Gennaio 27, 2022

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Dal decollo alle prime immagini, vi raccontiamo le quattro tappe che attendono una missione spaziale

Trentadue anni. Sono passati così tanti anni dall’idea di costruire questo potentissimo telescopio nel 1989 e il suo lancio definitivo nello spazio, previsto per sabato 25 dicembre, salvo nuovi, imprevisti eventi. Il James Webb Telescope (JWST), che prende il nome da un ex dirigente della NASA, è descritto come il successore del telescopio Hubble. Deve esplorare con una precisione senza pari tutte le fasi dell’universo, fino alle prime ere dell’universo e alla formazione delle prime galassie.

Una sfida più che un’ambizione per questo strumento di osservazione spaziale di ultima generazione che sarà posto in orbita intorno al sole, a 1,5 milioni di chilometri dalla Terra. Frutto di 40 milioni di ore uomo realizzate da 14 paesi, questo piccolo gioiello tecnologico, a volte considerato costoso, è quasi rimasto nelle casse, Come riportato da TV5 Monde.

Anche il suo lancio è stato più volte rinviato, sia per motivi tecnici che meteorologici. non più grande di un jet privato, Dovresti finalmente decollare il giorno di Natale Tra le 13:20 e le 13:52 da una base A partire dal Kourou, GuyanaAlimentato da un missile Ariane 5. Uno sguardo alle quattro fasi di questo gigantesco progetto.

1Decollo ritardato più volte

Smetterà davvero un giorno? Questa è la domanda che hanno finito per porsi, un po’ turbati, gli scienziati americani, europei e canadesi che hanno lavorato per più di 30 anni per metterlo in orbita. 2011, il primo granello di sabbia: il Congresso degli Stati Uniti ha annunciato di voler smettere di cofinanziare questo progetto, stimato in 10 miliardi di euro, e il suo costo è triplicato in pochi anni. Ma grazie alla folla di astrofisici, questo telescopio rivoluzionario è stato appena salvato.

Ultimo trasferimento in battello al telescopio da Cavorni a Kor Non è stato facile neanche, secondo Daniel de Chambord, l’ingegnere e responsabile dell’adattamento di Ariane 5 per la missione, citato 20 minuti. Il suo viaggio è di 10.000 km, di passaggio Il canale di Panama, il telescopio lo ha attraversato in un contenitore appositamente progettato per proteggerlo da qualsiasi inquinamento. Obbiettivo? Soprattutto, non compromette la qualità delle sue note future.

Altre fluttuazioni faranno poi decollare l’aereo. Nonostante i successivi ritardi a marzo e settembre 2021, alla fine di dicembre l’agenzia spaziale Arianespace ha voluto interrompere il suo programma orbitale. Era inizialmente previsto per il 18 dicembre, poi posticipato al 22 dopo un incidente durante i preparativi per il decollo, e il lancio è stato finalmente confermato il 24. Qual è il motivo di questo nuovo ritardo? Uno “Problema di comunicazione tra l’osservatorio e il sistema di lancio”e Secondo l’account Twitter di Arianespace. finalmente, “A partire dal condizioni meteorologiche avverse” L’agenzia spaziale è stata costretta a cambiare di nuovo Il volo VA256 prevede di lanciare il telescopio spaziale James Webb a sabato 25 dicembre.

2Puzzle per entrare in Ariane 5

Forse la sfida più grande per questo progetto è stata riuscire a inserire il telescopio nel dono di un razzo Ariane 5. Essendo così grande con il suo specchio di 6,5 metri di diametro, è stato necessario sviluppare uno specchio che potesse essere piegato e riposto nel lettore come un origami. Per questo, il Quindi il telescopio multimiliardario si è trovato appeso a un cavo alto 40 metri prima di essere posizionato ordinatamente sopra il razzo.

READ  Spie di cavo USB-C/Lightning sulla tastiera

Anche James Webb, che avrà una visione 100 volte più accurata del suo predecessore Hubble, è l’autore 18 specchi esagonali più piccoli rivestiti in oro per riflettere meglio la luce nello spazio. Un’enorme crema solare a cinque strati che protegge Lo specchio e tutti gli strumenti di monitoraggio. Realizzata in kapton, questa visiera parasole deve resistere a temperature estreme vicino al sole.

3 1,5 milioni di km di viaggio

Il telescopio James Webb impiegherà un mese per raggiungere la sua destinazione e la missione spaziale impiegherà dai cinque ai dieci anni. Il telescopio spaziale orbita attorno al Sole, in un luogo stabile e quasi sconosciuto nell’universo: “L2 Punto di Lagrange”Si trova a 1,5 milioni di chilometri dalla Terra. A questa distanza, grazie alla sua tecnologia a infrarossi, James Webb avrà tre compiti principali.

sarà il primo osservando la formazione delle prime galassie, Fino al Big Bang, 13,8 miliardi di anni fa. Il secondo è quello di accelerare lo studio degli esopianeti a dDetermina la composizione della sua atmosfera e delle sue nuvole e scopri la possibile presenza di acqua. Infine, il telescopio sarà responsabile dello studio Il segreto per formare e osservare buchi neri giganti fuori dall’orbita di Nettuno per capire meglio la composizione del sistema solare.

4 Le prime foto a giugno 2022?

Dopo il lancio dalla base della Guyana a Kourou Il 25 dicembre e la separazione obbligatoria del telescopio dal razzo per una trentina di minuti, James Webb impiegherà una quindicina di giorni per dispiegare il suo scudo termico. In totale, durante questo periodo devono essere attivati ​​più di 200 meccanismi per l’implementazione completa.

READ  Le migliori offerte del venerdì da afferrare con urgenza

Una volta eseguito questo esatto processo, Il telescopio da 6,5 ​​tonnellate viaggerà per altri quindici giorni prima di raggiungere finalmente il suo parcheggio a Lagrange Point L2. Allora sarà necessario Calibrare il telescopio e i suoi strumenti di osservazione in modo che sia in grado di funzionare in modo ottimale.

Questa fase dovrebbe durare cinque mesi. Se tutto va come immaginavano gli scienziati, i primi dati utilizzabili non arriveranno fino a giugno 2022.