Marzo 2, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

“Ci saranno altri tragici annegamenti in mare”: la nave Sous Mediterranee è ancora arenata in Italia

“Ci saranno altri tragici annegamenti in mare”: la nave Sous Mediterranee è ancora arenata in Italia

Nel Mediterraneo centrale, la Ocean Viking è stata autorizzata a navigare per tre settimane mentre altri migranti rischiavano di deviare leggermente e temporaneamente dalla sua rotta verso un porto sicuro con 270 rifugiati a bordo. L'associazione condanna la criminalizzazione “inaccettabile” degli aiuti umanitari.

Domenica, per la seconda volta in due mesi, le autorità italiane hanno soccorso la Ocean Viking, la nave ambulanza di Sos Méditerranée, al largo delle coste della Libia con 244 rifugiati, donne, uomini e bambini, di cui quattro sotto i quattro anni. — In mare, durante tre operazioni. E questo per venti giorni.

In questione, il decreto legge Pientedosi, entrato in vigore un anno fa, portò al blocco del traghetto. Dopo queste nuove missioni di salvataggio, l'associazione è accusata di non aver rispettato le istruzioni di “procedere senza indugio, alla massima velocità, e seguire una rotta diretta verso un luogo sicuro riservato allo sbarco dei sopravvissuti”. Comunicato stampa.

vale a dire il porto di Bari loro assegnato dalle autorità italiane. Tuttavia, l’organizzazione benefica ha deviato leggermente dal suo corso a seguito di un nuovo avvertimento che i migranti sono in difficoltà.

La Ocean Viking ha avvertito che 70 persone erano in pericolo e ha cambiato rotta

Di conseguenza, questi volontari non capiscono questo permesso: “Quando abbiamo ricevuto l'allarme di almeno 70 persone a bordo della Ocean Viking, possiamo solo supporre che la presunta inosservanza consista in un piccolo cambiamento di rotta. Una barca improvvisata dista solo 15 miglia nautiche (27,8 km (ndr)”, notano.

“Un aggiornamento della posizione dello skiff in difficoltà ha mostrato che si trovava 60 miglia nautiche più a nord rispetto a quanto riportato inizialmente. Poiché la Ocean Viking non poteva più fornire assistenza, ha ripreso immediatamente la sua rotta. E senza indugio ha raggiunto la direzione di Barry.

READ  Notizie | Corona virus: scoperto in Italia il primo caso della variante Omigron

“Se rispettare il diritto marittimo internazionale è un crimine, allora sì, siamo dei criminali”, ha risposto Anita, coordinatrice delle operazioni di ricerca e salvataggio della Ocean Viking, ricordando che non aveva altra scelta che iniziare a intervenire.

“Non abbiamo altro ricorso legale.”

“Senza alcun segno che un'altra nave venga ad aiutare queste persone in pericolo, non abbiamo altra scelta legale e morale se non quella di rispondere a questo avvertimento. Qualsiasi altra decisione costituirebbe una violazione del diritto internazionale.

Da parte sua, Sophie Beau, direttrice di Sos Méditerranée, ha affermato che il decreto legge Pientedosi ostacola la volontà del governo italiano di “aiutare le persone in pericolo in mare. È volto a tenere le navi di soccorso fuori dal Mediterraneo centrale per lunghi periodi, cosa che inevitabilmente porteranno ad altri tragici annegamenti in mare.” .”

Il cofondatore della ONG ha denunciato questa volontà di punire le organizzazioni che realizzano aiuti “cosa che i paesi europei non fanno”, parlando di “inaccettabile criminalizzazione degli aiuti umanitari”.