Giugno 18, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

French Gut: la donazione di feci potrebbe far avanzare la scienza!

French Gut: la donazione di feci potrebbe far avanzare la scienza!

Prima di raccontarvi maggiori dettagli su questo progetto unico, parliamo di microrganismi, più specificamente di microrganismi intestinali.

Microbi intestinali

Il microbiota intestinale è un gruppo di microrganismi (principalmente batteri) che popolano il nostro intestino. Quasi 50 trilioni di batteri vivono nel tuo intestino.

Tutti questi batteri sono molto importanti:

  • Aiutano nel processo di digestione.
  • Rafforzano il nostro sistema immunitario.
  • Protegge dalle infezioni.
  • Producono molte molecole, vitamine e neurotrasmettitori.

In breve, contribuisce al corretto funzionamento del tuo corpo.

Perché siamo interessati al microbioma intestinale?

Il nostro stato di salute è influenzato dalla salute dei nostri microrganismi. Più il nostro microbiota intestinale è ricco e diversificato, migliore è la nostra salute. Al contrario, un microbiota squilibrato e impoverito può favorire l’insorgenza di malattie croniche come il diabete, l’obesità, alcuni tumori o addirittura il morbo di Alzheimer. Il modo in cui mangiamo influisce sui nostri microbi intestinali e sulla nostra salute. Ecco perché è stato lanciato French Gut per comprendere meglio i legami tra microrganismi, salute e cibo.

Cosa mangi per prenderti cura del tuo microbioma?

Per prenderti cura del microbioma intestinale attraverso il cibo, devi, da un lato, fornire al tuo corpo “batteri buoni” per arricchirlo, e dall’altro nutrire bene questi “batteri buoni” per stimolarne la crescita.

1. Dove si trovano questi batteri buoni?

Si trovano nei prodotti fermentati in generale: latticini fermentati ovviamente (yogurt, alcuni formaggi), ma anche nelle piante fermentate (crauti, verdure fermentate) o nelle bevande fermentate (kefir, kombucha). Questi prodotti fermentati agiscono come probiotici naturali.

2. Come li nutriamo bene?

Non nutriamo i nostri microrganismi con alimenti ultra-processati! Questi alimenti denaturati tendono ad esaurirsi perché sono spesso poveri di fibre e ricchi di additivi. Al contrario, nutriamo i nostri microrganismi con veri e propri alimenti ricchi di fibre e cioè: frutta, verdura, legumi, cereali integrali, frutta secca, noci, insomma con veri prodotti vegetali! La situazione ideale è diversificare il più possibile questi veri prodotti vegetali, perché quanto più varia e “sana” è la vostra dieta, tanto più diversificati e protetti diventeranno i vostri microrganismi.

READ  Fine degli insediamenti dell'Espace Jean Villar-Arquel martedì 17 gennaio 2023

Ricerche sui microrganismi

La ricerca sul microbiota è molto promettente, ma per comprendere meglio i legami tra microbiota intestinale, salute e dieta, sarà necessario essere in grado di analizzare molti microrganismi diversi. Come ? Analizzando le tue feci, le tue feci! Le tue feci riflettono il tuo microbiota intestinale e aiutano gli scienziati a comprendere meglio questi legami tra microrganismi, salute e dieta. Ciò potrebbe consentire in futuro di prevenire e curare molte malattie croniche come il diabete, l’obesità o alcuni tipi di cancro.

Leggi: Il ruolo dei microrganismi nello sviluppo del cancro (abbonati)

Oggi, per far avanzare la scienza, il progetto “Le French Gut” ha bisogno di te e cerca di raccogliere le feci di 100.000 volontari. Capisci bene che si tratta di donare le tue feci per far avanzare la scienza! Quindi contiamo su di te, vai a lefrenchgut.fr

Leggi anche: Perché uno squilibrio nel microbiota intestinale favorisce il diabete di tipo 2 (abbonati)