Maggio 21, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Due giornalisti sono stati condannati in Iran per aver coperto il caso

Due giornalisti sono stati condannati in Iran per aver coperto il caso

I media statali hanno annunciato domenica 22 ottobre che due giornalisti iraniani incarcerati per aver contribuito a diffondere la notizia della morte in custodia della giovane donna curda, Mahsa (Gina) Amini, lo scorso settembre, sono stati condannati al carcere.

Il giornalista Elahmohammadi è stato condannato a sei anni di carcere con l’accusa di collaborazione con gli Stati Uniti, a cinque anni con l’accusa di cospirazione contro la sicurezza del Paese e a un anno con l’accusa di propaganda contro la Repubblica islamica, secondo l’agenzia giudiziaria Mizan Online.

La stessa fonte ha aggiunto che il giornalista Nilofer Hamidi è stato condannato a sette anni di carcere con l’accusa di collaborazione con gli Stati Uniti, a cinque anni con l’accusa di cospirazione contro la sicurezza del Paese e a un anno con l’accusa di propaganda contro la Repubblica islamica.

Leggi il sondaggio: Il materiale è riservato ai nostri abbonati In Iran, un anno dopo la morte di Mahsa Amini, è emersa una resistenza popolare di basso livello nel tentativo di vivere una “vita senza compromessi”.

“Propaganda” contro lo Stato

MIO Mohammadi, 36 anni, giornalista Hammihane MIO Hamidi, 31 anni, giornalista giornalistico est, detenuto da settembre 2022 nella prigione Evin di Teheran; I loro processi sono iniziati a maggio. Mizan Online ha affermato che la sentenza potrebbe essere impugnata entro 20 giorni.

Le due donne sono state incarcerate con l’accusa di aver nascosto la morte di Mahsa Amini, una donna curda iraniana di 22 anni, avvenuta il 16 settembre. È stata arrestata dalla polizia morale di Teheran, accusandola di aver violato il codice di abbigliamento della Repubblica islamica, che specificatamente impone alle donne di indossare l’hijab nei luoghi pubblici.

READ  Rispettivamente 200 nuovi casi e 10 decessi

Sono stati accusati l’8 novembre di “Pubblicità” Contro la Repubblica Islamica e cospirando contro la sicurezza nazionale.

Martedì la magistratura iraniana ha condannato l’avvocato di Mahsa Amini a un anno di prigione “Pubblicità” contro lo Stato, secondo la sua difesa, “Ho parlato del caso con i media stranieri e locali”..

Il mondo con l’Agence France-Presse