Luglio 21, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Dopo aver trascorso 48 anni in prigione, un uomo afroamericano è stato dichiarato innocente

Dopo aver trascorso 48 anni in prigione, un uomo afroamericano è stato dichiarato innocente

Glenn Simmons, un afroamericano, è diventato la persona più longeva nella storia degli Stati Uniti prima di essere prosciolto, secondo il Registro nazionale delle esoneri degli Stati Uniti.

Glenn Simmons, l’uomo di 71 anni, è stato dichiarato innocente martedì nello stato americano dell’Oklahoma dopo aver trascorso quasi 50 anni dietro le sbarre per un omicidio che non ha commesso.

Fu condannato a morte insieme a un altro uomo, Don Roberts, nel 1975 per l’omicidio di un commesso di un negozio di liquori di 30 anni durante una rapina a Edmond, una città dell’Oklahoma. La pena fu poi commutata in ergastolo.

I due uomini sono stati condannati sulla base della semplice testimonianza di uno dei clienti del negozio, un adolescente, che è stato colpito alla testa durante la rapina ma è sopravvissuto.

“È un giorno che aspettavamo da molto tempo.”

L’adolescente ha affermato di averli riconosciuti durante la sessione di identificazione, ma le successive indagini hanno messo in dubbio le sue affermazioni. Durante il processo, i due uomini affermarono di non essere in Oklahoma il giorno dell’omicidio.

Glenn Simmons è stato rilasciato a luglio dopo aver trascorso 48 anni, un mese e 18 giorni in prigione, e la sua innocenza è stata dichiarata martedì da un tribunale dell’Oklahoma che ha annullato la sua condanna.

“Questo è il giorno che stavamo aspettando da molto tempo”, ha detto il signor Simons ai giornalisti. “Possiamo dire che oggi finalmente è stata fatta giustizia”.

L’altro uomo condannato nel caso, Don Roberts, è stato rilasciato dal carcere nel 2008, secondo il Registro nazionale delle esenzioni degli Stati Uniti. Glenn Simmons ha ora diritto a un risarcimento. Ha aggiunto: “Quello che è fatto è fatto, ma ci deve essere responsabilità”.

READ  Il parlamento polacco approva la costruzione di un muro anti-immigrazione al confine con la Bielorussia

I più letti