avvicinarsi alle piste infernali della novità del Giro permettendo ai tre uomini più forti di questa 106esima edizione di continuare a sognare l’incoronazione finale.

Roglik finisce come un razzo, e Buidrago premia: visita in video

Nell’ultima salita (9° posto sul podio), Thibaut Pinot (Groupama-FDJ) è risalito al 6° posto assoluto, a pari merito con i favoriti. A due giorni dal traguardo, Franck-Camdois può ancora sognare un piazzamento tra i primi 5 (17” dietro Dunbar, 5°, 59” davanti a Garzo, 4°) e quasi assicurarsi la maglia della Montagna Azzurro. Derek Key, che finora è arrivato secondo nelle tappe quattro volte, dovrebbe finalmente vincere la sua tappa in cima al Lussari. Una conclusione molto improbabile. Sabato, il vincitore dovrebbe andare ai favoriti. Questa volta non avevano scelta. Si giocherà solo il Giro.

Jirò

Blue Jersey Gol: Pinot non delude Healy con un solo colpo

5 ore fa

Jirò

Pinot, indeciso: “I favoriti potrebbero voler vincere in questo luogo mitico”

7 ore fa