Maggio 21, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Almeno sedici persone sono state uccise in un attentato nel centro del Paese

Almeno sedici persone sono state uccise in un attentato nel centro del Paese

Secondo un ufficiale militare, uomini armati hanno ucciso almeno 16 persone domenica 24 dicembre durante un attacco a un villaggio nella Nigeria centrale. “Dopo l’incidente c’è stata una rivolta, ma la situazione è stata tenuta sotto controllo”.Lo ha detto il capitano Oya James all'Agence France-Presse (AFP).

L'attacco è avvenuto nel villaggio di Moshu, nello stato di Plateau, un'area che da diversi anni soffre di tensioni religiose ed etniche. “Stavamo dormendo di notte quando all'improvviso abbiamo sentito degli spari violenti. Avevamo paura perché non ci aspettavamo nessun attacco”.Lo ha spiegato Marcos Amorodo, abitante del villaggio. “La gente si è nascosta, ma gli aggressori hanno catturato molti di noi. Alcuni sono stati uccisi e altri feriti.”Ha aggiunto.

“Barbaro, brutale e ingiustificato”

Il governatore dello Stato Caleb Motfang ha condannato l'attacco, descrivendolo come… “Barbaro, brutale e ingiustificato”. Uomini e soldati della sicurezza sono stati schierati dopo l'attacco per monitorare la zona e prevenire disturbi dell'ordine pubblico. “Il governo adotterà misure proattive per frenare gli attacchi in corso contro cittadini innocenti”.Lo ha detto il portavoce del governatore Jiang Peiri.

Leggi il rapporto: Il materiale è riservato ai nostri abbonati Intere aree della Nigeria sono sotto il controllo di “banditi” e signori della guerra

In Nigeria, gli abitanti delle regioni nordoccidentali e centrali del paese vivono nel terrore a causa degli attacchi dei gruppi jihadisti e dei cosiddetti gruppi criminali. “Banditi” Che saccheggiano i villaggi e uccidono o rapiscono i loro residenti.

Il mondo con l'Agence France-Presse

READ  Gli Stati Uniti restano contrari all'uso da parte della Russia delle armi fornite da Kiev