Maggio 20, 2024

palermo24h

Notizie italiane in inglese – Notizie italiane oggi. Scopri gli aggiornamenti e le ultime novità in Italia all'interno del nostro sito. Aggiornamenti quotidiani dall'Italia in italiano.

Al Senato, l'amministratore delegato di TotalEnergies giustifica i suoi investimenti nel petrolio e nel gas

Al Senato, l'amministratore delegato di TotalEnergies giustifica i suoi investimenti nel petrolio e nel gas

Patrick Pouyanne non si sarebbe lasciato scosso dalle domande dei senatori. È stato interrogato lunedì 29 aprile nell'ambito di Comitato d'inchiesta Sul “I mezzi mobilitati e mobilitati dallo Stato” Per garantire che TotalEnergies tenga conto e rispetti gli impegni climatici della Francia e gli orientamenti di politica estera, il CEO del Gruppo ha difeso a lungo la sua strategia, che ritiene “Incompreso in Francia”.

Leggi anche | Il materiale è riservato ai nostri abbonati Petrolio: Scenari di conflitto

Inizialmente ha confermato la sua chiara scelta di fare affidamento su due pilastri: la continuazione della produzione di petrolio, in particolare di gas, che dovrebbe crescere dal 2% al 3% annuo entro il 2030, e lo sviluppo di capacità elettriche a basse emissioni di carbonio. Per giustificare l’apertura di nuovi giacimenti di petrolio e gas, che scienziati ed esperti del clima descrivono come incoerenti con il rispetto dell’Accordo sul clima di Parigi del 2015, Pouyanne ha ribadito che si stava muovendo solo per soddisfare la domanda, al fine di continuare a fornire energia. “ad un prezzo ragionevole”.

Allo stesso tempo, ha criticato lo scenario “net zero” dell’Agenzia internazionale per l’energia, il percorso di riferimento pubblicato nel 2021, che prevede che non siano necessari nuovi investimenti in gas o petrolio e che prevede prezzi del petrolio più bassi. A 20 milioni di barili di petrolio nel 2050, rispetto ai circa 100 milioni di oggi.

Progetti contestati

“L’AIE ha tracciato una linea retta e ha scoperto che la pendenza era del 4% all’anno, che corrisponde al declino naturale dei giacimenti petroliferi. Ma la stessa AIE ci spiega che la domanda di petrolio aumenta ogni anno! avere una nuova Bibbia, un nuovo Papa”. Ma questo scenario non è la realtà in cui viviamo. Il signor Pouyanné è stato licenziato.

READ  Rischi di fallimento bancario: cosa garantisce i tuoi risparmi?

“Avete la responsabilità dello sviluppo della domanda”.Il relatore Yannick Jadot risponde su iniziativa di questa commissione d'inchiesta. Il senatore (ambientalista) di Parigi ha sottolineato che TotalEnergies, come tutte le grandi aziende europee, potrebbe iniziare a investire massicciamente nelle fonti energetiche rinnovabili invece che nel gas.

Il signor Pouyanné ha anche giustificato una serie di progetti contestati all'estero. In Uganda e Tanzania, il progetto del gasdotto transfrontaliero dell'EACOP è stato particolarmente criticato per il suo impatto ambientale e sociale. Come altri dirigenti dell'azienda intervistati prima di lui, l'amministratore delegato del gruppo riconosce che forse non tutto è stato gestito in maniera adeguata. ” eccellente “Ma ha sottolineato che la stragrande maggioranza delle persone che hanno dovuto sfollare (19.000 famiglie) è soddisfatta.

Ti resta il 43,84% di questo articolo da leggere. Il resto è riservato agli abbonati.