Giugno 13, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Come faccio a trovare un dermatologo che accetta nuovi pazienti?

Come faccio a trovare un dermatologo che accetta nuovi pazienti?

6 mesi di attesa per un appuntamento con un dermatologo. Ritardi sempre più lunghi, soprattutto se sei un nuovo paziente…

I tempi di attesa per una visita dal dermatologo superano ormai i 3 mesi (103 giorni), quasi tre volte di più rispetto al 2012 (41 giorni). Quasi un francese su due ha rinunciato alle cure di questo specialista almeno una volta nella vita, per motivi legati al ritardo o alla distanza professionale o geografica. “Siamo sempre meno in Francia e i dermatologi che vanno in pensione non vengono sostituiti”. Commenta la dottoressa Anne Bilot, dermatologa di Neuves-Maisons (54) e segretaria generale della Federazione nazionale dei dermatologi e venerologi. Secondo l’Ordine nazionale dei medici, in Francia ci sono attualmente 2.981 dermatologi (su una popolazione di 68 milioni di abitanti). Per quanto riguarda il numero di posti di formazione nel 2023/2024, ha raggiunto 113 rispetto ai 103 dell’anno precedente. Per diventare dermatologo è necessario completare 6 anni di formazione medica dopo aver conseguito il diploma di maturità scientifica. La specializzazione in dermatologia dura dai 4 ai 5 anni (ovvero baccalaureato +10 o +11).

Il dermatologo è un medico specializzato nella diagnosi, nel trattamento e nella prevenzione delle malattie della pelle, dei capelli, delle unghie e delle mucose. “Siamo in grado di gestire malattie infiammatorie croniche come la psoriasi e l’eczema, malattie autoimmuni che colpiscono la pelle come il lupus, nonché tumori della pelle come il melanoma o il carcinoma”. Lo spiega la dottoressa Anne Bilott. Ma anche per i pazienti con malattie della pelle, trovare un dermatologo che accetti nuovi pazienti rimane difficile. In uno studio condotto da Sanofi in collaborazione con IFOP nel 2023 su “Il francese affronta le malattie della pelle e l’eczema”, il 73% ritiene che sia difficile ottenere cure dai dermatologi (il 72% soffre di problemi della pelle in generale e il 65% soffre di eczema).

“Il Sindacato Nazionale Dermatologi e Venereologi si oppone alla posizione di non accogliere nuovi pazienti”.

Secondo il dottor Ballout. “È necessario instaurare una collaborazione all’interno delle regioni, in primo luogo con i nostri colleghi medici di base e delegare alcuni compiti che non richiedono la nostra competenza, permettendoci di concentrarci nuovamente sul nostro lavoro principale. Il medico curante è un forte alleato, fornendo la prima risorsa valutare l’urgenza e/o la necessità della consultazione con il patologo.” “Per molti di noi stabiliamo regole per il processo di cura con i nostri colleghi, riservando fasce orarie per le emergenze su espressa richiesta del medico di famiglia. Ciò consente di dare priorità alle consultazioni e le consultazioni devono essere fornite entro tempi adeguati”. Per trovare un dermatologo che accetti nuovi pazienti, puoi provare quanto segue:

  • Per cercare un appuntamento nella regione di Parigi e non in provincia
  • Contattare i centri sanitari che potrebbero avere dermatologi disponibili in determinati giorni della settimana
  • Chiedere al medico curante una lettera di raccomandazione per il dermatologo
  • Per fare riferimento ad altri professionisti in base alla cura: “Gli infermieri possono eseguire procedure come la rimozione dei punti di sutura, risparmiando tempo clinico”. Si riferisce, ad esempio, al nostro interlocutore.
  • Controlla regolarmente le piattaforme di appuntamenti online (Doctolib, Maiia, ecc.) per vedere se ci sono cancellazioni
READ  Queste 6 diete supportate dalla scienza sono adatte a tutti per rimanere magri e vivere a lungo

“Gli strumenti moderni, come le competenze a distanza, possono facilitare e migliorare questo percorso. Naturalmente, ciò richiede un lavoro di coordinamento e formazione, che desideriamo migliorare e implementare”. Aggiunge lo specialista che lo ricorda “La Federazione Nazionale Dermatologi e Venereologi si oppone alla posizione di non accettare nuovi pazienti. È il loro bisogno di cure che dovrebbe decidere sulla necessità di consulenza. Arrivare su consiglio del medico curante costituisce una porta d’ingresso.”