Giugno 21, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Come la scienza permea il lavoro di Hergé

Come la scienza permea il lavoro di Hergé

Se Tintin, da buon giornalista, ricercava appassionatamente la verità, Hergé nutriva un certo interesse per il realismo scientifico. Devi sapere che si è sempre documentato molto, ha letto giornali e riviste popolari, si è circondato di scienziati e ha visitato anche centri di ricerca. Per questo motivo sono molti gli elementi scientifici in quest’opera, di cui le sue avventure sulla luna sono l’esempio più chiaro.

Alcuni articoli sono ragionevoli e altri no

Da un punto di vista prettamente tecnico alcuni elementi hanno senso perché si ispirano a ciò che già esiste. In “Objectif Lune”, il professor Tournisol viene incaricato di creare questo famoso razzo rosso e bianco: l’X-FLR 6, che ricorda molto da vicino i razzi V2 utilizzati dalla Germania nazista durante la seconda guerra mondiale. Hergé dovette ispirarsi perché a quel tempo, nel 1950, i razzi non esistevano. In quest’opera è presente un elemento tecnico abbastanza avanzato: il telescopio.

chiarimenti con Roland Lahouk È un astrofisico del CEA e coautore di questo lavoro “Ma dov’è il Tempio del Sole? Un’indagine scientifica nella terra di Hergé.” Pubblicato da Flammarion.

“Questo telescopio è una copia e incolla del telescopio Schmidt del Monte Palomar, utilizzato in particolare dal grande astronomo americano Edwin Hubble, le cui osservazioni furono alla base della comprensione dell’espansione dell’universo. Il telescopio è notevolmente simile, se non identico, al telescopio usato da Hubble. E con Tuttavia l’uso di queste cifre da parte di Hergé non è del tutto corretto. Il modo in cui il tecnico ingegnere usa il telescopio è identico al metodo di Hubble, ma Hubble lo usa per fotografare il cielo, mentre il tecnico deve usarlo per seguire gli sviluppi più veloci del razzo, da qui l’uso e il metodo di utilizzo del telescopio.Il suo utilizzo può essere Vediamo che allo stesso tempo c’è la volontà di fare un buon lavoro, di fare un lavoro vero, di fare qualcosa di giusto e rilevante, e allo stesso tempo non sempre in grado di misurare l’importanza dell’utilizzo di un oggetto tecnico, o di una situazione scientifica così completa e rigorosamente rigorosa nella sua storia»

READ  Sulle tracce del naso robotico per ripristinare l'olfatto

Pertanto, qui è consuetudine catturare pesci e non seguire il razzo con un telescopio. Il realismo scientifico è particolarmente essenziale nell’album successivo, “On a Marche sur la Lune”, pubblicato nel 1954.

Roland Lahouk: “L’effetto del lancio del razzo, e ciò che alla fine accade ai personaggi, è che vengono schiacciati sui sedili dall’accelerazione o addirittura svengono. Non hanno seguito alcun addestramento speciale, a differenza di quanto è realmente accaduto agli astronauti. Là , è descritto molto bene. Quando il razzo lunare atterra sulla Luna, c’è una bella immagine di un razzo lunare che è appena atterrato sulla Luna, con una scena lunare in cui ci sono un sacco di piccoli errori ed errori, ma l’atmosfera, prima di tutto l’immagine è fantastica e poi ci sono molte cose che sono molto coerenti e plausibili, il che è stato eseguito molto bene.”

Hergé era in anticipo sui tempi?

Abbiamo davvero camminato sulla luna quindici anni dopo la pubblicazione di questo album. Ma a quel tempo lo spazio era nell’aria e la conquista dello spazio già attraeva. Quindi il genio di Hergé sta nel suo stile e nel modo in cui racconta le sue storie, scientifiche o meno.

Roland Lahouk: “Quindi è come Jules Verne alla fine, lo chiamiamo un genio perché ha inventato il sottomarino elettrico. In effetti, il sottomarino esisteva ai tempi di Jules Verne e i motori elettrici cominciavano ad apparire. L’interesse per il lavoro di Jules Verne e il l’interesse per l’opera di Hergé è in definitiva promozione, e si può dire che, mettere davanti agli occhi di gran parte della popolazione elementi scientifici e tecnici, anche se a volte sbagliati, ma a volte sono anche mostrati molto bene, per abituare la popolazione a questa storia lunare, questa storia spaziale, così che quando vediamo per la prima volta gli esseri umani di Once senza peso fluttuare sopra le loro teste in una cabina spaziale, beh, abbiamo l’impressione di averlo già visto, come se fosse già stato fatto. È stato il genio di Hergé a spingerlo a organizzare questa avventura. »

READ  Covid-19: conjonctivite, rétinopathie, gêne à la lumière... ces troubles oculaires causas par le virus

Il professor Tournisol rappresenta bene gli scienziati?

Calvo, un po’ eccentrico ma soprattutto è un solitario! Quest’ultimo punto non è realistico, poiché la ricerca è condotta da più persone. Ma la cosa interessante è che, nello specifico, per Le avventure lunari di Tintin, Tournisol unisce le forze con gli altri. Non si chiamava “Professor Tournesole” e non tornò dal maestro – se non dopo l’album “Objectif Lune” – quindi questa avventura lo rese famoso.