Giugno 21, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

“È tempo di abbandonare la pratica del paternalismo nei confronti degli africani e permettere a questi Paesi di esercitare il loro libero arbitrio”

“È tempo di abbandonare la pratica del paternalismo nei confronti degli africani e permettere a questi Paesi di esercitare il loro libero arbitrio”

YuUna serie di colpi di stato militari è scoppiata in Burkina Faso, Guinea, Mali ea luglio in Niger. I Paesi occidentali, guidati da Francia e Stati Uniti, sono nella direzione opposta e considerano il rovesciamento del Niger uno dei tanti. : Entrambi i paesi hanno interrotto gli aiuti allo sviluppo al paese; Hanno anche sostenuto l’idea di un possibile intervento militare della Comunità economica degli Stati dell’Africa occidentale (ECOWAS), anche se gli Stati Uniti sembravano indietreggiare su questo tema.

Leggi anche la rubrica: Niger: L’ECOWAS si riunisce in Ghana per discutere di un possibile intervento armato

La prospettiva dell’intervento militare e delle sanzioni ha fatto arrabbiare i giovani del Niger e dei paesi limitrofi – ricordiamo che il 40% della popolazione in Africa ha 15 anni o meno. In questo senso, il sostegno della popolazione locale ai colpi di stato è più un atteggiamento antioccidentale che un voto di fiducia a favore del regime militare.

In effetti, nel continente, i social media sono inondati di retorica anti-occidentale. Le richieste per l’immediato ritiro della presenza militare straniera così come il franco CFA – che cristallizzava il malcontento – erano diffuse. Al contrario, i commentatori occidentali hanno denunciato la propaganda russa volta ad alimentare questo malcontento: quest’ultimo ha certamente un ruolo, ma è l’emergere di una nuova generazione di africani volitivi e nazionalisti – e anche africani, che fa eco a questo sentimento. che prevalse all’inizio dell’indipendenza, il che aiuta a spiegare la reazione contro l’influenza occidentale. E questo, a loro avviso, “ostacola” il continente.

Spazio di manovra limitato

Questa è l’esperienza di Ibrahim Traoré, il giovane capitano e presentatore in Burkina Faso, tra i leader del cosiddetto juillet russo-africano che è la generazione della domanda per l’economia del continente, che è così ricco che è così ricco. Risorse naturali. Ha incolpato l’imperialismo occidentale e molti leader africani che di solito si rivolgevano a lui per chiedere aiuto. Per il capitano, è tempo che l’Africa prenda in mano il proprio destino e cerchi di sviluppare nuove partnership. Questo messaggio ha conquistato i giovani del Burkina Faso, e dopo il suo annuncio Ibrahim Traore è stato accolto come un eroe.

READ  Una battuta d'arresto per Pechino a Taiwan
Leggi anche la rubrica: Il materiale è riservato ai nostri abbonati Colpo di stato in Niger: “Nella regione del Sahel puntare tutto sull’influenza militare non è una politica praticabile”

Tuttavia, i paesi africani hanno ottenuto la loro indipendenza più di sessant’anni fa. Oltre alla persistenza di un retaggio coloniale su cui si può discutere all’infinito, è necessario capire perché lo spazio di manovra dei paesi africani sul proprio destino sia visto come così limitato. Esaminare la natura interconnessa dei cambiamenti politici ed economici nel mondo del lavoro dall’indipendenza può aiutare a spiegare la situazione.

Hai il 50,98% di questo articolo da leggere. Quanto segue è riservato agli abbonati.